Rossini Opera Festival 2018

Discussioni: per i neofiti che vogliono togliersi dei dubbi e per gli esperti che vogliono approfondire...

Moderatori: il_bonazzo, Berlioz

Avatar utente
Tebaldiano
Messaggi: 13544
Iscritto il: 16 gen 2004 16:17
Località: Toscana

Rossini Opera Festival 2018

Messaggio da Tebaldiano » 07 lug 2018 17:03

Nessuno ancora dice qualcosa sul ROF 2018?
Due opere all'Adriatic Arena, Ricciardo e Zoraide con Florez e la Yende e un Barbiere di Siviglia sulla carta non imprescindibile (poi non si sa mai), Adina, la Petite Messe e l'inevitabile Viaggio a Reims con i ragazzi dell'Accademia al Teatro Rossini, più qualche concerto.
Io andrò solo a vedere Ricciardo e Zoraide.


Immagine

ZetaZeta
Messaggi: 318
Iscritto il: 06 mag 2017 21:03

Re: Rossini Opera Festival 2018

Messaggio da ZetaZeta » 08 lug 2018 09:35

Considerato che era l'anniversario di Rossini, l'unica cosa che si può dire è " vergogna ".

Avatar utente
Martino Badoéro di Sanval
Messaggi: 1999
Iscritto il: 17 giu 2007 15:06
Località: Bussolengo

Re: Rossini Opera Festival 2018

Messaggio da Martino Badoéro di Sanval » 08 lug 2018 10:33

ZetaZeta ha scritto:
08 lug 2018 09:35
Considerato che era l'anniversario di Rossini, l'unica cosa che si può dire è " vergogna ".
Perché? Barbiere sarà il solito prezzemolino, ma Ricciardo e Adina sono due bei titoli assenti da tanto.
Non posso credere che un fatto del genere sia accaduto in un posto così tranquillo come Cabot Cove...

antuan
Messaggi: 1979
Iscritto il: 15 dic 2002 18:06
Località: Montecatini Terme
Contatta:

Re: Rossini Opera Festival 2018

Messaggio da antuan » 08 lug 2018 11:10

direi che si poteva fare di più.
un regista meno decotto nel Barbiere, osare di più nei cast.. e soprattutto una grande edizione di Semiramide che manca ormai da troppi anni. però Ricciardo e Zoraide merita un viaggetto.

Avatar utente
il_bonazzo
Messaggi: 14824
Iscritto il: 03 lug 2002 14:21
Località: Pescara

Re: Rossini Opera Festival 2018

Messaggio da il_bonazzo » 08 lug 2018 11:26

ZetaZeta ha scritto:
08 lug 2018 09:35
Considerato che era l'anniversario di Rossini, l'unica cosa che si può dire è " vergogna ".
Personalmente non vedo cosa ci sia da gridare alla vergogna. C'è un opera monstre come il Ricciardo dove canta Florez, alla prima e presumo unica esperienza nel ruolo, e considerato che ormai il suo repertorio vira decisamente verso ruoli più lirici e fuori dall'Italia mi pare una gran cosa; un altro interessante tenore come Romanovsky e un buon soprano come la Yende, che non sarà un Colbran ma almeno non è l'allieva dell'accademia buttata lì dopo aver cantato l'anno prima Modestina o Delia. Un'altra rarità come Adina con un cast pure qui di tutto rispetto, con l'ottimo Priante, l'Oropesa che anche in questo caso è un soprano internzazionale in pioena carriera, l'interessantissimo tenore Sekgapane e due comprimari di lusso. Barbiere già più routinier, ma con la curiosità del ritorno di Pertusi a Don Basilio dopo anni e anni e una vecchia gloria come Elena Zilio. Degli allestimenti chiaramente nulla si può dire, però Pynkoski è un nome di una certa importanza che poco si vede in Italia quindi, sempre sulla carta, credo potrà essere un motivo di richiamo.
"Spengi quella telecamera! Spengila, t'ho detto!!!"
Immagine

