7 Dicembre 2018 - Attila

Discussioni: per i neofiti che vogliono togliersi dei dubbi e per gli esperti che vogliono approfondire...
Rispondi
Janis&Opera
Messaggi: 163
Iscritto il: 07 giu 2017 14:26

Re: 7 Dicembre 2018 - Attila

Messaggio da Janis&Opera » 29 nov 2018 00:41

:nono :nono :nono Ho raccontato male?



Janis&Opera
Messaggi: 163
Iscritto il: 07 giu 2017 14:26

Re: 7 Dicembre 2018 - Attila

Messaggio da Janis&Opera » 29 nov 2018 01:49

Tebaldiano ha scritto:
28 nov 2018 23:37
Così raccontata sembrerebbe una regia tradizionalissima.
Bene, credo sia piú di una semplice sensazione: ogni volta che su questo forum provo a dire qualcosa, arriva la frasetta screditante (quella quotata qui sopra ne é un esempio).

Come dire: ma tu cosa parli, che non hai la competenze per parlare? Ma tu chi sei, che non hai visto 100 Tosche, 110 Trovatori e nel ‘50 ancora non eri nata?

Che io non abbia le competenze degli assidui forumisti di questo forum é un dato di fatto; ma che questo sia una specie di club per snob e inaciditi Professori Musicologhi Critici e bla bla bla, ai quali piace raccontarsela fra di loro, questa é la prima certezza.

La Competenza merita tutto il mio rispetto, i toni altezzosi no.

Avatar utente
Tebaldiano
Messaggi: 15296
Iscritto il: 16 gen 2004 16:17
Località: Toscana

Re: 7 Dicembre 2018 - Attila

Messaggio da Tebaldiano » 29 nov 2018 02:27

Ti sbagli perché non c'era nulla di personale e nulla di canzonatorio nei tuoi confronti, ma lo era semmai nei confronti del regista, perché le regie con mitra e pistole ormai si vedono da più di vent'anni (o anche trenta), tanto da essere diventate "tradizionali", oltre che un po' risapute. La mia era una battuta, fermo restando che per giudicare una regia si deve vedere "come" è stata realizzata e se c'è lo sviluppo di una valida idea, più che elencare gli strumenti che il regista utilizza. Dirompente, ormai, sarebbe una regia con Attila vestito di pellicce di foggia barbarica e sul cavallo.
Immagine

Avatar utente
Eusebius
Messaggi: 143
Iscritto il: 19 gen 2014 11:12
Località: Emilia

Re: 7 Dicembre 2018 - Attila

Messaggio da Eusebius » 29 nov 2018 09:50

Probabilmente avrete letto del sindaco di Cenate Sotto (BG) che se l'è presa con la regia perché giudicata blasfema (chissà, magari l'ha vista in anteprima speciale). Notizia che fa il paio con quella degli insegnanti abruzzesi che impediscono la visione del Così fan tutte ai loro allievi perché, come si direbbe nel linguaggio cinematografico-televisivo "contiene scene sessualmente esplicite". Certo che ormai l'opera è diventata un ricettacolo di impudicizia e blasfemia! 8) (Anzi, dal Seicento in poi forse lo è sempre un po' stata :) )

Avatar utente
il_bonazzo
Messaggi: 15833
Iscritto il: 03 lug 2002 14:21
Località: Pescara

Re: 7 Dicembre 2018 - Attila

Messaggio da il_bonazzo » 29 nov 2018 10:06

Eusebius ha scritto:
29 nov 2018 09:50
Probabilmente avrete letto del sindaco di Cenate Sotto (BG) che se l'è presa con la regia perché giudicata blasfema (chissà, magari l'ha vista in anteprima speciale). Notizia che fa il paio con quella degli insegnanti abruzzesi che impediscono la visione del Così fan tutte ai loro allievi perché, come si direbbe nel linguaggio cinematografico-televisivo "contiene scene sessualmente esplicite". Certo che ormai l'opera è diventata un ricettacolo di impudicizia e blasfemia! 8) (Anzi, dal Seicento in poi forse lo è sempre un po' stata :) )
è successo ad Ascoli Piceno quindi nelle Marche, non in Abruzzo
"Spengi quella telecamera! Spengila, t'ho detto!!!"
Immagine

Avatar utente
Eusebius
Messaggi: 143
Iscritto il: 19 gen 2014 11:12
Località: Emilia

Re: 7 Dicembre 2018 - Attila

Messaggio da Eusebius » 29 nov 2018 10:12

il_bonazzo ha scritto:
29 nov 2018 10:06
è successo ad Ascoli Piceno quindi nelle Marche, non in Abruzzo
Chiedo venia! (Però ci ero andato vicino...).

