SONDAGGIO - "Mettiamoci all'opera"

Moderatore: Berlioz

La RAI ha messo in onda il varietà "Mettiamoci all'opera". Cosa ne pensate?

Dal momento che la musica lirica è così poco presa in considerazione dalla RAI, si tratta, tutto sommato, di un fatto positivo.
27
28%
L'impostazione del programma è del tutto censurabile ed insoddisfacente è il risultato.
57
60%
Soddisfacente da ogni punto di vista.
0
Nessun voto
Conduzione, ospiti e giuria lodevoli ma concorrenti sotto il livello di guardia.
4
4%
Concorrenti promettenti ma conduzione, ospiti e giurati censurabili.
7
7%
 
Voti totali: 95

Avatar utente
HenryTWizard
Messaggi: 11003
Iscritto il: 26 set 2002 13:01
Contatta:

Re: SONDAGGIO - "Mettiamoci all'opera"

Messaggio da HenryTWizard » 14 gen 2010 20:59

Mi pare interessante quanto scrive Maurizio Costanzo sul "Messaggero" di ieri, alla luce delle tante cose che si sono discusse anche in questo thread.

"Il Messaggero" , Martedì 12 Gennaio 2010

Titolo: "Se c'è lo show colto il pubblico non scappa"

IL 2 gennaio su Raiuno in prima serata è andata in onda la seconda e ultima puntata di “Mettiamoci all’opera”, un curioso programma dove otto giovani cantanti lirici si confrontano con romanze d’opera ma anche con canzoni napoletane e canzoni da musical. Rimangono in gara quattro e poi, l’inesorabile eliminazione sino al vincitore. Ha condotto bene Fabrizio Frizzi e a votare i giovani cantanti sono stati un gruppo di spettatori presenti e una deliziosa giuria formata da Enrico Stinchelli, critico musicale e regista, un tenore del quale mi sfugge il nome, Orietta Berti e una impareggiabile Katia Ricciarelli. Qualche piccolo intermezzo comico con Lillo e Greg e con Francesco Salvi e in più pochi minuti di un balletto moderno. Perché ritengo questo un programma importante (al di là di aver fatto più di 4 milioni di spettatori di media e il 22% di share)? Perché è stato promozionale per la lirica, che è un grande vanto italiano ma ce ne dimentichiamo sempre, e poi ha ricordato che non è vero che dinanzi a uno spettacolo di musica colta e non solo, il pubblico scappa inorridito. Chi scrive non è un melomane ma è rimasto fino alla fine gradevolmente impressionato dai giovani cantanti e anche dalla gara con le estroversioni della giuria che peraltro era composta, ripeto, da competenti. Quella sera ha vinto un tenore napoletano di 25 anni ed è arrivata seconda una soprano russa, con una gran bella voce e gran bella presenza. Questo tenore venticinquenne era piacevole perché pur essendo dotato vocalmente aveva nel viso e nei movimenti i suoi 25 anni, quindi nulla di quello che di un po’ tronfio, un po’ pesante, un po’ convenzionale hanno spesso i tenori. Più volte, Katia Ricciarelli ha detto ai suoi compagni di giuria “Ah, i tenori … se non esistessero bisognerebbe inventarli”. Una grande soprano come lei ha avuto a che fare e molto con i tenori. Mi auguro che il Direttore di Raiuno, Mauro Mazza, voglia andare avanti su questa strada dimostrando che non è impossibile correre dietro alla qualità. Se si ritiene che la chiave di tutto deve essere la risata, bisogna anche tener presente quanto è difficile far ridere in maniera intelligente e come sia spesso impossibile abbinare qualità e risata. La presenza dei canali digitali dovrebbe indurre a sperare bene.
In quegli stessi giorni l’ottimo Vincenzo Mollica ha consegnato uno Speciale Tg1 su Fiorello che ha parlato della sua carriera Rai. Bella roba, ottima direi, a patto che Rosario Fiorello non faccia lo scettico cinquantenne che quel che ha dato. Troppo deve dare ancora. Mi dia retta.