ZetaZeta
Messaggi: 318
Iscritto il: 06 mag 2017 21:03

Re: Rossini Opera Festival 2018

Messaggio da ZetaZeta » 08 lug 2018 15:54

il_bonazzo ha scritto:
08 lug 2018 11:26
ZetaZeta ha scritto:
08 lug 2018 09:35
Considerato che era l'anniversario di Rossini, l'unica cosa che si può dire è " vergogna ".
Personalmente non vedo cosa ci sia da gridare alla vergogna. C'è un opera monstre come il Ricciardo dove canta Florez, alla prima e presumo unica esperienza nel ruolo, e considerato che ormai il suo repertorio vira decisamente verso ruoli più lirici e fuori dall'Italia mi pare una gran cosa; un altro interessante tenore come Romanovsky e un buon soprano come la Yende, che non sarà un Colbran ma almeno non è l'allieva dell'accademia buttata lì dopo aver cantato l'anno prima Modestina o Delia. Un'altra rarità come Adina con un cast pure qui di tutto rispetto, con l'ottimo Priante, l'Oropesa che anche in questo caso è un soprano internzazionale in pioena carriera, l'interessantissimo tenore Sekgapane e due comprimari di lusso. Barbiere già più routinier, ma con la curiosità del ritorno di Pertusi a Don Basilio dopo anni e anni e una vecchia gloria come Elena Zilio. Degli allestimenti chiaramente nulla si può dire, però Pynkoski è un nome di una certa importanza che poco si vede in Italia quindi, sempre sulla carta, credo potrà essere un motivo di richiamo.
Se per te nell'anniversario del dedicatario del festival fare un'opera di routine e nemmeno in un'edizione fenomenale e due opere che - con tutto il rispetto per Ricciardo - non sono tra le vette del pesarese, avendo a disposizione - come dici tu - dei cast migliori del solito, tralasciando altre ben più importanti (Elisabetta, Semiramide, Guglielmo Tell, Armida) è normale, così come il fatto che si continuino a fare le opere in un palazzetto dello sport, allora non so cosa dirti. Per me, se il ROF continua così, c'è molto di che preoccuparsi.

Avatar utente
Rossini77
Messaggi: 1228
Iscritto il: 06 ago 2007 10:17
Località: Biandrate (NO)

Re: Rossini Opera Festival 2018

Messaggio da Rossini77 » 08 lug 2018 15:59

ZetaZeta ha scritto:
08 lug 2018 15:54
il_bonazzo ha scritto:
08 lug 2018 11:26
ZetaZeta ha scritto:
08 lug 2018 09:35
Considerato che era l'anniversario di Rossini, l'unica cosa che si può dire è " vergogna ".
Personalmente non vedo cosa ci sia da gridare alla vergogna. C'è un opera monstre come il Ricciardo dove canta Florez, alla prima e presumo unica esperienza nel ruolo, e considerato che ormai il suo repertorio vira decisamente verso ruoli più lirici e fuori dall'Italia mi pare una gran cosa; un altro interessante tenore come Romanovsky e un buon soprano come la Yende, che non sarà un Colbran ma almeno non è l'allieva dell'accademia buttata lì dopo aver cantato l'anno prima Modestina o Delia. Un'altra rarità come Adina con un cast pure qui di tutto rispetto, con l'ottimo Priante, l'Oropesa che anche in questo caso è un soprano internzazionale in pioena carriera, l'interessantissimo tenore Sekgapane e due comprimari di lusso. Barbiere già più routinier, ma con la curiosità del ritorno di Pertusi a Don Basilio dopo anni e anni e una vecchia gloria come Elena Zilio. Degli allestimenti chiaramente nulla si può dire, però Pynkoski è un nome di una certa importanza che poco si vede in Italia quindi, sempre sulla carta, credo potrà essere un motivo di richiamo.
Se per te nell'anniversario del dedicatario del festival fare un'opera di routine e nemmeno in un'edizione fenomenale e due opere che - con tutto il rispetto per Ricciardo - non sono tra le vette del pesarese, avendo a disposizione - come dici tu - dei cast migliori del solito, tralasciando altre ben più importanti (Elisabetta, Semiramide, Guglielmo Tell, Armida) è normale, così come il fatto che si continuino a fare le opere in un palazzetto dello sport, allora non so cosa dirti. Per me, se il ROF continua così, c'è molto di che preoccuparsi.
Ricciardo e Adina non saranno due opere tra le vette del pesarese, ma io trovo corretto averle programmate nel 2018 essendo il loro bicentenario.
A me l'armi porgete. Io son Guglielmo Tell.

