I falsi "Quadri" musorgskijani by Ravel (Maurice facci il trucco)

per discutere di tutto quel che riguarda la musica strumentale
Dr.Malatesta
Messaggi: 3154
Iscritto il: 23 gen 2008 14:06

Re: I falsi "Quadri" musorgskijani by Ravel (Maurice facci il trucco)

Messaggio da Dr.Malatesta » 16 ago 2019 15:00

daphnis ha scritto:
16 ago 2019 14:37
Sono molto d'accordo con Giulio Santini. I Quadri in versione orchestrale Ravel mi provocano la medesima istintiva reazione che m'innesta la Petite Messe Solemnelle in versione orchestrale (trovo sublime, ed eseguirei solo quella con le tastiere). Tendenzialmente, ove siano in programma, mi astengo dal comperare il biglietto. Purtuttavia riconosco che sono stati palestra di interpreti eccezionali (almeno due nella mi esperienza dal vivo, Carlo Maria Giulini ieri, Valery Gergiev oggi. Invece , ricordo di aver sonoramente buato, dalla seconda fila di platea del Teatro alla Scala, una tonitruante, retorica, pomposa Grande Porta di KIev by Riccardo Muti... ma era cosa d'anni fa).

marco vizzardelli
Si dice che Rossini lo fece per evitare che lo facessero altri: ecco sarebbe stato meglio che avesse lasciato la mano a qualcun altro un po’ più ispirato. La sua orchestrazione è davvero brutta. Uno sogno fanta-musicale è la Petite Messe orchestrata da Stravinsky


Matteo

fuor del mar ho un mare in seno

Avatar utente
Giulio Santini
Messaggi: 539
Iscritto il: 02 mar 2016 17:29

Re: I falsi "Quadri" musorgskijani by Ravel (Maurice facci il trucco)

Messaggio da Giulio Santini » 07 set 2019 18:10

Mi sono reso conto che un brano che, orchestrato, peggiora poco o punto è il "Cantico di Jean Racine" di Fauré.

Rispondi