Maurizio Costanzo



La frase che a me personalmente ha fatto molto, molto piacere è stata "Chi scrive non è un melomane ma è rimasto fino alla fine gradevolmente impressionato dai giovani cantanti e anche dalla gara con le estroversioni della giuria che peraltro era composta, ripeto, da competenti... . mi sarebbe piaciuto che fosse stata scritta non già da Costanzo, che si dichiara non melomane (e che infatti non lo è) ma da qualcuno dei cosiddetti "melomani" che si sono divertiti a scrivere tutt'altro, andando volutamente fuori argomento o esercitandosi in astiose e livorose dichiarazioni. Non si può avere tutto, è vero. Probabilmente ho delle pretese assurde.
A questo punto mi terrò ben stretto Costanzo e quelli (per fortuna tanti) che la pensano come lui.


"...eviterei l'ascolto per Radio, farebbe solo del male."(Liuc, Falstaff a Bologna ,giugno 2007)
official web site: http://www.enricostinchelli.it

Avatar utente
notung
Messaggi: 18190
Iscritto il: 07 nov 2004 23:10
Località: Trieste
Contatta:

Re: SONDAGGIO - "Mettiamoci all'opera"

Messaggio da notung » 14 gen 2010 21:26

Senza voler fare alcun tipo di polemica, io trovo in questo articolo di Costanzo la conferma a tutti i miei timori. Il messaggio è che banalizzando l'argomento si può parlare di lirica in prima serata.
Chissenefrega, a me a queste condizioni non interessa.
Libero chiunque di pensarla diversamente da me.
La Spada di Sigfrido

http://amfortas.wordpress.com/

<<Sono responsabile di quello che dico non di quello che capiscono gli altri.>> Massimo Troisi, forse.

Avatar utente
HenryTWizard
Messaggi: 11003
Iscritto il: 26 set 2002 13:01
Contatta:

Re: SONDAGGIO - "Mettiamoci all'opera"

Messaggio da HenryTWizard » 14 gen 2010 21:59

Non si vuole la polemica ma si ribatte "polemicamente" invece :| ...all'articolo di una persona che, dichiaratamente NON amante dell'Opera, si è interessata all'Opera grazie, anche, agli interventi (mi si permetta) "colti" del sottoscritto e degli altri giurati! Beh...questo fa davvero riflettere.
Io preferisco un ipotetico Costanzo che rimane fino alla fine del programma, interessandosi, che il solito loggionista intransigente buono solo a mugugnare, sbuffare (quando va bene, perché quello che ho letto in questo thread ha dell'incredibile, a casa mia si chiama "astio" ...bello e buono). Tanto per essere chiari.
Perché è ovvio che Costanzo, rappresentando proprio quella moltitudine di persone NON INTERESSATE all'Opera, muove con la sua opinione coloro che dell'OPera se ne strafregano , tra i quali possono celarsi (perché no?) futuri cantanti, futuri direttori d'orchestra, futuri registi, futuri melomani, futuri autori, strumentisti e quant'altro.
"...eviterei l'ascolto per Radio, farebbe solo del male."(Liuc, Falstaff a Bologna ,giugno 2007)
official web site: http://www.enricostinchelli.it

Avatar utente
notung
Messaggi: 18190
Iscritto il: 07 nov 2004 23:10
Località: Trieste
Contatta:

Re: SONDAGGIO - "Mettiamoci all'opera"

Messaggio da notung » 14 gen 2010 22:14

Boh Enrico, lo ribadisco, la mia è solo un'opinione personale. Davvero non m'interessa polemizzare.
La Spada di Sigfrido

http://amfortas.wordpress.com/

<<Sono responsabile di quello che dico non di quello che capiscono gli altri.>> Massimo Troisi, forse.

