Essere o chi essere: questo è il problema

Discussioni varie a sfondo musical operistico... ma non solo

Moderatori: il_bonazzo, Berlioz

Rispondi
Avatar utente
otto
Messaggi: 315
Iscritto il: 21 nov 2016 14:18

Essere o chi essere: questo è il problema

Messaggio da otto » 18 lug 2017 17:17

Ammesso (e non concesso ovviamente) qualcuno abbia diverse identità attuali nelle partecipazioni al Forum di questo giornale on-line, vi è un precedente illustre (nella storia della musica).
Fatte le naturali, debite proporzioni, ma come "tendenza".
Si ricorda Robert Schumann e i "suoi" nick Florestano ed Eusebio?

La cosa importante è sapersi esprimere, con "stile", perché è questo che rende riconoscibile l'autore e lo rende interessante agli altri. Ed è anche l'unico modo per non correre il rischio di essere copiati ed incollati da terzi che indebitamente si appropriano degli scritti altrui, ma posson meglio farlo attingendo proprio allo stereotipo di taluni. Acredine (sempre di taluni) a parte.
Del resto basta non leggere ed ignorare.



Google Drive:
https://drive.google.com/file/d/0B_WfN4 ... sp=sharing


ec, typo
Ultima modifica di otto il 18 lug 2017 20:42, modificato 1 volta in totale.



Avatar utente
Tebaldiano
Messaggi: 12359
Iscritto il: 16 gen 2004 16:17
Località: Toscana

Re: Essere o chi essere: questo è il problema

Messaggio da Tebaldiano » 18 lug 2017 17:54

Immagine

Avatar utente
mascherpa
Messaggi: 13198
Iscritto il: 28 apr 2004 14:12
Località: Borgotaro - Venezia

Re: Essere o chi essere: questo è il problema

Messaggio da mascherpa » 19 lug 2017 09:25

otto ha scritto:...è [lo stile] che rende riconoscibile l'autore e lo rende interessante agli altri.
Le due affermazioni sono del tutto indipendenti, il che sembra negato dall'uso della particella congiuntiva "e": uno "stile", purchessía, rende sí un "autore" riconoscibile, ma solo molto raramente lo rende interessante agli altri (e forse nemmeno ai suoi stessi suoi eteronimi).

In altre parole: lo "stile" dell'affermazione citata, che è quello di raccontare surretiziamente un'enorme frottola, non solo non è esclusivo, di «ottonovedieci», ma non rende la suddetta frottola interessante per nessuno.
Il quartetto è la forma più alta di democrazia (Angelo Zanin, Quartetto di Venezia)

Immagine

τί μοι σὺν δούλοισιν;

Avatar utente
otto
Messaggi: 315
Iscritto il: 21 nov 2016 14:18

Re: Essere o chi essere: questo è il problema

Messaggio da otto » 31 lug 2017 16:04

"Lo strano caso di Otto o non Otto"


Google Drive:

https://drive.google.com/file/d/0B_WfN4 ... sp=sharing

Rispondi