Orlin Anastassov

Discussioni: per i neofiti che vogliono togliersi dei dubbi e per gli esperti che vogliono approfondire...

Moderatori: il_bonazzo, Berlioz

Rispondi
palagio_altero
Messaggi: 148
Iscritto il: 10 nov 2005 16:55

Orlin Anastassov

Messaggio da palagio_altero » 11 nov 2005 08:38

Che ne pensate di questo basso bulgaro che sta riscuotendo grandi successi?
A me personalmente piace molto: bella voce innanzitutto, buon volume, bella presenza scenica e grande senso del teatro. Acuti sfavillanti e note centrali piene e timbrate. Peccato davvero che il registro grave sia molto debole, direi irriconoscibile rispetto al resto della gamma. Lui sarà (spero) consapevole di questo suo limite e quindi mi chiedo perché si ostini a cantare robe tipo Zaccaria, Padre Guardiano, Fiesco quando (anche in Verdi) c'è pieno di ruoli per basso cantabile senza affondi nella regione grave (Attila, Pagano, ecc.). Probabilmente perché lo pagano bene immagino!

Saluti a tutti. Jacopo.



Avatar utente
ilavioletta
Messaggi: 1087
Iscritto il: 12 mar 2003 16:38

Messaggio da ilavioletta » 11 nov 2005 10:14

Non posso che concordare: un giovane e bravissimo basso dall'imponente presenza scenica e dalla bella voce, sorprendentemente timbrata e stentorea negli acuti. Sì, peccato davvero per i suoni gravi, ancora un po' diafani. Ho avuto modo di vederlo dal vivo in varie occasioni (come Zaccaria e nel Requiem di Verdi a Genova; come Silva a Vigoleno; come Méphistophélès a Montecarlo) e di sentirlo in alcune registrazioni (Stabat Mater di Rossini da Cuenca, per esempio) e mi ha sempre colpito positivamente. Le premesse per un'ottima carriera ci sono tutte.

Ilaria
"Gaie comari di Windsor! è l'ora!
L'ora d'alzar la risata sonora!
L'alta risata che scoppia, che scherza,
Che sfolgora, armata
Di dardi e di sferza!"

Avatar utente
mascherpa
Messaggi: 13495
Iscritto il: 28 apr 2004 14:12
Località: Borgotaro - Venezia

Messaggio da mascherpa » 11 nov 2005 12:12

Speriamo che non si metta anche lui a "forzare" nel registro che non gli è congeniale, sennò addio, come tanti altri.

Purtoppo dopo due spettacoli (Nabucco e Macbeth) avevano già cominciato a paragonarlo a Ghiaurov: un metodo buono per sfruttarlo, ma ottimo per rovinarlo...
«...monta l'animo in aitezze. Lo fantastico piace allo fantastico» (Anonimo romano, Cronica, 1357)

Immagine

τί μοι σὺν δούλοισιν;

Avatar utente
Tebaldiano
Messaggi: 13353
Iscritto il: 16 gen 2004 16:17
Località: Toscana

Re: Orlin Anastassov

Messaggio da Tebaldiano » 11 nov 2005 16:19

palagio_altero ha scritto:Che ne pensate di questo basso bulgaro che sta riscuotendo grandi successi?
A me personalmente piace molto: bella voce innanzitutto, buon volume, bella presenza scenica e grande senso del teatro. Acuti sfavillanti e note centrali piene e timbrate. Peccato davvero che il registro grave sia molto debole, direi irriconoscibile rispetto al resto della gamma. Lui sarà (spero) consapevole di questo suo limite e quindi mi chiedo perché si ostini a cantare robe tipo Zaccaria, Padre Guardiano, Fiesco quando (anche in Verdi) c'è pieno di ruoli per basso cantabile senza affondi nella regione grave (Attila, Pagano, ecc.). Probabilmente perché lo pagano bene immagino!

Saluti a tutti. Jacopo.
Io ho conosciuto personalmente Orlin.
In Bulgaria e, in generale, in tutti paesi dell'Est è d'uso cantare subito di tutto. Si debutta presto e si canta di tutto.
A 27 anni (ora ne ha 29) avevav già cantato pressoché tutto il repertorio pesante di basso. Mi fece l'elenco dei ruoli affrontati e fu impressionante.
Concordo sul registro grave ancora da "maturare", forse per l'età, forse per sua natura, ma magari (non sono un tecnico, quindi azzardo) per l'imitazione dell'impostazione vocale di Ghiaurov, per il quale tutti i cantanti bulgari hanno una vera e propria venerazione.

