della serie: e chi se ne frega!

Discussioni varie a sfondo musical operistico... ma non solo
Rispondi
Avatar utente
il_bonazzo
Messaggi: 16038
Iscritto il: 03 lug 2002 14:21
Località: Pescara
Contatta:

Re: della serie: e chi se ne frega!

Messaggio da il_bonazzo » 05 lug 2015 19:43

Impartito questa mattina nella chiesa di Santa Maria Maddalena a Sandringham il battesimo a Sua Altezza Reale Charlotte Elizabeth Diana di Cambridge da parte dell'Arcivescovo di Canterbury. La principessa indossava una copia esatta del vestitino in uso per i battesimi reali dalla regina Vittoria in poi.
Scelti cinque padrini, due donne e tre uomini: la cugina di William Laura Fellowes, figlia della sorella maggiore di Diana, principessa di Galles, gli amici dei genitori Sophie Carter e James Meade, il cugino di Kate Adam Middleton e l'amico più stretto di William, Thomas van Straubenzee.
Assente il principe Harry poichè impegnato in una missione militare.


"Spengi quella telecamera! Spengila, t'ho detto!!!"
Immagine

Avatar utente
Berlioz
Messaggi: 22211
Iscritto il: 03 giu 2003 11:36
Località: Amsterdam

Re: della serie: e chi se ne frega!

Messaggio da Berlioz » 06 lug 2015 09:51

il_bonazzo ha scritto: Assente il principe Harry poichè impegnato in una missione militare.
Come farsene una ragione??
Al sesso non si applica il Principio di Esclusione di Pauli.

Avatar utente
Morgana
Messaggi: 9617
Iscritto il: 02 lug 2006 11:00
Località: Milano

Re: della serie: e chi se ne frega!

Messaggio da Morgana » 06 lug 2015 17:45

Tra i partecipanti al lieto avvenimento il principino Giorgino, fratellino della sposa, (i titoli li lascio a Bonazzo) bello,vivace e simpatico! :D
-Gli occhi che cercano in fretta solo la destinazione del viaggio non possono gustare la dolcezza del vagabondaggio (Hesse)
-Per arrivare all'alba non c'è altra via che la notte (Gibran)

Avatar utente
il_bonazzo
Messaggi: 16038
Iscritto il: 03 lug 2002 14:21
Località: Pescara
Contatta:

Re: della serie: e chi se ne frega!

Messaggio da il_bonazzo » 07 lug 2015 08:57

Il premio Nobel per la letteratura Mario Vargas Llosa lascia la moglie dopo cinquant'anni di matrimonio per Isabel Preysler, ex moglie di Julio Iglesias.
"Spengi quella telecamera! Spengila, t'ho detto!!!"
Immagine

Marin Faliero
Messaggi: 272
Iscritto il: 24 mar 2014 19:58

Re: della serie: e chi se ne frega!

Messaggio da Marin Faliero » 07 lug 2015 10:52

il_bonazzo ha scritto:Il premio Nobel per la letteratura Mario Vargas Llosa lascia la moglie dopo cinquant'anni di matrimonio per Isabel Preysler, ex moglie di Julio Iglesias.
..e il Corriere mette la notizia in prima pagina :gigno

Avatar utente
Berlioz
Messaggi: 22211
Iscritto il: 03 giu 2003 11:36
Località: Amsterdam

Re: della serie: e chi se ne frega!

Messaggio da Berlioz » 07 lug 2015 13:42

Marin Faliero ha scritto:
il_bonazzo ha scritto:Il premio Nobel per la letteratura Mario Vargas Llosa lascia la moglie dopo cinquant'anni di matrimonio per Isabel Preysler, ex moglie di Julio Iglesias.
..e il Corriere mette la notizia in prima pagina :gigno
ma è vecchssima come notiza! L'ho letta su Dagospia un mese fa!
Al sesso non si applica il Principio di Esclusione di Pauli.

Avatar utente
Tebaldiano
Messaggi: 15634
Iscritto il: 16 gen 2004 16:17
Località: Toscana

Re: della serie: e chi se ne frega!

