Esperienze surreali al Maggio Musicale

Discussioni: per i neofiti che vogliono togliersi dei dubbi e per gli esperti che vogliono approfondire...

Moderatori: il_bonazzo, Berlioz

ZetaZeta
Messaggi: 395
Iscritto il: 06 mag 2017 21:03

Re: Esperienze surreali al Maggio Musicale

Messaggio da ZetaZeta » 18 ott 2018 12:22

albertoemme ha scritto:
18 ott 2018 09:50
Credo che di fronte ad un certo tipo di accuse molto sgradevoli, molti sappiano, fino a rigorosa prova della loro fondatezza, prendere le opportune distanze.-
Lo spero, peraltro - in cauda venenum - Srebrenica ci insegna che per gli olandesi non è un problema lasciar massacrare (non solo mediaticamente) persone inermi.
Tornando al concerto, mi dispiace non ascoltare la sesta di Mahler fatta da Gatti, anche se il nuovo programma è comunque bello.



albertoemme
Messaggi: 859
Iscritto il: 03 feb 2015 17:51

Re: Esperienze surreali al Maggio Musicale

Messaggio da albertoemme » 18 ott 2018 18:21

Credo che la risoluzione del rapporto con Gatti, alla fine, costerà parecchio alle casse dell'istituzione che difficilmente riuscirà a dimostrare la giusta causa.-

albertolotti
Messaggi: 114
Iscritto il: 14 ott 2016 14:39

Re: Esperienze surreali al Maggio Musicale

Messaggio da albertolotti » 18 ott 2018 20:33

Io, fino ad ora, di San Daniele conoscevo solo il prosciutto.

Avatar utente
Martino Badoéro di Sanval
Messaggi: 2008
Iscritto il: 17 giu 2007 15:06
Località: Bussolengo

Re: Esperienze surreali al Maggio Musicale

Messaggio da Martino Badoéro di Sanval » 27 nov 2018 12:44

Stavo cercando sul sito del Maggio se avessero aggiornato il cast della Clemenza di Tito, uscito incompleto. Al di là che è sparita (ma da mò, questo) la Remigio/Vitellia, è pure cambiato l'allestimento :shock:
Invece della nuova produzione di Roberto Andò, viene proposto l'allestimento parigino di Willy Decker
Non posso credere che un fatto del genere sia accaduto in un posto così tranquillo come Cabot Cove...

marcob35
Messaggi: 118
Iscritto il: 07 set 2017 16:59
Contatta:

Re: Esperienze surreali al Maggio Musicale

Messaggio da marcob35 » 15 dic 2018 11:12

Ehi Chiarot! (Abbassa la tua radio per favore)

Ora, è vero che Cristiano Chiarot è nato solo nel dicembre 1952, il 2 dicembre (auguri in ritardo!), e quindi le canzoni del Ventennio non le poteva ascoltare "in diretta", ma per cultura conoscerà benissimo quella che veniva diffusa allo scoccare delle trasmissioni della radio inglese durante la guerra: "♪♫Abbassa la tua radio per favore...♪♫".
Da un po' di tempo (tantino) chi arriva al Teatro del Maggio e percorre quel lungo tappeto rosso sotto le pensiline che portano all'ingresso vero e proprio della struttura simil INPS ed aereoporto, che poi è il Teatro, tanto prima quanto alla fine degli spettacoli, deve sorbirsi diffusioni di estratti d'opera in totale inappropriatezza con quanto va o torna a /dall' aver sentire/sentito.

Così con un'operazione di mirabile straniamento-cui siamo debitori e gratissimi, se non andiamo errati, alla precedente responsabile del Marketing e o Promozione o giù di lì (Era bianchiana)-stai andando a sentir "West Side Story" ti fan sentire "La favorita"; esci da Wagner ti mettono "Orfeo all'inferno".
Silenzio no, eh?

