Alpesh Chauhan, Strauss e Ciaikovskij a La Verdi

per discutere di tutto quel che riguarda la musica strumentale
Rispondi
daphnis
Messaggi: 1875
Iscritto il: 17 mag 2014 10:01

Alpesh Chauhan, Strauss e Ciaikovskij a La Verdi

Messaggio da daphnis » 18 nov 2019 13:28

Conferma del talento del ventinovenne direttore dell'Orchestra Toscanini, di passaggio a Milano, sul podio de La Verdi, in sostituzione di Jader Bignamini per un bellissimo accostamento di autori, Ciaikovskij e Richard Strauss, ovvero, in ordine di esecuzione: Romeo e GIulietta e Don Giovanni nella prima parte, Till Eulenspiegel e Francesca da Rimini nella seconda. Il tutto animato dalla galvanizzante bacchetta di Alpesh Chauhan, con l'orchestra visibilmente soggiogata, in entusiasmo e partecipazione, dalla carica ma anche dalla disciplina già autorevolissima di questo artista che, a Milano, era stato fatto conoscere, un paio di stagioni or sono, dall'attento direttore artistico dei Pomeriggi Musicali Maurizio Salerno. Qui abbiamo avuto esecuzioni trascinanti e letture tutt'altro che scontate in fraseggi ed espressività. Alcuni aspetti "giovani" (una fin soverchiante consapevolezza dei propri mezzi) son presenti, ma è giusto così, a questo punto di una vita artistica. Alpesh Chauhan trabocca di talento e il suo cammino è tutto da seguire.
C'è da sperare che la Verdi - in fase di ristrutturazione dirigenziale - non perda per strada questo contributo, come troppe volte è accaduto nel passato e nell'attualità, che l'hanno vista costretta a ripiegare su direttori stabili impossibilitati a farle salire "quel gradino in più" che in molti da anni ci (e le) auguriamo, e che i mezzi (ottoni fra i più sicuri in campo nazionale e alcune prime parti eccezionali, non si può non citare, in questo concerto e non solo, il clarinetto eccelso di Fausto Ghiazza) le potrebbero consentire... ma volendolo davvero!

marco vizzardelli



Avatar utente
Puck
Messaggi: 2398
Iscritto il: 17 set 2012 21:43
Località: Pordenone

Re: Alpesh Chauhan, Strauss e Ciaikovskij a La Verdi

Messaggio da Puck » 18 nov 2019 14:13

Domanda off topic: qualcuno ha avuto modo di ascoltare Josep Vicent qualche settimana fa alla Verdi? Io ho potuto ascoltarlo e conoscerlo qualche mese fa ad Alicante, dove gli hanno affidato il progetto della nuova orchestra ADDA, e mi aveva fatto una buona impressione. Sarei curioso di sentire qualche parere.
How now, spirits?

Twitter @paololocatelli

Rispondi