Messaggio da Tebaldiano » 08 lug 2015 12:21

Repubblica dedica un articolo a un'applicazione che serve a farci sapere chi ci toglie la cosiddetta amicizia su Facebook. Ecco, non riesco ad immaginare niente di cui mi freghi di meno.
Immagine

Avatar utente
il_bonazzo
Messaggi: 16038
Iscritto il: 03 lug 2002 14:21
Località: Pescara
Contatta:

Re: della serie: e chi se ne frega!

Messaggio da il_bonazzo » 10 lug 2015 14:13

Dopo oltre un anno, Nicole Minetti riapre il suo profilo Instagram.
"Spengi quella telecamera! Spengila, t'ho detto!!!"
Immagine

Avatar utente
Tebaldiano
Messaggi: 15634
Iscritto il: 16 gen 2004 16:17
Località: Toscana

Re: della serie: e chi se ne frega!

Messaggio da Tebaldiano » 13 lug 2015 18:13

Notizia sportivo-tennistico-automobilistico-reale, da Repubblica:

Non basta essere il campione in carica di Formula 1 per fuggire alle ferree regole del dressing code britannico di Wimbledon. Lewis Hamilton, dopo aver ricevuto l'invito ufficiale al Royal Box per assistere alla finale fra Novak Djokovic e Rogers Federer, non è riuscito a godersi la partita dal prestigioso palco per via del suo abbigliamento ritenuto inadeguato. Vestirsi con una camicia a fiori e un cappellino di paglia senza indossare né giacca né cravatta non è certamente stata una idea brillante: Lewis infatti non ha assistito a nemmeno ad un palleggio della finale, neppure la disponibilità a indossare una cravatta è riuscita a convincere i responsabili a farlo entrare. Il giovane campione inglese di Formula 1 non ha commentato la sfortunata vicenda, rispondendo attraverso un laconico comunicato stampa: "A causa di uno sfortunato malinteso per quanto riguarda il codice di abbigliamento a Wimbledon, Lewis è molto deluso di aver perso la finale maschile".

Immagine
Immagine

Avatar utente
il_bonazzo
Messaggi: 16038
Iscritto il: 03 lug 2002 14:21
Località: Pescara
Contatta:

Re: della serie: e chi se ne frega!

Messaggio da il_bonazzo » 13 lug 2015 19:35

Tebaldiano ha scritto:Notizia sportivo-tennistico-automobilistico-reale, da Repubblica:

Non basta essere il campione in carica di Formula 1 per fuggire alle ferree regole del dressing code britannico di Wimbledon. Lewis Hamilton, dopo aver ricevuto l'invito ufficiale al Royal Box per assistere alla finale fra Novak Djokovic e Rogers Federer, non è riuscito a godersi la partita dal prestigioso palco per via del suo abbigliamento ritenuto inadeguato. Vestirsi con una camicia a fiori e un cappellino di paglia senza indossare né giacca né cravatta non è certamente stata una idea brillante: Lewis infatti non ha assistito a nemmeno ad un palleggio della finale, neppure la disponibilità a indossare una cravatta è riuscita a convincere i responsabili a farlo entrare. Il giovane campione inglese di Formula 1 non ha commentato la sfortunata vicenda, rispondendo attraverso un laconico comunicato stampa: "A causa di uno sfortunato malinteso per quanto riguarda il codice di abbigliamento a Wimbledon, Lewis è molto deluso di aver perso la finale maschile".

Immagine
A prescindere da dove dovesse andare, era vestito comunque in modo orrido.
Integro la notizia rilevando che il Duca di Kent, alla sua ormai centoventesima premiazione della finale di Wimbledon, non si smuove di un millimetro dal dress code dell'usuale completo blu scuro con camcia a righine azzurre e cravatta in tinta, mummificato anch'esso, che ne fa un marchio distintivo.
Immagine
"Spengi quella telecamera! Spengila, t'ho detto!!!"
Immagine

Rispondi