Non leggo mai le critiche degli altri. (Paolo Isotta)

albertolotti
Messaggi: 114
Iscritto il: 14 ott 2016 14:39

Re: Esperienze surreali al Maggio Musicale

Messaggio da albertolotti » 15 dic 2018 18:02

Garganese, s'informi meglio: quel percorso sonoro lo ha voluto il suo adorato Chiarot.

albertoemme
Messaggi: 859
Iscritto il: 03 feb 2015 17:51

Re: Esperienze surreali al Maggio Musicale

Messaggio da albertoemme » 17 dic 2018 00:33

Peraltro quella pensilina mi ha già risparmiato almeno due volte, ma forse tre, di bagnare le scarpe. E io risparmio su tutto ma non sulle scarpe.-

daphnis
Messaggi: 1509
Iscritto il: 17 mag 2014 10:01

Re: Esperienze surreali al Maggio Musicale

Messaggio da daphnis » 20 dic 2018 18:38

Il Maggio Musicale inteso come istituzione si copre di merito il 30 e 31 dicembre, ospitando il massimo (o uno dei massimi se non vi piacciono gli assoluti, che però qui ci stanno) direttore d'orchestra del nostro tempo, Esa Pekka Salonen, che dirigerà l'orchestra del Maggio in un programma strepitoso (e perfettamente nelle corde del direttore) comprendente la musica di balletto integrale, di Daphnis (!!) et Chloe di Ravel, e la Sagra della Primavera, nonchè la prima italiana di un suo lavoro, Pollux (Salonen è anche compositore di altissimo livello).

Stavolta l'esperienza surreale è che, nonostante prezzi civilissimi (non oso pensare cosa sarebbe costato "altrove" il medesimo concerto), la disponibilità per i due turni è ancora molto alta. Io ho preso posto per entrambi i giorni riuscendo (questo è meno facile) a spigolare un albergo fiorentino a prezzi abboirdabili (cercando bene, si riesce). Il nome del direttore ed il programma fanno onore meritatissimo alla grande orchestra del Maggio, che iscrive Salonen nel suo glorioso albo d'oro. Poiché i giorni son due, mi sembra che la presenza degli appassionati sia un segno quasi dovuto, al Maggio, che ci offre un evento vero, non di quelli montati ad arte.C'è di che essergliene grati. Non vedo molti modi migliori di festeggiare Capodanno, che... con Salonen in Ravel e nel Sacre!


marco vizzardelli

violamargherita
Messaggi: 909
Iscritto il: 16 feb 2011 00:19

Re: Esperienze surreali al Maggio Musicale

Messaggio da violamargherita » 20 dic 2018 18:48

daphnis ha scritto:
20 dic 2018 18:38
Il Maggio Musicale inteso come istituzione si copre di merito il 30 e 31 dicembre, ospitando il massimo (o uno dei massimi se non vi piacciono gli assoluti, che però qui ci stanno) direttore d'orchestra del nostro tempo, Esa Pekka Salonen, che dirigerà l'orchestra del Maggio in un programma strepitoso (e perfettamente nelle corde del direttore) comprendente la musica di balletto integrale, di Daphnis (!!) et Chloe di Ravel, e la Sagra della Primavera, nonchè la prima italiana di un suo lavoro, Pollux (Salonen è anche compositore di altissimo livello).

Stavolta l'esperienza surreale è che, nonostante prezzi civilissimi (non oso pensare cosa sarebbe costato "altrove" il medesimo concerto), la disponibilità per i due turni è ancora molto alta. Io ho preso posto per entrambi i giorni riuscendo (questo è meno facile) a spigolare un albergo fiorentino a prezzi abboirdabili (cercando bene, si riesce). Il nome del direttore ed il programma fanno onore meritatissimo alla grande orchestra del Maggio, che iscrive Salonen nel suo glorioso albo d'oro. Poiché i giorni son due, mi sembra che la presenza degli appassionati sia un segno quasi dovuto, al Maggio, che ci offre un evento vero, non di quelli montati ad arte.C'è di che essergliene grati. Non vedo molti modi migliori di festeggiare Capodanno, che... con Salonen in Ravel e nel Sacre!


marco vizzardelli
Bravo Marco. Già che ci sei vediamoci sempre al Teatro del Maggio Musicale anche l’1 gennaio alle 11:30 per il concerto di capodanno dell’Orchestra Giovanile Italiana, dove un altro dei massimi direttori viventi ha impaginato un programma dedicato all’Italia in musica.

umangialaio
Messaggi: 1626
Iscritto il: 15 mar 2010 14:45
Località: Milano

Re: Esperienze surreali al Maggio Musicale

Messaggio da umangialaio » 20 dic 2018 20:26

Salonen è iscritto nel glorioso albo d'oro dal 1989, quando diresse a Firenze Pelléas et Mélisande.

U

Rispondi