Mariangela Melato

Discussioni su teatro di prosa, commedia musicale e musical

Moderatore: Berlioz

Rispondi
Paxer40
Messaggi: 59
Iscritto il: 24 set 2008 07:55

Mariangela Melato

Messaggio da Paxer40 » 11 gen 2013 12:21

E' purtroppo mancata Mariangela Melato.

Nel mio ricordo è una delle attrici più straordinarie che ho avuto la fortuna di vedere in teatro.
L'ultima volta a Genova, in Nora alla prova, spettacolo tratto da Casa di Bambola di Ibsen con la regia di Ronconi. Lei recitava entrambe le parti femminili: Nora e Kristine. Fu meravigliosa. Già quella tourneé dovette essere parzialmente annullata, così come la nuova produzione prevista per quest'anno.
Tra i tanti spettacoli visti ricordo con grande emozione soprattutto "Chi ha paura di Virginia Woolf"
visto a Torino due volte, dov'era affiancata da Gabriele Lavia.



Avatar utente
Tebaldiano
Messaggi: 12359
Iscritto il: 16 gen 2004 16:17
Località: Toscana

Re: Mariangela Melato

Messaggio da Tebaldiano » 11 gen 2013 15:17

Mi dispiace enormemente, era un'artista che ho sempre adorato. Un talento raro, sicuramente tra le più grandi attrici italiane di sempre.
A lei sono legati alcuni tra i ricordi più emozionanti della mia vita di spettatore della prosa. Era bravissima in qualsiasi ruolo, brillante nella commedia classica di Feydeau ("La Dame de Chez Maxime's" con Eros Pagni, vista al Manzoni di Pistoia) o in testi più arditi, come quando interpretò un trans in "Tango barbaro" di Copi con la regia di De Capitani ("Verdi" di Pisa).
Insuperabile in ruoli drammatici, come quelli che la videro diretta dal Ronconi più ispirato, dalla Emilia Marty nell"Affare Makropulos" alla madre ne "Il Lutto si addice ad Elettra" di O'Neill giustamente ricordato da Mascherpa in altro thread e che anche io, come Vittorio, vidi al Teatro della Corte di Genova.
Immagine

karalis
Messaggi: 417
Iscritto il: 06 nov 2010 16:35

Re: Mariangela Melato

Messaggio da karalis » 13 gen 2013 10:18

Grande dispiacere per un'attrice completa fra teatro e cinema. La ricordo soprattutto nel mitico Orlando furioso prima a Spoleto, poi in piazza Maggiore a Bologna nel 1969, e, ormai notissima, nell'87 all'Eliseo romano nella Medea di Euripide diretta da Sepe.
In mezzo la magnifica caratterizzazione della soubrette spagnola in Basta guardarla di Salce (1970) sul mondo dell'avanspettacolo.
Ci mancherà.

Rispondi