Guillaume Tell

Discussioni: per i neofiti che vogliono togliersi dei dubbi e per gli esperti che vogliono approfondire...
umangialaio
Messaggi: 1871
Iscritto il: 15 mar 2010 14:45
Località: Milano

Re: Guillaume Tell

Messaggio da umangialaio » 17 apr 2024 23:34

daphnis ha scritto:
17 apr 2024 22:11
Kent Nagano, eccellente direttore


marco vizzardelli
No, questo proprio no. E lo dico per avergli sentito sdirigere un intero Ring a Monaco.

U



daphnis
Messaggi: 3884
Iscritto il: 17 mag 2014 11:01

Re: Guillaume Tell

Messaggio da daphnis » 17 apr 2024 23:56

Andrò ad ascoltarlo in Valchiria a Lucerna, con strumenti originali, e ne sono assai curioso. E' uno dei tre concerti che ho acquistato, non solo, lo ascolterò anche più a breve. L'ho frequentato poco o niente, nella vita, e mi interessa farmene un'idea, oggi.

marco vizzardelli

ZetaZeta
Messaggi: 1397
Iscritto il: 06 mag 2017 22:03

Re: Guillaume Tell

Messaggio da ZetaZeta » 18 apr 2024 07:39

biancano ha scritto:
17 apr 2024 22:31
mi risulta che già in epoca barocca ci fossero descrizioni di mirabolanti macchine sceniche....che un certo Verdi fosse molto attento a quello che succedeva sul palcoscenico....poi se uno preferisce un regista per fare il direttore di scena....
Può risultare quello che si vuole sulle scenografie, che c'erano eccome, ma la storia del teatro insegna che la figura del regista, anche nella prosa, è nata molto tardi, diciamo dopo la prima guerra mondiale, ma anche dopo.
Anzi se si considera l'ultima opera lirica la Turandot, si può dire che le regie sono arrivate ad opera finita.
Il resto sono discorsi dovuti all'influenza del cinema.

Avatar utente
Martino Badoéro di Sanval
Messaggi: 3215
Iscritto il: 17 giu 2007 16:06
Località: Trento/Verona

Re: Guillaume Tell

Messaggio da Martino Badoéro di Sanval » 18 apr 2024 08:02

ZetaZeta ha scritto:
18 apr 2024 07:39
Anzi se si considera l'ultima opera lirica la Turandot, si può dire che le regie sono arrivate ad opera finita.
C'è davvero qualcuno che la pensa così? Britten e l'ultimo Strauss (per tacere di molti altri) che cos'avrebbero scritto, allora?
Non posso credere che un fatto del genere sia accaduto in un posto così tranquillo come Cabot Cove...

biancano
Messaggi: 846
Iscritto il: 07 dic 2014 13:32

Re: Guillaume Tell

Messaggio da biancano » 18 apr 2024 08:38

ZetaZeta ha scritto:
18 apr 2024 07:39
biancano ha scritto:
17 apr 2024 22:31
mi risulta che già in epoca barocca ci fossero descrizioni di mirabolanti macchine sceniche....che un certo Verdi fosse molto attento a quello che succedeva sul palcoscenico....poi se uno preferisce un regista per fare il direttore di scena....
Può risultare quello che si vuole sulle scenografie, che c'erano eccome, ma la storia del teatro insegna che la figura del regista, anche nella prosa, è nata molto tardi, diciamo dopo la prima guerra mondiale, ma anche dopo.
Anzi se si considera l'ultima opera lirica la Turandot, si può dire che le regie sono arrivate ad opera finita.
Il resto sono discorsi dovuti all'influenza del cinema.
Verdi era molto influenzato dal cinema.....

paoloc
Messaggi: 79
Iscritto il: 09 dic 2022 09:52
Località: Vicenza

Re: Guillaume Tell

Messaggio da paoloc » 18 apr 2024 10:04

Martino Badoéro di Sanval ha scritto:
18 apr 2024 08:02
ZetaZeta ha scritto:
18 apr 2024 07:39
Anzi se si considera l'ultima opera lirica la Turandot, si può dire che le regie sono arrivate ad opera finita.
C'è davvero qualcuno che la pensa così? Britten e l'ultimo Strauss (per tacere di molti altri) che cos'avrebbero scritto, allora?
Mi fa morire chi si arroga il diritto di mettere questi limiti definitivi, sulla base di cosa poi ?
Allora mi sento di dire che l'ultimo film è Apocalipse now e l'ultima partita di calcio Italia Brasile ai mondiali '82.
Ma questo qui è quello che porta gli scolari all'opera ? Meglio se li porta a giocare a calcio a sto punto (anche se sappiamo che dopo Italia Brasile non si è più giocato a calcio).

albertoemme
Messaggi: 1729
Iscritto il: 03 feb 2015 17:51

Re: Guillaume Tell

Messaggio da albertoemme » 18 apr 2024 12:30

Io non mitizzerei Italia Brasile 1982 anche se c’ero (in loggione ovviamente e fu una stancata). Il loro portiere e il loro centravanti valevano davvero poco. Per il resto fu effettivamente poca prosa e molta poesia.-

paoloc
Messaggi: 79
Iscritto il: 09 dic 2022 09:52
Località: Vicenza

Re: Guillaume Tell

Messaggio da paoloc » 18 apr 2024 12:59

albertoemme ha scritto:
18 apr 2024 12:30
Io non mitizzerei Italia Brasile 1982 anche se c’ero (in loggione ovviamente e fu una stancata). Il loro portiere e il loro centravanti valevano davvero poco. Per il resto fu effettivamente poca prosa e molta poesia.-
difatti non mitizzo neanche Turandot

umangialaio
Messaggi: 1871
Iscritto il: 15 mar 2010 14:45
Località: Milano

Re: Guillaume Tell

Messaggio da umangialaio » 18 apr 2024 15:03

albertoemme ha scritto:
18 apr 2024 12:30
...Il loro portiere e il loro centravanti valevano davvero poco. ...
Vero, però anche noi schieravamo Graziani.

Ma quindi tu eri al Sarria?

U

Avatar utente
UltrasFolgoreVerano
Messaggi: 17644
Iscritto il: 23 dic 2001 21:42
Località: Verano Brianza (MI)
Contatta:

Re: Guillaume Tell

Messaggio da UltrasFolgoreVerano » 18 apr 2024 16:01

ZetaZeta ha scritto:
17 apr 2024 21:17
Ricordo sommessamente che l'opera lirica è stata fatta senza registi dal 1600 alla metà del novecento ed è sopravvissuta benissimo.
Sicuro che sopravviva?

Rispondi