Avatar utente
HenryTWizard
Messaggi: 11003
Iscritto il: 26 set 2002 13:01
Contatta:

Re: SONDAGGIO - "Mettiamoci all'opera"

Messaggio da HenryTWizard » 14 gen 2010 22:52

Sempre questi toni esacerbati...sempre questo tono da presa per i fondelli...mah..
Non vedo , poi, perché dovrei massacrare me stesso quando credo , e ne sono convinto, di aver svolto la mia parte con onestà e competenza...questo è davvero incredibile.
Ripeto: mi spiace dover constatare maggior obiettività (che vuol dire "centrare l'obiettivo di un discorso") da parte di Costanzo, noto detrattore dell'Opera, che da parte tua, Max Sie, che ti dichiari , e lo sei senza ombra di dubbio, un appassionato d'Opera. Mi sarebbe piaciuto veder riconosciuta, almeno a me (che non sono Greg o Lillo o Salvi...ma forse uno che ha avvicinato più di una persona all'Opera in questi ultimi lustri) , se non altro, quella folle e perversa volontà di avvicinare all'Opera più gente possibile, contrariamente a tanti che fanno di tutto per allontanare o per conservare per sé una sorta di esclusiva. A questo riguardo sarebbe da rileggere con attenzione il post di Fabio Armiliato, il quale non aveva- come me- nulla da guadagnare da questa trasmissione se non lo sdegno e il furore degli intransigenti.
Sarebbe stato anche carino , diciamo simpatico e "da signori" , augurare a un fesso come me che sta in questo Forum da qualche anno (e credo con la massima liberalità e la massima apertura a ogni tipo di dibattito, discutendo con tutti , anche con nicks a me totalmente sconosciuti) un " in bocca al lupo" ,magari prima della trasmissione...no? Eeeeh figuriamoci, questo sì che è chiedere la Luna!.... :wink:
Come non posso essere contento per l'intervento di Costanzo, scritto di sua spontanea volontà, quando avrebbe potuto benissimo occuparsi d'altro?
"...eviterei l'ascolto per Radio, farebbe solo del male."(Liuc, Falstaff a Bologna ,giugno 2007)
official web site: http://www.enricostinchelli.it

Avatar utente
fradiavolo_rOBERTO CONTE
Messaggi: 1798
Iscritto il: 29 mag 2005 11:43
Località: imperia

Re: SONDAGGIO - "Mettiamoci all'opera"

Messaggio da fradiavolo_rOBERTO CONTE » 15 gen 2010 00:29

HenryTWizard ha scritto: ...all'articolo di una persona che, dichiaratamente NON amante dell'Opera, si è interessata all'Opera.......
Dissento: non si è interessata all'opera, si è interessata ad un programma che con l'opera aveva ben poco a che fare, in cui si sono ascoltate più canzoni napoletane, moderne e musical che opera (non è un'opinione,è matematica!), di cui si ricorda che c'erano Lillo &Greg, ma dimentica il nome del giurato tenore (e considerato che per scrivere l'articolo, poteva anche andarselo a cercare, il suo ignorarlo, mi sembra assai grave, quasi voluto).
Viva le femmine,
viva il buon vino,.
sostegno e gloria d'umanità

Avatar utente
manrico64
Site Admin
Messaggi: 17551
Iscritto il: 10 lug 2001 23:31
Contatta:

Re: SONDAGGIO - "Mettiamoci all'opera"

