Aida alla Scala

Discussioni: per i neofiti che vogliono togliersi dei dubbi e per gli esperti che vogliono approfondire...

Moderatori: il_bonazzo, Berlioz

PieroF
Messaggi: 117
Iscritto il: 16 apr 2014 07:44
Località: Milano

Aida alla Scala

Messaggio da PieroF » 10 mag 2018 07:31

Qualcuno è stato alla prima dell'altro ieri dell'Aida alla Scala ?



Avatar utente
massenetiana
Messaggi: 577
Iscritto il: 11 dic 2017 12:06
Località: Costiera Amalfitana e zona vesuviana

Re: Aida alla Scala

Messaggio da massenetiana » 10 mag 2018 11:41

Io che non posso allontanarmi dalla Campania e in generale sono felice così, per quest'Aida in un primo momento ho pensato di fare un'eccezione (per una delle prossime recite) per vedere questo allestimento storico ed ascoltare Oren e Alvarez, poi non è stato possibile e visto che il tenore argentino non canta più, meno male che ci ho rinunciato!!!! :D
Premesso che mi fa piacere per chi ci è andato e per chi assisterà alle repliche (e mi riferisco anche a molti campani, almeno come dice un giornale della mia zona), mi farebbe piacere leggere il giudizio degli utenti del forum che sono andati o andranno, anche perché da una parte leggo che lo spettacolo non è stato un granché, da un'altra, invece, che si è concluso con oltre sei minuti di applausi...
massenetiana sfegatata

" 'A morte 'o ssaje ched'è? È una livella"
(Antonio De Curtis, 'A livella)

"Ogni napoletano è vesuviano, ogni napoletano è precario ma determinato"
(Maurizio De Giovanni)

fraaaa
Messaggi: 212
Iscritto il: 03 gen 2016 18:24

Re: Aida alla Scala

Messaggio da fraaaa » 10 mag 2018 13:28

Non ci sono andato e non ci andro'come molti milanesi e lombardi che hanno gia'assistito a questa ripresa nel 2012 o alle riprese della piu'recente aida zeffirelliana del 2006 (nei vari 2009 e mi pare 2011). Il cast mi pare buono ma non mi desta alcuna curiosita'intellettuale, voci conosciute, nel conplesso buone ed adeguate per uno "spettacolo bomboniera" adatto a turisti e al botteghino.
Oren lo considero semplicemente un sostituto trovato al'ultimo come rimpiazzo, se di contro fosse stato programmato a inizio anno sarebbe stata scelta semplicemente vergognosa. Conoscenti orchestrali me lo confermano; nessuna impronta particolare dal punto di vista interpretativo e, soprattutto, un "manico" che non riesce a fare il "manico", ovvero un direttore che segue gli orchestrali e non viceversa, come di principio dovrebbe essere.
Spettacolo che, con l'orchestra ed il coro scaligeri che ne conoscono la partitura a menadito, unitamente ad un buon cast (sulla carta: non ci andro'), e, per ultimo ma non irrilevante, un pubblico sold out per 3/4improvvisato, non poteva che essere un successo

Avatar utente
massenetiana
Messaggi: 577
Iscritto il: 11 dic 2017 12:06
Località: Costiera Amalfitana e zona vesuviana

Re: Aida alla Scala

Messaggio da massenetiana » 10 mag 2018 14:58

Quindi si sono autodiretti (e parlo seriamente)...
Lo immaginavo...
Beh a me, se fosse stato possibile, avrebbe fatto piacere andarci perché spesso ascolto Oren a Salerno, ma in effetti immaginavo che non fosse adatto ad un teatro come la Scala... ecco, per me puó andare bene per un teatro di provincia come quello salernitano, già al San Carlo puó andare al massimo come ospite (è molto meglio Valcuha), a maggior ragione alla Scala, anche per me puó essere solo un sostituto... non lo ritengo un direttore da grandi palcoscenici, diciamo che è il Vincenzo Montella della direzione d'orchestra (per fare l'esempio di un napoletano che, con tutto il rispetto, ha dimostrato di non essere da Milan).
Ultima modifica di massenetiana il 10 mag 2018 18:29, modificato 2 volte in totale.
massenetiana sfegatata

" 'A morte 'o ssaje ched'è? È una livella"
(Antonio De Curtis, 'A livella)

"Ogni napoletano è vesuviano, ogni napoletano è precario ma determinato"
(Maurizio De Giovanni)

Avatar utente
Ruan Ji
Messaggi: 1244
Iscritto il: 29 ott 2011 14:13
Località: Shanghai

Re: Aida alla Scala

Messaggio da Ruan Ji » 10 mag 2018 15:04

Oren si sta facendo una reputazione abbastanza solida in Cina dove e' spesso chiamato a dirigere. A shanghai un Nabucco il mese scorso.
Is music such a serious business? I always thought it was meant to make people happy.

