Cerca un altro argomento di conversazione (Ottovacanze)

Discussioni varie a sfondo musical operistico... ma non solo

Moderatori: il_bonazzo, Berlioz

Rispondi
Avatar utente
otto
Messaggi: 315
Iscritto il: 21 nov 2016 14:18

Cerca un altro argomento di conversazione (Ottovacanze)

Messaggio da otto » 01 set 2017 02:33

Il caldo, l'afa soffocante alle 21 della «tarde» dell'inizio agosto 2017 sono presenti anche lassù, tra le cime che circondano il piccolo centro alpino-esso sia pure a minor quota-presagi del cambiamento imminente di un'estate meteorologicamente memorabile.

Accanto al tavolo dell'appartato ristorante nel cortile interno, in pietra bianca del luogo, Otto attende il suo risotto (che pensavate potesse mangiare, una pastasciutta?).
E una coppia più amico dei due arriva e si siedon tutti accanto. Sono di quelle parti, non esattamente, diciamo della regione.
Nell'attesa anch'essi e poi sempre, cosa fanno? Chiacchierano (niente smartphone vivaddìo), discutono, discettano, trattano come ai bei tempi (beh sì, hanno una certa età ma si difendono).

Scienze, storia e varia umanità sono affrontate con determinatezza e senza paura. Inclusa sociologia, etica, estetica, genetica, geopolitica, astrofisica, evoluzione della specie, scienze dell'alimentazione, biologia, politica, sport, televisione, cucina, decoupage, bricolage, moda...

-I negri sono neri perché a furia di stare al sole si sono abbronzati; i vichinghi invece no, sono chiari, senza il sole. Io devo avere antenati vichinghi perché sono chiaro di pelle...
-Adesso ci hanno fregato tutti quanti perché dobbiam pagare il canone della televisione che hanno messo nella bolletta della luce. Io poi la TV non la guardo... Sì, qualche volta... Ma anche il calcio... Ti fan vedere le partite di cui sai già il risultato... Ma si può mica...
-E poi c'è quello là, il Fazio... Che prende un sacco di soldi...
-Fa bene, scusa, se glieli danno!
-Ma bisogna usare la TV con la testa, senza lasciarsi condizionare...
-Noi la mattina sempre il caffelatte... Senza non riesco a stare...
-Ma noi siamo quel che siamo e siamo quel che facciamo...
-Del resto prima c'era l'homo habilis, poi l'erectus, poi il sapiens (e quello di Neanderthal?)...

[Arriva il risotto di Otto].
-Quando poi sono arrivati i tedeschi han sistemato tutto quanto loro, caro mio...
-Le giraffe. Prendiamo le giraffe. Hanno il collo lungo a furia di tirarselo per mangiare le foglie degli alberi.
-E i dinosauri allora?
-Dobbiamo portare pazienza. La gente non ha più pazienza, oggi.

E sì, gentile signora. Proprio pazienza occorre se hai la sfortuna di sedere accanto di tavolo e dover udire questa sana conversazione multidisciplinare per ore due.
Menomale che di una ed una sola cosa non han parlato: musica.
Altrimenti...

-Ma te l'hai sentito il Kaufmann?
-Guarda: quelli della «Grisi» dicono che non vale niente...
-Ah perché tu leggi la Carlotta?
-Si chiama Giuditta...
-Io leggo «Operavick», più democratico.
-Ma non è quello il titolo... Aspetta... Lì però mi piace come scrive quello che si chiama... Topolino!
-Ma che Topolino, è Paperone...
-Poi ci sono Qui, Quo e Qua...
-Ed Otto.
-L'hanno cacciato.
-Ah sì? Fatto bene.
-Ma torna, ha detto.
-Come Pietro?
-Già. Pietro ritorna.


https://www.youtube.com/watch?v=XUPPE-Xjuxw
https://www.youtube.com/watch?v=uL7k3q3flmM
_________________________________________________________________________________
Otto
Два Рима пали, а третий, Москва, остается. И четвертой не будет!
affermazione attribuita allo staretz Filoteo.

Immagine



Rispondi