Parsifal in streaming dalla Wiener Staatsoper

Discussioni: per i neofiti che vogliono togliersi dei dubbi e per gli esperti che vogliono approfondire...
Rispondi
marco_
Messaggi: 413
Iscritto il: 21 gen 2018 14:19

Parsifal in streaming dalla Wiener Staatsoper

Messaggio da marco_ » 18 apr 2021 19:17

Ai wagneriani consiglio questo spettacolo, interessante seppure non memorabile: https://cdn.mlwrx.com/sys/r.aspx?sub=18 ... &link=r7we

Uno dei limiti è la concertazione di Jordan: precisa e decisamente scorrevole, ma purtroppo caratterizzata da una rigidità che a mio avviso appesantisce e limita le espressioni della musica, quasi ne mozzasse a tratti il respiro. Altrettanto limitati paiono i colori della grande orchestra in buca e le sfumature del coro viennese, che saprebbe essere il migliore al mondo in Parsifal.

Il versante vocale è importante, a partire dal Gurnemanz umano e nobile di Zeppenfeld, di primissima grandezza. Brava la Garanča che debutta nel ruolo: impeccabile come attrice, e splendida per saper dosare le dinamiche benché non ci sia forse il metallo vocale che dà un’aura lunare alle migliori Kundry. Molto solidi gli altri; Kaufmann, probabilmente nel ruolo che oggi gli sta meglio addosso, Tézier che dipinge un Amfortas emozionante benché lievemente sopra le righe o comunque esteriore, e Koch quasi sprecato come Klingsor.

L’allestimento di Serebrennikov fa senz’altro pensare, e mi sembra riuscito nel dipingere il clima di desolazione umana sia in scena che nei video studiatissimi. Non mi convince dal punto di vista drammaturgico, per tante idee (alcune splendide, come le donne che si prendono delicatamente cura di Parsifal all’inizio del terzo atto) ma senza un’apparente arcata portante, e l’uso del doppio in modo eccessivo. Encomiabile la regia televisiva.



daphnis
Messaggi: 2031
Iscritto il: 17 mag 2014 10:01

Re: Parsifal in streaming dalla Wiener Staatsoper

Messaggio da daphnis » 18 apr 2021 22:54

No Marco stavolta dissento. Riguardalo e riascoltalo, forse non eri di buon umore. E' lo spettacolo forse più sconvolgente del periodo recente, non foss'altro che per il suono "leggero-tragico" inventato da uno strepitoso Philippe Jordan e per l'idea-realizzazione del personaggio di Amfortas grazie ad un Ludovic Tezier da letterale pelle d'oca: mai visto cantare-recitare così!! Ho chiuso l'atto 1 e vado a nanna, per fortuna è disponibile diversi giorni e me lo gusterò pian piano con ascolti ripetuti.

marco vizzardelli

P.s. Marco secondo me tu qui hai una cattiva riproduzione-audio: mi stanno riempiendo il telefono di messaggi proprio sul suono sconvolgente di Jordan e orchestra, ed è flessibilissimo!!

marco_
Messaggi: 413
Iscritto il: 21 gen 2018 14:19

Re: Parsifal in streaming dalla Wiener Staatsoper

Messaggio da marco_ » 19 apr 2021 08:23

Ci mancherebbe Marco, è il bello di gusti diversi. Sarà ancora meglio confrontarsi dopo ascolti dal vivo quando possibile!

Non nego la bellezza di suono (ascrivibile anche all’orchestra che esegue Parsifal tutti gli anni ormai a memoria, con uno splendore che trascende le scelte di chi sta sul podio), così come lo stile leggero-tragico che a tratti ricorda addirittura Böhm. Semplicemente preferisco una lettura diversa, meno geometrica e senza l’horror vacui nei confronti di rallentamenti e silenzi (qui ricordo una sola pausa, splendida, nel secondo atto). In questo senso la produzione di Monaco 3 anni fa fu più coinvolgente per me.

Riguardo a Tézier è senz’altro bravo e di effetto, giganteggiando in scena, ma per lo splendido carattere di Amfortas prediligo un approccio più trattenuto.

P.S.
Uso cuffie tedesche con equalizzazione non marcata, concepite per la musica classica.

daphnis
Messaggi: 2031
Iscritto il: 17 mag 2014 10:01

Re: Parsifal in streaming dalla Wiener Staatsoper

Messaggio da daphnis » 19 apr 2021 09:27

Infatti è sempre bellissimo confrontarsi. Oggi ho parecchio da fare, ma stasera mi dò all'atto di Kundry. Poi ci si scrive!
Ciao

marco vizzardelli

cavalieredanese
Messaggi: 209
Iscritto il: 30 mar 2013 12:44

Re: Parsifal in streaming dalla Wiener Staatsoper

Messaggio da cavalieredanese » 22 apr 2021 10:31

Ho terminato di ascoltare questo Parsifal ieri sera. Sul piano musicale eccelso, spesso era una goduria ascoltarlo, anche se non sono un fan di Kaufmann. A proposito, quest’ultimo mi è piaciuto molto nel secondo atto, mentre nel terzo è tornata un po’ la voce ingolata che presenta spesso. Sono d’accordo anche sul “Koch quasi sprecato come Klingsor”. La cosa invece che mi ha lasciato perplesso è stata la solita regia nordica che stravolge completamente l’opera. Non siamo al livello dissacratorio del Parsifal bolognese ma la strada è la stessa. D’accordo che si cerca di riproporre in termini moderni una vicenda scritta 140 anni fa, ma quello che risulta è un gazzabuglio che si fa fatica a dipanare .Non entro nel merito dei singoli elementi perché ci sarebbe da scrivere delle pagine, ma trovo che il prodotto finale abbia pochi collegamenti con la musica. L’idea che la cerca del Graal sia una specie di liberazione dei prigionieri, potrebbe anche essere buona, ma con quello che viene realizzato c’entra abbastanza poco. Diverse sono poi le banalizzazioni, tipo l’urlo di Kundry nel II atto, dovuto a dell’acqua rovesciata da un bicchiere, la stessa Kundry che spara a Klingsor al termine dell’atto, oppure fa foto di tatuaggi in carcere nel primo atto. Anche il finale, in cui i prigionieri escono, lascia perplessi.

Rispondi