Tosca alla Scala, 7 dicembre 2019

Discussioni: per i neofiti che vogliono togliersi dei dubbi e per gli esperti che vogliono approfondire...
Rispondi
daphnis
Messaggi: 1723
Iscritto il: 17 mag 2014 10:01

Re: In attesa di Tosca (Tosca nella musica e nel cinema) - Scala, 7 dicembre 2019

Messaggio da daphnis » 04 dic 2019 12:33

Sono perfettamente d'accordo con l'intervento di cui sopra di giors 1968, e non è la prima volta che lo faccio notare: è assolutamente scorretto verso il teatro che sta lavorando allo spettacolo, verso gli autori dello spettacolo e verso il resto del pubblico sortire, "svelando", da una prova generale. Mi è accaduto più volte di presenziarvi ma mi son sempre fatto punto d'onore di non parlarne nei particolari (posso ammettere al più, in caso d'entusiasmo, una generica reazione, "è bellissimo", o "aspettatevi qualcosa di bello", fin qui non c'è nulla di male). Ma chi ci va dovrebbe avere la sensibilità di stare zitto sui particolari dello spettacolo: fossi i teatri, perseguirei severamente tale malcostume. E tali interventi andrebbero immediamente cancellati appena inseriti in un forum. Una prova è una prova (anche qualora sia aperta a chi vi sia stato ammesso) cioé attiene al teatro stesso, e basta. Il silenzio dovrebbe essere un codice etico.

marco vizzardelli



violamargherita
Messaggi: 1237
Iscritto il: 16 feb 2011 00:19

Re: In attesa di Tosca (Tosca nella musica e nel cinema) - Scala, 7 dicembre 2019

Messaggio da violamargherita » 04 dic 2019 12:53

giors1968 ha scritto:
04 dic 2019 12:20
M.Grazia Pellegrini ha scritto:
02 dic 2019 17:06
Io c'ero, il teatro non è "venuto giù", ma in effetti molti applausi ad opera conclusa, a scena aperta applausi solo per il "vissi d'arte". A me quello che ha convinto di più è stato Meli, ma io ho dei problemi col timbro di voce della Netbretko (sicuramente non ho scritto correttamente il nome). Salsi uno Scarpia all'insegna della tradizione. Ero in un palco laterale, dietro, per cui ho visto solo in parte le scene, comunque, mi sono sembrate tutto sommato corrette, qualche trovata discutibile, Tosca invece di precipitare, viene assunta in cielo come la Madonna... per quanto riguarda le parti inedite, non ho colto nulla di particolarmente significativo. Comunque direi uno spettacolo che funziona bene, con tre protagonisti adeguati.
Gentili Moderatori,
se vi va bene che qualcuno che ha la fortuna di entrare alla prova generale, spoileri la soluzione registica per il finale ed esprima giudizi ancor prima della prima...
fate voi...
Non aggiungo altro
Concordo al 100%. Siamo all’abicì della creanza. Da questa Tosca non mi aspetto nulla. Ma fin che non va in scena ufficialmente è eticamente disdicevole - fatta salva la buona fede di M.Grazia Pellegrini - parlarne entrando nel merito.

umangialaio
Messaggi: 1706
Iscritto il: 15 mar 2010 14:45
Località: Milano

Re: In attesa di Tosca (Tosca nella musica e nel cinema) - Scala, 7 dicembre 2019

Messaggio da umangialaio » 04 dic 2019 13:05

Ma non vi va bene neanche se qualcuno ne racconta dopo la primina giovani di questa sera?

U

violamargherita
Messaggi: 1237
Iscritto il: 16 feb 2011 00:19

Re: In attesa di Tosca (Tosca nella musica e nel cinema) - Scala, 7 dicembre 2019

Messaggio da violamargherita » 04 dic 2019 13:07

umangialaio ha scritto:
04 dic 2019 13:05
Ma non vi va bene neanche se qualcuno ne racconta dopo la primina giovani di questa sera?
Certo che “mi va bene”, in quanto si tratta di uno spettacolo ufficiale con relativa vendita di biglietti (sebbene riservata a una certa categoria di persone). È la prova in quanto prova che, come diceva Karl Böhm citando Richard Strauss, è un qualcosa che non va tradito.

albertoemme
Messaggi: 1088
Iscritto il: 03 feb 2015 17:51

Re: In attesa di Tosca (Tosca nella musica e nel cinema) - Scala, 7 dicembre 2019

Messaggio da albertoemme » 04 dic 2019 13:08

Sulla scenografia ed eventuali colpi di teatro meglio aspettare la prima. Io comunque appena fiuto anticipazioni (ho anche un’amica in Rai che sta lavorando per la diretta) evito di approfondire.-

umangialaio
Messaggi: 1706
Iscritto il: 15 mar 2010 14:45
Località: Milano

Re: In attesa di Tosca (Tosca nella musica e nel cinema) - Scala, 7 dicembre 2019

Messaggio da umangialaio » 04 dic 2019 13:28

A mio modesto avviso l'emozione di assistere in sala a uno spettacolo può essere ridotta, anzi, mi correggo, può essere in qualche modo pregiudicata da un'anticipazione solamente se lo spettacolo è mediocre.

