José Antonio Abreu

per discutere di tutto quel che riguarda la musica strumentale

Moderatore: Berlioz

Rispondi
daphnis
Messaggi: 1360
Iscritto il: 17 mag 2014 10:01

José Antonio Abreu

Messaggio da daphnis » 26 mar 2018 13:29

Un saluto e un grazie a Josè Antonio Abreu (1939-2018), grande della musica e della pedagogia, uomo della Pace e dei giovani.
In un mondo musicale talvolta ripiegato sul passato e pauroso nel sostegno alle giovani generazioni, bene non dimenticare chi è stato.



marco vizzardelli



p.s. Stasera alla Scala c'è concerto della Filarmonica. Voglio sperare che sia dedicato pubblicamente ad Abreu dall'orchestra fondata da Claudio Abbado



Avatar utente
prunier
Messaggi: 2492
Iscritto il: 31 ago 2003 21:27
Località: Cassano Magnago (VA)

Re: José Antonio Abreu

Messaggio da prunier » 26 mar 2018 13:41

Hai letto il libro di Geoffrey Baker e il suo blog? Io sì e c'è da rimanere scioccati... Altro che dediche!
Vita brevis, ars longa, occasio praeceps, experimentum periculosum, iudicium difficile

daphnis
Messaggi: 1360
Iscritto il: 17 mag 2014 10:01

Re: José Antonio Abreu

Messaggio da daphnis » 26 mar 2018 13:55

Faccio il giornalista nella vita. E i giornalisti alla Baker mi ispirano ampia diffidenza: quelli "di denuncia" che costruiscono la propria carriera sempre "contro" qualcuno o qualcosa. Non vivono se non si scagliano contro qualcuno o qualcosa (vedasi biografia del Baker). Fra l'altro, lui stesso ammette di non aver mai voluto parlare direttamente con Abreu, ma di essersi basato su pareri altrui. Che non mi sembra un gran metodo di giornalismo. Di fatto, Abreu ha aperto (anche in Italia, per imitazione) spazi a giovani musicisti. Ciò mi interessa parecchio più delle "indagini-scandalo" dei Dan Brown della stampa, pur (ripeto) svolgendo io stesso quella professione.


marco vizzardelli

Avatar utente
prunier
Messaggi: 2492
Iscritto il: 31 ago 2003 21:27
Località: Cassano Magnago (VA)

Re: José Antonio Abreu

Messaggio da prunier » 26 mar 2018 13:59

Non concordo: il libro di Baker è ampio e documentatissimo. E getta troppe ombre sul "santino laico di sinistra", ossia Abreu, per poterle ignorare. Almeno, io non posso.
Vita brevis, ars longa, occasio praeceps, experimentum periculosum, iudicium difficile

daphnis
Messaggi: 1360
Iscritto il: 17 mag 2014 10:01

Re: José Antonio Abreu

Messaggio da daphnis » 26 mar 2018 14:03

Sono un po' stanco, nella vita, dei "di destra" contro i "di sinistra" e dei "di sinistra" contro i "di destra". Tutti quanti.
Sono più interessato a chi nella vita "fa", che a quelli di fazione opposta (ripeto: da una parte e dall'altra) che parlano contro. Parlano, parlano, bla bla bla.


marco vizzardelli

Avatar utente
mascherpa
Messaggi: 13550
Iscritto il: 28 apr 2004 14:12
Località: Borgotaro - Venezia

Re: José Antonio Abreu

Messaggio da mascherpa » 26 mar 2018 14:17

Condivido che a leggere quel blog ci sia da rimanere scioccati, ma non mi pare nel senso di concludere «altro che dediche».

Un esempio significativo delle argomentazioni anti-Abreu del sig. Geoffrey Baker mi pare il seguente:
Of considerable relevance here is also the Inter-American Development Bank study published in late 2016, which revealed that of a sample of nearly 3000 children chosen at random from 16 núcleos in 5 states, only 16.7% fell below the poverty line (whereas the poverty rate for the states in which they lived was 46.5% at the time)
Ho evidenziato in neretto quell'impagabile accoppiata statistica di chosen at random e only che spiega come meglio non si potrebbe le intenzioni intellettuali di codesto Baker. Sarebbe anche interessante sapere che analoghe percentuali relative all'ex-Eldorado dell'umanità potrebbero produrre i suoi amici dell'Inter-American Development Bank.

Il quale Geoffrey Baker, ovviamente, non manca di raccontare come ha potuto conoscere quella che presenta come la realtà che sfugge ai gonzi (anche qui i neretti sono miei):
Yet I also encountered many strikingly negative views during my research, though they were more hidden: they required finding and gaining the confidence of knowledgeable Venezuelans, and digging around in newspaper archives and online. There, with a little persistence, I found another Abreu: the one nicknamed Machiavelli, the Godfather, the Führer, the Pharaoh.
Ovviamente chiunque ha il diritto di prendere sul serio siffatte prose. E chiunque altri quello di diffidarne e sentirsene stomacato al primo assaggio.
Der Weg der neuern Bildung geht
von Humanität
durch Nationalität
zur Bestialität

(F. Grillparzer, aprile 1849)

Immagine

τί μοι σὺν δούλοισιν;

daphnis
Messaggi: 1360
Iscritto il: 17 mag 2014 10:01

Re: José Antonio Abreu

Messaggio da daphnis » 26 mar 2018 14:27

Esattamente. Perfetto Mascherpa, contributo direi esplicativo. Era lì che intendevo arrivare.



marco vizzardelli

Rispondi