Messaggio da manrico64 » 15 gen 2010 01:09

HenryTWizard ha scritto:mi sarebbe piaciuto che fosse stata scritta non già da Costanzo, che si dichiara non melomane (e che infatti non lo è) ma da qualcuno dei cosiddetti "melomani" che si sono divertiti a scrivere tutt'altro, andando volutamente fuori argomento o esercitandosi in astiose e livorose dichiarazioni. Non si può avere tutto, è vero. Probabilmente ho delle pretese assurde.
A questo punto mi terrò ben stretto Costanzo e quelli (per fortuna tanti) che la pensano come lui.
Scusami Enrico, ma il primo a riaprire, con toni polemici, una discussione partita maluccio e terminata meglio, sei stato tu. Basta risalire di qualche post per vedere che hai postato l'articolo di Costanzo, dopo che gli animi si erano calmati, concludendolo con quanto ho sopra quotato... e dimmi che, soprattutto le parole in neretto, non sono polemiche. Non mi pare che hai azzeccato molto i tempi per questa tua "coda" polemica che, a mio parere, è arrivata decisamente fuori tempo massimo. Ormai era stato detto tutto che bisogno c'era? Tra l'altro che dice Costanzo di così intelligente? A me fa veramente bollire il sangue che questo si permetta di mandare in stampa un articolo scrivendo: "un tenore del quale mi sfugge il nome"... ma stiamo scherzando? E' una vergogna.
Danilo

Avatar utente
HenryTWizard
Messaggi: 11003
Iscritto il: 26 set 2002 13:01
Contatta:

Re: SONDAGGIO - "Mettiamoci all'opera"

Messaggio da HenryTWizard » 15 gen 2010 08:56

Caro Danilo, ho postato l'articolo di Costanzo senza alcun intento polemico perché , a mio parere, espone in modo chiarissimo il concetto che qui sfugge ad alcune persone, e cioé che ANCHE un programma del genere, considerato da taluni melomani intransigenti una nefandezza senza pari, PUO' (qualora supportato da una giuria di qualità e divertente avvicinare all'Opera chi all'Opera non è interessato affatto.
Se il thread è iniziato "maluccio", come tu dici, non è certo per mia colpa, anzi: se permetti , io sono stato oggetto di un processino del tutto fuori luogo, fuori topic o fuori....semplicemente.
Che Costanzo non si ricordi il nome di Fabio Armiliato è grave, certo. Ma è come se io, guardando un Costanzo Show, non ricordassi il nome di Riondino o del professor Zecchi: Costanzo, da non melomane, è giustificato in tal senso. Se ci fossero più trasmissioni con Fabio,magari ospite dello stesso Costanzo e cantando (come lo furono Bruson, Nucci, Bartolini, la Katia, la Gasdìa, ec.), stai sicuro che Costanzo il nome se lo ricorderebbe, eccome.
Quello che noto, invece (e lo avevi notato anche tu, in uno dei tuoi interventi), un che di pretestuoso in coloro che mi attaccano, e ai quali rispondo com'è logico in un civile dibattito.
A me pare importante che un opinionista come Costanzo (che ha un grande seguito...nonostante se ne possa pensare tutto il male possibile) parli d'Opera e non di Lele Mora o di Corona...
A meno che noi melomani non vogliamo considerarci come Vestali, depositari di una esclusiva solo a noi riservata....cosa che ho più volte rilevato e stigmatizzato, senza mezzi termini.

Dopodiché.....un 'in bocca al lupo' o un ' bravo str...zo, quella tua battuta è stata divertente" non si nega a un amico, sempre che tale lo si reputi: ho solo notato, con un minimo rammarico, che qui dentro ho meno amici di quelli che pensavo vi fossero. Tutto qui.
"...eviterei l'ascolto per Radio, farebbe solo del male."(Liuc, Falstaff a Bologna ,giugno 2007)
official web site: http://www.enricostinchelli.it

Avatar utente
manrico64
Site Admin
Messaggi: 17551
Iscritto il: 10 lug 2001 23:31
Contatta:

Re: SONDAGGIO - "Mettiamoci all'opera"

Messaggio da manrico64 » 15 gen 2010 11:33

Caro Enrico, avrai anche postato l'articolo di costanzo senza nessun intento polemico, ma le tue parole a chiusura del post
HenryTWizard ha scritto:mi sarebbe piaciuto che fosse stata scritta non già da Costanzo, che si dichiara non melomane (e che infatti non lo è) ma da qualcuno dei cosiddetti "melomani" che si sono divertiti a scrivere tutt'altro, andando volutamente fuori argomento o esercitandosi in astiose e livorose dichiarazioni.
a me suonano polemiche eccome e che tu non te ne renda conto al punto da scrivere
HenryTWizard ha scritto:Non si vuole la polemica ma si ribatte "polemicamente" invece
come se tu non avessi prima tirato il sasso, mi lascia un po' così :shock:

Tu sei libero di scrivere quel che vuoi, ma se usi toni polemici, non puoi aspettarti che altri non ti rispondano sullo stesso tono. Tutto qui.

