Esperienze surreali al Maggio Musicale

Discussioni: per i neofiti che vogliono togliersi dei dubbi e per gli esperti che vogliono approfondire...
Rispondi
Avatar utente
paperino
Messaggi: 16808
Iscritto il: 25 set 2003 08:17
Località: Firenze

Re: Esperienze surreali al Maggio Musicale

Messaggio da paperino » 16 set 2017 08:30

Berlioz ha scritto:
asklepio ha scritto:
albertolotti ha scritto:Suppongo che il Macbeth si faccia in forma di concerto perché Muti non ha tempo di fermarsi a Firenze tre settimane per preparare una produzione in forma scenica.
Sì credo che subito dopo lo portino a Ravenna.
Ho appena letto che Muti ha dichiarato in una intervista che l'Aida di Salisburgo è stata l'ultima sua opera in un Festival esitivo. Farà ancora Macbeth e Cosi fan tutte con la regia della figlia e poi basta. Farà solo opere in forma scenica.

Ha detto che ha quasi 80 anni, che preparare un'opera in forma scenica richiede un mese e lui non ha più così tanto tempo....
Se deve farle solo con Chiara Muti come regista, ben vengano le esecuzioni in forma di concerto. 8)


La conversazione languiva, come sempre d'altronde quando si parla bene di qualcuno (Laclos/Poli).

Avatar utente
Tebaldiano
Messaggi: 15380
Iscritto il: 16 gen 2004 16:17
Località: Toscana

Re: Esperienze surreali al Maggio Musicale

Messaggio da Tebaldiano » 26 set 2017 19:17

La Tosca in programma in questi giorni a Firenze alla prima è andata così. pare (e non è una novità in questo teatro) che già alla seconda recita tutto abbia funzionato meglio, con bis di E lucevan le stelle (che peraltro è stato il miglior momento anche della prima, qui recensita:
http://www.operaclick.com/recensioni/te ... tino-tosca
Immagine

ZetaZeta
Messaggi: 810
Iscritto il: 06 mag 2017 21:03

Re: Esperienze surreali al Maggio Musicale

Messaggio da ZetaZeta » 24 nov 2017 22:28

Premetto che concordo totalmente con quello che ha scritto Capecchi nella recensione di Traviata, ovvero che Firenze, pur con notevole scarsità di fondi, sta vivendo una stagione assai florida di manifestazioni musicali, merito anche della nuova impostazione del MMF.
Per quanto consta in alto, l'intenzione è quella di tenere aperto più possibile il teatro per opere di repertorio (trilogia verdiana a settembre) e nuovi allestimenti che non potranno più essere quelli costosi tipo "Fura del Baus" ma di stile molto più intimistico. Vi è poi l'intenzione di riscoprire la musica del '600, cosa importante a livello musicologico, ed evidente già nel maggio di quest'anno.
Peccato che l'opera barocca, ad insindacabile giudizio del sottoscritto, sia inservibile per la didattica coi giovani.

Avatar utente
dadeluna
Messaggi: 3238
Iscritto il: 25 set 2002 11:27
Località: Viareggio (Versilia, Toscana, Italia)

Re: Esperienze surreali al Maggio Musicale

Messaggio da dadeluna » 14 lug 2018 12:23

ZetaZeta ha scritto:
24 nov 2017 22:28
e nuovi allestimenti che non potranno più essere quelli costosi tipo "Fura del Baus" ma di stile molto più intimistico.
ahahahahahahahahahahaha sì, surreale!
Non ho paura della cattiveria dei malvagi ma del silenzio degli onesti (Martin Luther King)

Avatar utente
Neldìdellavittoria
Messaggi: 229
Iscritto il: 12 nov 2017 20:30

Re: Esperienze surreali al Maggio Musicale

Messaggio da Neldìdellavittoria » 04 ott 2018 15:25

Chiedo consiglio a tutti i frequentatori del Teatro del Maggio: come sono i posti a visibilità ridotta? Sono proprio scandalosi?
Il fatto è che essendomi rinvenuta in ritardo ho già speso una discreta somma per i biglietti del dittico Le Villi/Ehi Gio' e per L'olandese volante, ma mi incuriosirebbe anche l'operetta di Offenbach abbinata a Cavalleria rusticana: l'idea sarebbe dunque quella di acquistare uno dei suddetti "posti a visibilità ridotta" che, se ho ben capito, fronteggiano le prime file della galleria. Qualsiasi parere è ben accetto!
Die bitteren Tränen der Petra von Kant

Avatar utente
Giulio Santini
Messaggi: 630
Iscritto il: 02 mar 2016 17:29

Re: Esperienze surreali al Maggio Musicale

Messaggio da Giulio Santini » 04 ott 2018 19:21

Se non sei troppo bassa quelli di galleria ti fanno vedere bene, salvo l'interrompimento della balaustrata che per così dire divide in due emisferi la scena. Io scelgo quelli quando di tanto in tanto vado a Firenze. Peggiori quelli "di palco".

Avatar utente
Neldìdellavittoria
Messaggi: 229
Iscritto il: 12 nov 2017 20:30

Re: Esperienze surreali al Maggio Musicale

Messaggio da Neldìdellavittoria » 04 ott 2018 19:28

Giulio Santini ha scritto:
04 ott 2018 19:21
Se non sei troppo bassa quelli di galleria ti fanno vedere bene, salvo l'interrompimento della balaustrata che per così dire divide in due emisferi la scena. Io scelgo quelli quando di tanto in tanto vado a Firenze. Peggiori quelli "di palco".
Ti ringrazio!
Purtroppo non mi posso certo dire una spilungona, però credo che correrò il rischio: ho già avuto modo di sperimentare i palchi e non considero giustificato il prezzo per un posto del genere.
Die bitteren Tränen der Petra von Kant

Avatar utente
Giulio Santini
Messaggi: 630
Iscritto il: 02 mar 2016 17:29

Re: Esperienze surreali al Maggio Musicale

Messaggio da Giulio Santini » 04 ott 2018 23:59

Mi saprai dire se sono stato buono o cattivo consigliere. In generale però mi permetto di consigliarti di fare MaggioCard, dato che sei giovane e mi pare tu sia intenzionata ad andare spesso alle Cascine.

afranio
Messaggi: 234
Iscritto il: 11 mag 2010 14:05

Re: Esperienze surreali al Maggio Musicale

Messaggio da afranio » 05 ott 2018 08:52

Giusto! Con 10€ puoi fare la Maggio Card (valevole fino ai 30 anni) avendo così accesso ai biglietti di platea a 10/15/20€ a seconda del tipo di spettacolo.

Avatar utente
Neldìdellavittoria
Messaggi: 229
Iscritto il: 12 nov 2017 20:30

Re: Esperienze surreali al Maggio Musicale

Messaggio da Neldìdellavittoria » 06 ott 2018 00:17

Grazie a tutti e due, in effetti non ci avevo pensato: inizialmente ero intenzionata ad andare a vedere solo L'olandese volante e la MaggioCard mi era dunque sembrata superflua, ma forse sarebbe stata la scelta migliore.
Die bitteren Tränen der Petra von Kant

Rispondi