Bach in Berlin: Messa in si minore

per discutere di tutto quel che riguarda la musica strumentale

Moderatore: Berlioz

Rispondi
violamargherita
Messaggi: 752
Iscritto il: 16 feb 2011 00:19

Bach in Berlin: Messa in si minore

Messaggio da violamargherita » 28 ott 2017 11:02

Ero molto curiosa di vedere come i Berliner Philharmoniker se la sarebbero cavata alle prese con l'opus magnum bachiano. Mi pare che certa intransigenza "historisch orientiert" in salsa tedesca stia rendendo evento raro sentire una grandissima orchestra sinfonica approcciare Bach e altri autori consimili.
Invece paga, eccome se paga, quando un'orchestra sì fenomenale affronta questo repertorio. È questione di bel suono, è questione di articolazione, è questione di diapason - sì, di diapason, perché un si nel mio cervello situato nel 2017 non potrà mai cedere il posto a un supposto la-diesis con la scusa che quattrocento anni fa era così -. Suonano una meraviglia, 'sti figlioli, una meraviglia vera e propria.
En passant: ottimi solisti vocali, strepitose le tre trombe soliste che riempiono lo spazio sonoro della Philharmonie in maniera eccitante.
Unico neo: Ton Koopman. Rimane a metà strada e non sfrutta come potrebbe gli strumentisti fuoriclasse che ha a disposizione.



violamargherita
Messaggi: 752
Iscritto il: 16 feb 2011 00:19

Re: Bach in Berlin: Messa in si minore

Messaggio da violamargherita » 29 ott 2017 12:50

violamargherita ha scritto:Ero molto curiosa di vedere come i Berliner Philharmoniker se la sarebbero cavata alle prese con l'opus magnum bachiano. Mi pare che certa intransigenza "historisch orientiert" in salsa tedesca stia rendendo evento raro sentire una grandissima orchestra sinfonica approcciare Bach e altri autori consimili.
Invece paga, eccome se paga, quando un'orchestra sì fenomenale affronta questo repertorio. È questione di bel suono, è questione di articolazione, è questione di diapason - sì, di diapason, perché un si nel mio cervello situato nel 2017 non potrà mai cedere il posto a un supposto la-diesis con la scusa che quattrocento anni fa era così -. Suonano una meraviglia, 'sti figlioli, una meraviglia vera e propria.
En passant: ottimi solisti vocali, strepitose le tre trombe soliste che riempiono lo spazio sonoro della Philharmonie in maniera eccitante.
Unico neo: Ton Koopman. Rimane a metà strada e non sfrutta come potrebbe gli strumentisti fuoriclasse che ha a disposizione.
Dimenticavo che, proprio in occasione di questo concerto, l'Unesco - dopo due anni (???) di lavoro - ha proclamato il manoscritto originale di novantanove pagine della Messa in si minore di Bach patrimonio dell'umanità. Lo si può ammirare nella Bach-Sammlung della Berliner Staatsbibliothek; ho approfittato della festa per intrufolarmi e vederlo: effettivamente è un reperto emozionante. Emozionante anche il livello del catering, credo non dimenticherò facilmente quelle Königsberger Klopse in formato finger-food servite nei bicchierini salati...

ZetaZeta
Messaggi: 128
Iscritto il: 06 mag 2017 21:03

Re: Bach in Berlin: Messa in si minore

Messaggio da ZetaZeta » 29 ott 2017 17:34

violamargherita ha scritto: Invece paga, eccome se paga, quando un'orchestra sì fenomenale affronta questo repertorio. È questione di bel suono, è questione di articolazione, è questione di diapason - sì, di diapason, perché un si nel mio cervello situato nel 2017 non potrà mai cedere il posto a un supposto la-diesis con la scusa che quattrocento anni fa era così -.
Parole sante, che sottoscrivo in toto.

pbialetti
Messaggi: 316
Iscritto il: 24 mar 2011 09:45
Località: Berlino

Re: Bach in Berlin: Messa in si minore

Messaggio da pbialetti » 29 ott 2017 18:14

Accidenti Violamargherita c‘ero anch‘io venerdì e oltre a confermare i tuoi giudizi mi sarebbe piaciuto conoscerti!

violamargherita
Messaggi: 752
Iscritto il: 16 feb 2011 00:19

Re: Bach in Berlin: Messa in si minore

Messaggio da violamargherita » 29 ott 2017 22:03

pbialetti ha scritto:Accidenti Violamargherita c‘ero anch‘io venerdì e oltre a confermare i tuoi giudizi mi sarebbe piaciuto conoscerti!
Io però ero in sala giovedì. Comunque: "Grazie di tanto onore". :love:

Rispondi