Anche in merito a questo pensiero:
HenryTWizard ha scritto:Che Costanzo non si ricordi il nome di Fabio Armiliato è grave, certo. Ma è come se io, guardando un Costanzo Show, non ricordassi il nome di Riondino o del professor Zecchi: Costanzo, da non melomane, è giustificato in tal senso.
non sono d'accordo. Che Costanzo non ricordi il nome di Armiliato, come io potrei non ricordare il nome di Gullotta, ci sta ma trattandosi di un articolo, prima di mandarlo in stampa o me lo faccio venire in mente o chiedo aiuto a chi si ricorda. Per me è talmente banale che non merita giustificazioni.
Danilo

Avatar utente
il_bonazzo
Messaggi: 14244
Iscritto il: 03 lug 2002 14:21
Località: Pescara

Re: SONDAGGIO - "Mettiamoci all'opera"

Messaggio da il_bonazzo » 15 gen 2010 11:55

HenryTWizard ha scritto: A questo punto mi terrò ben stretto Costanzo e quelli (per fortuna tanti) che la pensano come lui.
Bhè magari tenerselo stretto è un pò troppo, anche considerando che ne avete più volte parlato male in trasmissione e che scrive che i tenori hanno un che di tronfio, pesante, convenzionale pur non dichiarandosi melomane: resta da chiedersi come si è formato questa opinione, se leggendo wikipedia o da raconti dei suoi innumerevoli galoppini. D'altra parte, è indubbio che sia un animale televisivo dal grande seguito, e che un suo editoriale positivo su una trasmissione d'opera,per quanto raffazzonata, sia da considerarsi in chiave positiva. E poi io a Costanzo perdono tutto da quando riuscì nell'impresa di mettere insieme in una puntata della sua trasmissione Giulietta Simionato e Fedora Barbieri, anche se sedute a chilometri di distanza l'una dall'altra per non prendersi a morsi. Conservo la videocassetta di quella puntata come una preziosa reliquia.
HenryTWizard ha scritto:mi sarebbe piaciuto che fosse stata scritta non già da Costanzo, che si dichiara non melomane (e che infatti non lo è) ma da qualcuno dei cosiddetti "melomani" che si sono divertiti a scrivere tutt'altro, andando volutamente fuori argomento o esercitandosi in astiose e livorose dichiarazioni.
[

Pure te però Enrico, ma insisti e persisti sui questa linea del rancore, del livore, dell'astio, e che diamine!! Ma ti devo sempre ricordare quali termini tu hai usato in trasmissione nei confronti dei vari Muti, Cura Desderi e tanti altri? "Battisolfa", "ridicolo", "canzonettaro", "cambia mestiere" e via deliziando, tutte cose che difendevi come diritto di critica. Non si può piacere a tutti, hai ricevuto tanti attestati di merito per quella trasmissione, alcune critiche argomentate e pacate (fra le quali metto la mia), e alcune critiche feroci che ti dovevi assolutamente aspettare, però tu batti sempre l'incudine su queste ultime lanciando anatemi e proclami. Sembra che ti aspetti che tutto quello che fai debba essere oro, ma non è così. Però se davvero non riesci ad accettare che ci sono anche le critiche feroci e immotivate, che possono essere sbagliate quanto vuoi ma non scompariranno mai, allora veramente non c'è niente altro di cui parlare.
"Spengi quella telecamera! Spengila, t'ho detto!!!"
Immagine

Rispondi