Immagine
Cavalieri dell'Ordine Subalpino

Avatar utente
Martino Badoéro di Sanval
Messaggi: 1999
Iscritto il: 17 giu 2007 15:06
Località: Bussolengo

Re: Rossini Opera Festival 2018

Messaggio da Martino Badoéro di Sanval » 08 lug 2018 16:29

ZetaZeta ha scritto:
08 lug 2018 15:54
Se per te nell'anniversario del dedicatario del festival fare un'opera di routine e nemmeno in un'edizione fenomenale e due opere che - con tutto il rispetto per Ricciardo - non sono tra le vette del pesarese, avendo a disposizione - come dici tu - dei cast migliori del solito, tralasciando altre ben più importanti (Elisabetta, Semiramide, Guglielmo Tell, Armida) è normale, così come il fatto che si continuino a fare le opere in un palazzetto dello sport, allora non so cosa dirti. Per me, se il ROF continua così, c'è molto di che preoccuparsi.
Semiramide è prevista l'anno prossimo, titolo inaugurale del 40° Festival.
Non posso credere che un fatto del genere sia accaduto in un posto così tranquillo come Cabot Cove...

Avatar utente
il_bonazzo
Messaggi: 14824
Iscritto il: 03 lug 2002 14:21
Località: Pescara

Re: Rossini Opera Festival 2018

Messaggio da il_bonazzo » 08 lug 2018 18:52

Martino Badoéro di Sanval ha scritto:
08 lug 2018 16:29
ZetaZeta ha scritto:
08 lug 2018 15:54
Se per te nell'anniversario del dedicatario del festival fare un'opera di routine e nemmeno in un'edizione fenomenale e due opere che - con tutto il rispetto per Ricciardo - non sono tra le vette del pesarese, avendo a disposizione - come dici tu - dei cast migliori del solito, tralasciando altre ben più importanti (Elisabetta, Semiramide, Guglielmo Tell, Armida) è normale, così come il fatto che si continuino a fare le opere in un palazzetto dello sport, allora non so cosa dirti. Per me, se il ROF continua così, c'è molto di che preoccuparsi.
Semiramide è prevista l'anno prossimo, titolo inaugurale del 40° Festival.
Appunto, con Salome Jicia. :roll: Armida l'hanno fatta nel 2015, malino ma l'hanno fatta, Tell nel 2013. Un festival come quello di Pesaro deve avere come mission quella della proposta di titoli desueti ma in edizioni quanto più solide possibili dal punto di vista musicale. Ho scritto a profusione sul male andazzo che aveva preso il festival negli ultimi anni, cioè (come anche ricordato sopra) buttare sul palcoscenico gente con esperienza praticamente limitata all'accademia rossiniana in ruoli Colbran, Nozzari e David. Quest'anno mi sembra, almeno sulla carta, che le scelte siano più sensate. Sul fatto di continuare a rappresentarle nel nulla più assoluto dell'Adriatic Arena non posso che darti ragionissima, pare che siano finalmente iniziati i lavori di ristrutturazione del vecchio Palasport in centro, speriamo che non si ingolfino e che si possa tornare lì quanto prima possibile.
"Spengi quella telecamera! Spengila, t'ho detto!!!"
Immagine

Avatar utente
Garibaldo69
Messaggi: 334
Iscritto il: 24 feb 2006 21:00
Località: Faenza

Re: Rossini Opera Festival 2018

Messaggio da Garibaldo69 » 09 lug 2018 10:19

Mi unisco alle critiche, per il 150° un edizione veramente scarsa, di nuovo il Barbiere?
Con tutto il rispetto ma anche Adina non mi sembra un titolo per una edizione come questa.
Ricciardo, ok debutta Florez e torna dopo il 2016 ma puntare fondamentalmente su questo titolo, il peggiore del repertorio napoletano, grazie anche ad uno dei peggiori libretti in assoluto, per il 150°non è esaltante.
Edizione 1992, Barbiere a parte, Viaggio a Reims, quello vero, Semiramide e Scala di Seta sicuramente meglio di Adina.
Per il 2019 non vedo l'ora per Semiramide, molto meno per la Jicia, io stendo un velo sulla sua Elena di due anni fa.

Rispondi