Kerem Hasan (Eroica a La Verdi): segnarsi il nome!

per discutere di tutto quel che riguarda la musica strumentale
Rispondi
daphnis
Messaggi: 1664
Iscritto il: 17 mag 2014 10:01

Kerem Hasan (Eroica a La Verdi): segnarsi il nome!

Messaggio da daphnis » 12 ott 2019 08:09

Gli utenti di OC che frequentano Innsbruck forse già lo hanno ascoltato (da questa stagione è stabile alla Tyrolean Symphony Orchestra, e in loco ha diretto I Racconti di Hoffmann).
Io l'ho ascoltato ieri sera a La Verdi (replica domani domenica all'Auditorium milanese) in una freschissima quanto intelligente lettura della Eroica di Beethoven: stile asciutto, mai ridondante, ogni frase proporzionata alla precedente ed alla successiva, ha già senso pieno del "tutto" (pur molto dettagliato) e piena intelligenza di lettura (c'è una marcia funebre sorvegliatissima) e calibra sempre il suono, per cui un "climax (e l'Eroica questo è, tensioni che si rilasciano poi tornano) arriva preparato ad hoc. A 27 anni, è tanto! Questa l'età di Kerem Hasan, nato a Londra, assistente e pupillo di Bernard Haitink, studi anche con Salonen. Suono e stile ricordano, per dare un'idea, quelli del giovane Rattle degli anni di Birmingham, senso del ritmo ed un certo "swing" compresi. Interessantissimo, infatti già richiesto da notevoli orchestre intenazionali.
Il concerto de La Verdi è interessante anche per la presenza del cornista Felix Klieser nel K447 di Mozart, e per l'esecuzione dell'ouverture da Il Flauto Magico. Segnarsi il nome: Kerem Hasan.


marco vizzardelli



Avatar utente
mascherpa
Messaggi: 14038
Iscritto il: 28 apr 2004 14:12
Località: Borgotaro - Venezia

Re: Kerem Hasan (Eroica a La Verdi): segnarsi il nome!

Messaggio da mascherpa » 15 ott 2019 19:13

Dalla stagione 2019-20 Chefdirigent del Tiroler Symphonieorchester (mi fa uno strano effetto leggerne il nome in inglese), a Innsbruck Kerem Hasan ha diretto il suo concerto "di presentazione" nel marzo scorso ed esordirà dopodomani come titolare dell'orchestra affrontando la Decima di DSch. In questa stagione dirigerà poi altri due concerti sinfonici e, in teatro, il Samson et Dalila a partire dal 21 dicembre. Analogamente, il nuovo Chefdirigent del Tiroler Landestheater (l'orchestra in buca è la stessa anche di nome), Lukas Beikircher, dirigerà un concerto con i Vier letze Lieder di Strauss e la Quarta di Bruckner. Nelle stagioni 2014-17 il Tiroler Symphonieorchester Innsbruck ebbe invece per entrambe le attività un unico Chefdirigent, che recensii molte volte per l'opera e per tre concerti.

Ho sentito Hasan solo nel novembre del 2018 a Venezia, quando ormai "si sapeva" della sua nomina a Innsbruck ma essa non compariva ancora nel suo curriculum, quindi non ne scrissi nella recensione. In quell'occasione mi colpì molto la cura dedicata a un breve pezzo nuovo; poi diresse il XXII concerto per violino di Viotti e la Quarta di Beethoven. Non so dire in che precisa forma sia stato coinvolto nei Contes di Innsbruck (spettacolo inaugurale della stagione 2017-18), perché il direttore fu un altro sia alla prémière, sia alla replica a cui ritornai, e per di più non ho sottomano il programma dello spettacolo, però anche nel curriculum pubblicato un anno fa dalla Fenice si legge che "ha lavorato con il Tiroler Landestheater (Les Contes d'Hoffmann)": probabilmente si trattò d'una Musikalische Assistenz (come si dice da quelle parti).
Der Weg der neuern Bildung geht
von Humanität
durch Nationalität
zur Bestialität

(F. Grillparzer, aprile 1849)

Immagine

τί μοι σὺν δούλοισιν;

Rispondi