La scomparsa di Giuseppe Azzali

Discussioni: per i neofiti che vogliono togliersi dei dubbi e per gli esperti che vogliono approfondire...
Rispondi
Avatar utente
Tebaldiano
Messaggi: 14710
Iscritto il: 16 gen 2004 16:17
Località: Toscana

La scomparsa di Giuseppe Azzali

Messaggio da Tebaldiano » 04 dic 2019 18:11

Vorrei ricordare la recente e improvvisa scomparsa di Giuseppe Azzali, per molti anni un'istituzione nel mondo dell'opera di Parma, con il suo negozio di dischi e libri molto fornito, tra i più noti in tutta Italia. Ma il nome di Azzali (la cui attività è proseguita tramite i figli) è anche noto per essere uno degli editori più conosciuti nell'ambito delle biografie dei cantanti d'opera, per lo più dei grandi nomi del dopoguerra.
Immagino che sugli scaffali di molti iscritti al forum ci siano alcuni tra i volumi (sempre molto curati) pubblicati negli anni, con le caratteristiche sovracopertine rosse e nere.


Immagine

Avatar utente
Patrizia
Messaggi: 9021
Iscritto il: 27 ago 2002 23:20
Località: Parma
Contatta:

Re: La scomparsa di Giuseppe Azzali

Messaggio da Patrizia » 04 dic 2019 20:23

Peppino Azzali era anche Rigoletto nel Club dei 27.
Sulla Gazzetta di Parma di oggi molti lo hanno salutato unendo al suo nome quello dell'opera di Verdi che lui rappresentava nell'ambito dello storico Club parmigiano.
Dopo lo struggente addio nella camera mortuaria dell'Ospedale, ha ben raccontato di lui, alla fine della cerimonia funebre in chiesa, il Presidente dei 27 Enzo Petrolini.
Alla figlia Daniela e al figlio Armando che lo hanno affiancato nella sua attività e ora dovranno continuare da soli, sono arrivati messaggi e telefonate di cordoglio da ogni dove.
Per chi, del mondo della lirica, arriva a Parma, il negozio di Azzali è la prima tappa. Lo ricordava il regista Renato Bonajuto, accorso da Novara per salutarlo. Io nel suo negozio di via D'Azeglio - un lungo corridoio dal tetto a botte foderato di meraviglie musicali - ci sono cresciuta. C'erano, nell'angolo più lontano dall'ingresso, alcune poltroncine dove il sabato mattina si riuniva a parlare d'opera un gruppo di antichi loggionisti suoi amici, e noi giovani, accolti con benevolenza in tale consesso, ci sentivamo dei privilegiati. Ciao Rigoletto.
"Where is this rash and most unfortunate man? That's he that was Othello; here I am."

http://www.parmalirica.org/

abc
Messaggi: 2687
Iscritto il: 30 gen 2006 20:34

Re: La scomparsa di Giuseppe Azzali

Messaggio da abc » 05 dic 2019 10:20

Immagine

Avatar utente
steccanella
Messaggi: 3162
Iscritto il: 14 feb 2007 18:48

Re: La scomparsa di Giuseppe Azzali

Messaggio da steccanella » 06 dic 2019 13:04

Mi spiace, anni fa ho pubblicato per loro il mio libro su Montserrat Caballé ma ebbi sempre a che fare con il figilo Armando
Elfo Catalano

Rispondi