Muti Chailly

Discussioni: per i neofiti che vogliono togliersi dei dubbi e per gli esperti che vogliono approfondire...
daphnis
Messaggi: 2038
Iscritto il: 17 mag 2014 10:01

Muti Chailly

Messaggio da daphnis » 13 mag 2021 14:10

Alcuni quotidiani hanno descritto una lite. Non risulta esserci stata alcuna lite perché uno dei due è un signore, e si è comportato come tale, evitando la lite.
Nel caso il titolo sarebbe: " Un cafone ha insultato un signore".

marco vizzardelli
Ultima modifica di daphnis il 19 mag 2021 09:59, modificato 1 volta in totale.



Don Carlo
Messaggi: 326
Iscritto il: 17 lug 2003 14:50

Re: Muti Chailly

Messaggio da Don Carlo » 13 mag 2021 14:34

Concordo assolutamente con te

RUIZ
Messaggi: 198
Iscritto il: 31 gen 2014 11:35

Re: Muti Chailly

Messaggio da RUIZ » 13 mag 2021 15:09

Nella fattispecie e nel caso singolo non si può che essere d'accordo con Daphnis ( la cui antipatia per Muti come uomo e come artista è cosa palese peraltro). Potrei però citare altri episodi in cui Muti si è comportato da gran signore. Personalmente lo incontrai una volta e fu gentile oltre qualsiasi aspettativa. Dopodichè in questa circostanza è indifendibile.

daphnis
Messaggi: 2038
Iscritto il: 17 mag 2014 10:01

Re: Muti Chailly

Messaggio da daphnis » 13 mag 2021 16:03

Ruiz, ti dirò di più, perché è giusto che io lo dica e proprio qui su OC se ne è parlato e riparlato anche recentemente. Io, io che qui scrivo, da appassionato "caliente" di passioni, verso il medesimo Chailly, una volta, son stato cafone, "oltrepassando" (e lo dico a me stesso) il limite. Che non è "buare" o non gradire: questo resta secondo me una possibilità, come l'applauso o l'entusiasmo espresso a piena voce. Ma - La Gazza Ladra! - io fui, sostanzialmente, cafone nel modo. Ci fu una reazione del Maestro Riccardo Chailly? Si, ci fu: quella di un signore. Calma e dialogo. La stessa calma che ha usato, non replicando all'invettiva del collega. Un signore, appunto, Chailly. Non sono diventato "buono e mite", da allora, figurarsi: però ho avuto una lezione di vita, cioé che non va bene vivere, per sempre, dei proprii fantasmi. Proprio ciò di cui, a mio modesto parere, Riccardo Muti (a 80 anni, e sarebbe ora!) non riesce a liberarsi. Ad ogni esternazione, intervista, comportamento. Penso che i problemi nascano da qui.

Un cordialissimo saluto

marco vizzardelli

RUIZ
Messaggi: 198
Iscritto il: 31 gen 2014 11:35

Re: Muti Chailly

Messaggio da RUIZ » 14 mag 2021 08:17

Però Vizzardelli, se mi permetti, queste tue "crociate", dettate sicuramente da lodevole passione, rischiano di farti perdere di credibilità. Lungi da me dare lezioni di vita ma se tutto quello che fa ( uno a caso) Mariotti ( che stimo moltissimo) è da te indicato come "rivelatore, esperienza totale di vita ecc" e, di contro, ogni concerto di (uno a caso ) Muti è "vetusto, supponente, autoreferenziale", oltre a renderti bollabile e prevedibile, conferisce ai tuoi giudiuzi poca serenità. Anche il fatto che, dopo il chiarimento con Chailly, tutto quello che fa sia diventato bello e coinvolgente non depone a favore di un tuo equilibrio di giudizi. Lo dico con la stima che si deve a chi, come me, vive visceralmente il bellissimo mondo che tutti viviamo.

Avatar utente
manrico64
Site Admin
Messaggi: 18595
Iscritto il: 10 lug 2001 23:31
Contatta:

Re: Muti Chailly

Messaggio da manrico64 » 14 mag 2021 14:27

Ma noi chi siamo per giudicare e prendere seriamente posizione a favore dell'uno o dell'altro, su una cosa riportata da fantomatici e anonimi testimoni? Magari esiste un pregresso che noi non conosciamo. Ma poi dico: con tutti i problemi di questo mondo ci interessa davvero sapere cosa sia successo nei camerini della Scala fra i due Maestri? Per carità, non voglio criticare chi è tanto attirato dell'argomento, ma a me francamente me ne frega meno di zero e ritengo questa discussione degna del thread "della serie: e chi se ne frega!"
Ma forse sono strano io.
Danilo

albertoemme
Messaggi: 1209
Iscritto il: 03 feb 2015 17:51

Re: Muti Chailly

Messaggio da albertoemme » 14 mag 2021 15:03

Insomma...è la prima volta che un fatto come questo avviene davanti a tanti testimoni e secondo me non è proprio da thread “chissenefrega” anche perché Muti è stato un maleducato, ma si è comportato come chi ha il coraggio di licenziare il padrone o mandare a quel paese il potente di turno (atteggiamento raro che a me per esempio risulta simpatico)

Avatar utente
manrico64
Site Admin
Messaggi: 18595
Iscritto il: 10 lug 2001 23:31
Contatta:

Re: Muti Chailly

Messaggio da manrico64 » 14 mag 2021 18:13

albertoemme ha scritto:
14 mag 2021 15:03
Insomma...è la prima volta che un fatto come questo avviene davanti a tanti testimoni e secondo me non è proprio da thread “chissenefrega” anche perché Muti è stato un maleducato, ma si è comportato come chi ha il coraggio di licenziare il padrone o mandare a quel paese il potente di turno (atteggiamento raro che a me per esempio risulta simpatico)
personalmente non giudico mai nessuno sulla base di fatti riportati attraverso testimoni che non si palesano. E comunque mi guarderei bene dal prendere posizione a fronte di una discussione magari nata in precedenza e di cui si sia assistito solamente all'ultimo round.
Danilo

albertoemme
Messaggi: 1209
Iscritto il: 03 feb 2015 17:51

Re: Muti Chailly

Messaggio da albertoemme » 14 mag 2021 19:40

Giusto, ma le testimonianze in questo caso sembrano concordanti. Tornando alle esperienze dirette io c’ero a Firenze e il concerto era diretto da un grandissimo Muti. La IV di Schumann è durata quasi tre minuti di più rispetto al 1993 e la II di Brahms quasi cinque. Questo lo dico solo come curiosità non come critica. Un po’ come quando si cronometravano le performances di Muchelangeli.-

ZetaZeta
Messaggi: 847
Iscritto il: 06 mag 2017 21:03

Re: Muti Chailly

Messaggio da ZetaZeta » 15 mag 2021 22:40

Non capisco il nesso tra la qualità di un concerto, l'atteggiamento del direttore e la durata dei brani, ma probabilmente è un limite mio.

Di queste cose è naturale che se ne parli, perché i personaggi coinvolti sono personaggi pubblici, famosi, che utilizzano anche la loro fama per mandare messaggi, come quelli di Muti sulla cultura, spesso condivisibili. Questi episodi però non aiutano a rendere più credibili tali messaggi purtroppo.
E a me dispiace perché, nonostante tutto, vorrei più Muti e meno Fedez (ad esempio) in giro.

Rispondi