Nel suo repertorio mi sembra attualmente il secondo basso più interessante tra quelli in attività, più o meno alla pari di Scandiuzzi, quando è ancora in forma. Il mio preferito resta il grandioso René Pape.

Per la cronaca il è di una famiglia in cui cantavano e cantano tutti, con risultati molto più modesti. Il suo fratello maggiore è baritono.
Immagine

Carlo
Messaggi: 4709
Iscritto il: 07 apr 2003 11:37

Messaggio da Carlo » 11 nov 2005 16:23

E' tanto giovane, pieno di qualità... speriamo bene!
Ho letto che farà Mefistofele a Piacenza! Potrebbe essere un bel debutto!!!

Lo troverei molto adatto,a nche come figura!
Ah! parais, tu sais si j'admire
Ton charmant sourire, tes divins attraits!

De tes yeux qu'un rayon de flamme
Penetre mon ame et m'ouvre les cieux!

liù
Messaggi: 195
Iscritto il: 08 mar 2004 21:13

Messaggio da liù » 12 nov 2005 01:27

ciao,

concordo con Tebaldiano x l'imitazione dell'impostazione di Ghiaurov, quando ho sentito Anastassov in occasione del giubileo della Freni, sembrava Ghiaurov giovane, sia vocalmente che fisicamente, mi sa di averlo formulato proprio così nel 3d rispettivo.

Non avevo l'impressione che forzasse o avesse i gravi deboli, ha fatto colpo su di me, sia vocalmente che... :love: :wink: :clap: :clap: :clap:

E' vero però che da allora è passato quasi un anno...
Mi piaccion quelle cose che han sì dolce malia

Avatar utente
Patrizia
Messaggi: 8833
Iscritto il: 27 ago 2002 23:20
Località: Parma
Contatta:

Messaggio da Patrizia » 12 nov 2005 09:49

Anche io conosco Orlin e concordo con quanto dice Tebaldiano. L'ho visto lavorare durante tutte le prove del Macbeth e dell'Ernani a Vigoleno. E' stato effettivamente allevato nel mito di Ghiaurov e alla sua scuola. E nell'Ernani la vicinanza fisica dei due fece restare senza parole tutti al suo primo ingresso sulla scena all'inizio del terzetto. Per un attimo tutti vedemmo Ghiaurov. Chiaro che non lo è e non so se lo diventerà. Per il momento mi pare canti bene e lavori seriamente.
"Where is this rash and most unfortunate man? That's he that was Othello; here I am."

http://www.parmalirica.org/

Avatar utente
manrico64
Site Admin
Messaggi: 17989
Iscritto il: 10 lug 2001 23:31
Contatta:

Messaggio da manrico64 » 12 nov 2005 10:05

Vittorio Mascherpa ha scritto:Speriamo che non si metta anche lui a "forzare" nel registro che non gli è congeniale, sennò addio, come tanti altri. Purtoppo dopo due spettacoli (Nabucco e Macbeth) avevano già cominciato a paragonarlo a Ghiaurov: un metodo buono per sfruttarlo, ma ottimo per rovinarlo...
perfettamente d'accordo con Vittorio!
Danilo

Avatar utente
manrico64
Site Admin
Messaggi: 17989
Iscritto il: 10 lug 2001 23:31
Contatta:

Re: Orlin Anastassov

Messaggio da manrico64 » 16 set 2018 09:46

riporto alla luce questo interessante thread del 2005 in cui si parlava del giovane Anastassov.
Che grande peccato che un cantante delle sue potenzialità non sia riuscito a soddisfare le speranze dei tanti appassionati che lo seguivano nei suoi primi anni di carriera.
Mi è venuto in mente in questo momento, ascoltandolo su RAI5 ne I vespri siciliani andati in scena nel 2003 a Busseto, dove fu un Procida non meno che ottimo.
Poi, sia chiaro, ha fatto una buona carriera internazionale e credo canti ancora in teatri importanti, ma le premesse erano ben altre. Che ne pensate?
Danilo

Rispondi