Weihnachts-Oratorium BWV248

per discutere di tutto quel che riguarda la musica sacra e vocale non operistica

Moderatore: Berlioz

Rispondi
patrizia.f
Messaggi: 320
Iscritto il: 02 ott 2002 16:49
Località: Milano

Weihnachts-Oratorium BWV248

Messaggio da patrizia.f » 17 dic 2014 12:31

Grazie ad Alberto per la bella e tempestiva recensione in home page del concerto di ieri sera. Ottima esecuzione: forse non sono così critica con il basso che mi è piaciuto molto e invece ho qualche riserva sul soprano, voce gradevole ed educata ma molto piccola. Io era abbastanza avanti e l'ho sentita relativamente bene, non so se si sentiva in fondo alla chiesa. Affluenza notevole: prima dell'apertura della chiesa, 30 minuti prima dell'inizio, si erano formate code che debordavano dal piazzale e "invadevano" via San Marco.
Per fortuna anche la temperatura era sopportabile o forse era il calore "umano", ma per me è stato il vero concerto di Natale di quest anno.
patrizia



mario
Messaggi: 795
Iscritto il: 05 ago 2010 12:06
Località: Linbiate (MB)

Re: Weihnachts-Oratorium BWV248

Messaggio da mario » 17 dic 2014 13:34

grande emozione ieri sera

mi è molto piaciuta l'impostazione di Jacobs che ascoltavo dal vivo la prima volta. Mi sarei aspettato un'esecuzione più B'Rock ma invece è stata un'interpretazione in cui la dolcezza e la commozione hanno prevalso: gli oboi d'amore erano tale di nome e di fatto. Mi è molto piaciuta l'elasticità e l'espressività del fraseggio, quasi di tipo vocale, la capacità di fare sentire tutti i particolari, la bellezza del suono, che respirava con la musica.
Non ne potevo più di Koopman, Jacobs è veramente un altro mondo.

umangialaio
Messaggi: 1583
Iscritto il: 15 mar 2010 14:45
Località: Milano

Re: Weihnachts-Oratorium BWV248

Messaggio da umangialaio » 18 dic 2014 11:48

mario ha scritto:...Mi è molto piaciuta l'elasticità e l'espressività del fraseggio, quasi di tipo vocale
Veramente ben detto.
mario ha scritto:Non ne potevo più di Koopman, Jacobs è veramente un altro mondo[/quote
Parole sante!

Ho ascoltato la prima parte del concerto seduto a metà della navata centrale, dove il suono arriva già molto, molto smorzato, la seconda, fortunatamente, molto più vicino ai musicisti anche se in una navata laterale , dove si sente benissimo.

Ho trovato comunque i fiati un bel gradino sopra gli archi.

U

umangialaio
Messaggi: 1583
Iscritto il: 15 mar 2010 14:45
Località: Milano

Re: Weihnachts-Oratorium BWV248

Messaggio da umangialaio » 18 dic 2014 23:22

La registrazione dell'esecuzione del 13 dicembre ad Amsterdam, recensita da Berlioz:
https://mega.co.nz/#F!pAdVDSzS!22MKVg_d_HYvbiMYc92hPw

U

Avatar utente
mascherpa
Messaggi: 13518
Iscritto il: 28 apr 2004 14:12
Località: Borgotaro - Venezia

Re: Weihnachts-Oratorium BWV248

Messaggio da mascherpa » 19 dic 2014 09:27

Per me, delle sei Cantate BWV 248 resta indimenticabile l'esecuzione del dicembre 2000, diretta da Herreweghe nell'ambito delle «Settimane Bach», cioè del Progetto d'esecuzione integrale a Milano delle Cantate di Bach (felicemente compiuto tra il 1994 e il 2004 dalla Società del Quartetto di Milano anche grazie a un manipolo di caparbi sostenitori privati).
Società del Quartetto che, è bene segnalarlo anche qui, ha ricevuto quest'anno, suo centocinquantesimo d'ininterrotta attività, la Medaglia d'oro di benemerenza civica del Comune di Milano, detto Ambrogino d'oro.
Der Weg der neuern Bildung geht
von Humanität
durch Nationalität
zur Bestialität

(F. Grillparzer, aprile 1849)

Immagine

τί μοι σὺν δούλοισιν;

Rispondi