Avatar utente
notung
Messaggi: 20232
Iscritto il: 07 nov 2004 23:10
Località: Trieste
Contatta:

Re: 7 Dicembre 2018 - Attila

Messaggio da notung » 29 nov 2018 10:22

Ciao Eusebius, ho appena avuto notizia che per quanto riguarda il Così fan tutte il discorso è stato gonfiato artatamente. Anch’io ci sono “cascato” e ho diffuso la notizia su Twitter...la fonte (Radio3) mi sembrava attendibile.
Resta invece confermato, almeno per il momento, il malumore per Attila. Sembra che il motivo sia una scena in cui una statua della Madonna cade o viene fatta cadere.
Pazzesco, ma riprendendo l’ironico commento di Tebaldiano chissà, forse il regista vuole proprio far le cose per bene seguendo non solo il libretto, ma anche il clima di censura dell’epoca ricreando le difficoltà che ha avuto Verdi ex ante.
Del resto, qui a Trieste almeno, il clima politico è tale che non mi meraviglierei più di nulla: tornano le divise per i bambini dell’asilo, si impone il crocifisso in classe e si consentono ai neofascisti e negazionisti di Forza Nuova di sfilare in corteo e di organizzare tranquille passeggiate chiamate ronde. Presto torneranno anche i gettoni telefonici e ci si potrà bere un Cynar in mezzo alla strada con un sosia di Ernesto Calindri. Poi, dopo il Carosello, andremo tutti a dormire e ci risveglieremo felicemente 10 anni dopo: nel 1975.
Probabile anche una Via Almirante. E dire che ai miei tempi, più che un problema di toponomastica, Via Almirante era un sereno auspicio.
La Spada di Sigfrido

http://amfortas.wordpress.com/

<<Sono responsabile di quello che dico non di quello che capiscono gli altri.>> Massimo Troisi, forse.

albertoemme
Messaggi: 1197
Iscritto il: 03 feb 2015 17:51

Re: 7 Dicembre 2018 - Attila

Messaggio da albertoemme » 29 nov 2018 10:44

Janis&Opera ha scritto:
29 nov 2018 00:41
ogni volta che su questo forum provo a dire qualcosa, arriva la frasetta screditante
Secondo me Tebaldiano ti aveva fatto da spalla, con un'efficace battuta, prendendo sul serio le tue interessanti anticipazioni. Io non ho mai avuto l'impressione che i tuoi post vengano sottovalutati o disprezzati dagli "intenditori" del forum, anzi spesso sono stati spunto di discussione, per cui mi dispiacerebbe se tu perdessi il piacere di intervenire.-
Se ti può interessare vatti a leggere qualche dibattito su corgrisi degli anni d'oro (2012/2014), prima della sua decadenza, dove potrai constatare i trattamenti che ognuno dei forumisti si riservava alimentando polemiche e scontri molto coinvolgenti.-
Vorrei aggiungere, in epoca non sospetta, che di Davide Livermore ho molta stima.-
Ultima modifica di albertoemme il 29 nov 2018 13:07, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Eusebius
Messaggi: 143
Iscritto il: 19 gen 2014 11:12
Località: Emilia

Re: 7 Dicembre 2018 - Attila

Messaggio da Eusebius » 29 nov 2018 11:54

notung ha scritto:
29 nov 2018 10:22
Ciao Eusebius, ho appena avuto notizia che per quanto riguarda il Così fan tutte il discorso è stato gonfiato artatamente. Anch’io ci sono “cascato” e ho diffuso la notizia su Twitter...la fonte (Radio3) mi sembrava attendibile.
Resta invece confermato, almeno per il momento, il malumore per Attila. Sembra che il motivo sia una scena in cui una statua della Madonna cade o viene fatta cadere.
Pazzesco, ma riprendendo l’ironico commento di Tebaldiano chissà, forse il regista vuole proprio far le cose per bene seguendo non solo il libretto, ma anche il clima di censura dell’epoca ricreando le difficoltà che ha avuto Verdi ex ante.
Del resto, qui a Trieste almeno, il clima politico è tale che non mi meraviglierei più di nulla: tornano le divise per i bambini dell’asilo, si impone il crocifisso in classe e si consentono ai neofascisti e negazionisti di Forza Nuova di sfilare in corteo e di organizzare tranquille passeggiate chiamate ronde. Presto torneranno anche i gettoni telefonici e ci si potrà bere un Cynar in mezzo alla strada con un sosia di Ernesto Calindri. Poi, dopo il Carosello, andremo tutti a dormire e ci risveglieremo felicemente 10 anni dopo: nel 1975.
Probabile anche una Via Almirante. E dire che ai miei tempi, più che un problema di toponomastica, Via Almirante era un sereno auspicio.
Grazie, Notung, per la precisazione. Ciò che rimane però è l'amaro clima generale che si respira e che ben descrivi (non conosco Trieste, però penso che la situazione sia simile in molti posti). Andando oltre l'amor di battuta, penso davvero che in qualche maniera l'opera sia stata "un ricettacolo di impudicizia e blasfemia" (perdonate l'autocitazione); leggendo il bel libro di Paolo Fabbri "Il secolo cantante" ci si rende conto come ciò fosse vero nell'opera del Seicento, ma ciascuno di noi, da Mozart a Nono, ha ben presente quanto questa forma di spettacolo sia stata anche un veicolo per oltrepassare il perbenismo e il conformismo (a volte apertamente, a volte in maniera abilmente nascosta). Una decina di anni fa non mi sarei aspettato che quest'aspetto tornasse attuale.

Avatar utente
il_bonazzo
Messaggi: 15833
Iscritto il: 03 lug 2002 14:21
Località: Pescara

Re: 7 Dicembre 2018 - Attila

Messaggio da il_bonazzo » 29 nov 2018 12:11

Eusebius ha scritto:
29 nov 2018 10:12
il_bonazzo ha scritto:
29 nov 2018 10:06
è successo ad Ascoli Piceno quindi nelle Marche, non in Abruzzo
Chiedo venia! (Però ci ero andato vicino...).
Figurati, è che a un abruzzese se gli dai del marchigiano non la prende benissimo....
:mrgreen:
"Spengi quella telecamera! Spengila, t'ho detto!!!"
Immagine

Rispondi