Avatar utente
massenetiana
Messaggi: 577
Iscritto il: 11 dic 2017 12:06
Località: Costiera Amalfitana e zona vesuviana

Re: Aida alla Scala

Messaggio da massenetiana » 10 mag 2018 15:18

Ruan Ji ha scritto:
10 mag 2018 15:04
Oren si sta facendo una reputazione abbastanza solida in Cina dove e' spesso chiamato a dirigere. A shanghai un Nabucco il mese scorso.
Ah non sapevo... lo hai visto? Per caso nel cast c'era Carlo Striuli?
massenetiana sfegatata

" 'A morte 'o ssaje ched'è? È una livella"
(Antonio De Curtis, 'A livella)

"Ogni napoletano è vesuviano, ogni napoletano è precario ma determinato"
(Maurizio De Giovanni)

Avatar utente
Ruan Ji
Messaggi: 1244
Iscritto il: 29 ott 2011 14:13
Località: Shanghai

Re: Aida alla Scala

Messaggio da Ruan Ji » 10 mag 2018 15:56

C'e' stato un mio caro amico, io ero purtroppo fuori città'. Gli chiederò' del cast, ma non mi pare di ricordare nessun nome di grido. Oren diresse un Nabucco con Domingo e Stoyanov (secondo cast) a Beijing 2-3 anni fa e a quello andai. Qui a Shanghai diresse anche una Boheme con la Cedolins un paio di anni fa.
Is music such a serious business? I always thought it was meant to make people happy.

Avatar utente
manrico64
Site Admin
Messaggi: 18010
Iscritto il: 10 lug 2001 23:31
Contatta:

Re: Aida alla Scala

Messaggio da manrico64 » 10 mag 2018 16:25

massenetiana ha scritto:
10 mag 2018 15:18
Ruan Ji ha scritto:
10 mag 2018 15:04
Oren si sta facendo una reputazione abbastanza solida in Cina dove e' spesso chiamato a dirigere. A shanghai un Nabucco il mese scorso.
Ah non sapevo... lo hai visto? Per caso nel cast c'era Carlo Striuli?
Abigaille era Rebeka Lokar
Danilo

PieroF
Messaggi: 117
Iscritto il: 16 apr 2014 07:44
Località: Milano

Re: Aida alla Scala

Messaggio da PieroF » 10 mag 2018 16:54

Bene, ho aperto io questo thread perché ero curioso di sapere il parere di altri spettatori della prima del 8 maggio.

In realtà io ero presente a questa prima e devo dire che ho poco da aggiungere alla recensione di Manfredini.
Giusto per dire anche la mia: sarò tradizionalista, ma mi è piaciuta molto. La storica regia prima di tutto, più dell'ultima edizione dello stesso Zeffirelli del 2006, per non parlare della minimalista versione di Stein del 2015 (dove ha fatto pure economia eliminando i balletti...); la musica ovviamente, ma anche la direzione di Oren, che avevo sempre snobbato, ma qui mi ha convinto. E i cantanti tutti tra bravi e molto bravi; e i balletti con la stessa coreografia della versione 2006 (anche se senza Bolle...). Insomma uno spettacolo completo, accattivante, a momenti appassionante.

Insomma sarà stato pensato per turisti, ma credo che possa essere apprezzato molto di più da noi appassionati frequentatori del teatro.

Avatar utente
massenetiana
Messaggi: 577
Iscritto il: 11 dic 2017 12:06
Località: Costiera Amalfitana e zona vesuviana

Re: Aida alla Scala

Messaggio da massenetiana » 10 mag 2018 16:58

PieroF ha scritto:
10 mag 2018 16:54
Bene, ho aperto io questo thread perché ero curioso di sapere il parere di altri spettatori della prima del 8 maggio.

In realtà io ero presente a questa prima e devo dire che ho poco da aggiungere alla recensione di Manfredini.
Giusto per dire anche la mia: sarò tradizionalista, ma mi è piaciuta molto. La storica regia prima di tutto, più dell'ultima edizione dello stesso Zeffirelli del 2006, per non parlare della minimalista versione di Stein del 2015 (dove ha fatto pure economia eliminando i balletti...); la musica ovviamente, ma anche la direzione di Oren, che avevo sempre snobbato, ma qui mi ha convinto. E i cantanti tutti tra bravi e molto bravi; e i balletti con la stessa coreografia della versione 2006 (anche se senza Bolle...). Insomma uno spettacolo completo, accattivante, a momenti appassionante.

Insomma sarà stato pensato per turisti, ma credo che possa essere apprezzato molto di più da noi appassionati frequentatori del teatro.
Bene... mi fa piacere che ti sia piaciuto anche Oren :D
massenetiana sfegatata

" 'A morte 'o ssaje ched'è? È una livella"
(Antonio De Curtis, 'A livella)

"Ogni napoletano è vesuviano, ogni napoletano è precario ma determinato"
(Maurizio De Giovanni)

Rispondi