U

Avatar utente
marcob35
Messaggi: 434
Iscritto il: 07 set 2017 16:59
Contatta:

Re: In attesa di Tosca (Tosca nella musica e nel cinema) - Scala, 7 dicembre 2019

Messaggio da marcob35 » 04 dic 2019 14:03

L'assassino è il maggiordomo!!!

Ai tempi in cui furoreggiavano in televisione i grandi sceneggiati RAI in bianco e nero, per una delle serie del tenente Sheridan, il regista Anton Giulio Majano (o il suo successore Leonardo Cortese; ve ne furono 4 edizioni: La donna di fiori, quadri, cuori, picche...), girò due finali diversi (e ovviamente plausibili) a svelamento dell'assassino, che vennero messi in cassaforte e di cui venne scelto solo poco prima della messa in onda quello da trasmettere.
Accadde pure che qualche giornale anticipasse (addirittura il "Radiocorriere TV" aziendale) la conclusione sul periodico con indignazione della concorrenza editoriale ("Sorrisi e Canzoni TV") che polemizzava: "Avete rovinato l'ultima sera a milioni di italiani, solo per farvi pubblicità" (allora una media vincente si poteva aggirare sui 20 milioni di spettatori).

Ora, va bene che i melomani (anzi gli operomani) sono una categoria speciale, ma è lecito chiedersi-in un'epoca in cui i Social spadroneggiano-dove stia (nello specifico poi: una delle tante messe in scena mondiali) il problema. Se l'anticipazione si fosse riferita alla generale data a Truccazzano, stracciamento di vesti uguale?

Senza contare che se il teatro volesse davvero tener segreto (non solo sul finale ovviamente) dovrebbe per coerenza non pubblicizzare, conferenziare, trailerare e tutte le prove a porte chiuse (ci voleva Arturo, ci voleva). Poi i giornali (quelli di carta) si basavano spesso e volentieri sulla generale, il giornalista preparava il proprio pezzo, andava alla prima, telefonava i dettagli e via alle rotative, per uscire sì il giorno dopo, la mattina, altrimenti c'era l'altra possibilità che ne parliamo in corso di svolgimento delle repliche (la "Nuova Rivista Musicale Italiana", per motivi editoriali ovvio, ne rendeva conto tre-sei mesi appresso).
Quando-e accadeva (accade)-sulla generale (che ha pure un' antigenerale)-non usciva già molto prima della... prima un bel paginone. Figuriamoci con la "primina" per giovani della Scala.

Sono sicuro che moltissimi illustri censori, potendo, uscirebbero allo scoperto per fare scoop.
Oggi esso si fa sui Social e direi che è quasi obbligatorio, dato il trapasso dei tempi.
Consiglio la Tosca nazista polacca del 6 su "OperaVision"...

[redatto alle ore 13:45 del 4.12.2019]

[2 ec per typo]
Ultima modifica di marcob35 il 04 dic 2019 18:40, modificato 2 volte in totale.
Non leggo mai le critiche degli altri. (Paolo Isotta)

umangialaio
Messaggi: 1706
Iscritto il: 15 mar 2010 14:45
Località: Milano

Re: In attesa di Tosca (Tosca nella musica e nel cinema) - Scala, 7 dicembre 2019

Messaggio da umangialaio » 04 dic 2019 14:11

Il teatro non sembra preoccuparsi delle anticipazioni, anzi ne rincara la dose with abandon:

https://milano.corriere.it/notizie/cron ... a806.shtml

U

daphnis
Messaggi: 1723
Iscritto il: 17 mag 2014 10:01

Re: In attesa di Tosca (Tosca nella musica e nel cinema) - Scala, 7 dicembre 2019

Messaggio da daphnis » 04 dic 2019 14:40

Mi rendo conto... personalmente non sono curioso che mi si racconti uno spettacolo che non ho ancora visto. Anzi, preferisco andarci più "vergine" che possibile, di informazioni. E' come se fossimo tutti bambini che, la sera prima di Natale, non resistono alla curiosità e spacchettano in anticipo i regali sotto l'albero. Trovo il tutto un segno del pettegolaio universale dei tempi, e della fretta di "consumare": una colossale portineria mediatica (con rispetto per i custodi di case di una volta, che svolgevano un'importante funzione sociale).


marco vizzardelli

M.Grazia Pellegrini
Messaggi: 12
Iscritto il: 29 giu 2019 10:06

Re: In attesa di Tosca (Tosca nella musica e nel cinema) - Scala, 7 dicembre 2019

Messaggio da M.Grazia Pellegrini » 04 dic 2019 16:47

Mi spiace se ho fatto un intervento fuori luogo, non pensavo di rivelare niente di eclatante, inoltre avevo capito che gli interventi prima di venire pubblicati venissero controllati ed eventualmente bloccati. Chiedo scusa e mi ritiro, metaforicamente parlando, perché tecnicamente non so bene come si faccia.

Rispondi