Debussy di nicchia?

per discutere di tutto quel che riguarda la musica strumentale

Moderatore: Berlioz

Rispondi
Avatar utente
Amfortas_Genova
Messaggi: 166
Iscritto il: 04 mag 2014 18:31
Località: Genova

Debussy di nicchia?

Messaggio da Amfortas_Genova » 05 lug 2018 17:17

L’affermazione in hp che Debussy è un musicista di nicchia mi ha lasciato decisamente interdetto.

Di nicchia rispetto a Mozart e Beethoven forse? O a Puccini?


«Few men think; yet all have opinions»
Berkeley

Avatar utente
massenetiana
Messaggi: 530
Iscritto il: 11 dic 2017 12:06
Località: Costiera Amalfitana e zona vesuviana

Re: Debussy di nicchia?

Messaggio da massenetiana » 05 lug 2018 17:21

E' un concetto che non mi è chiaro...
by un'appassionata anche di Debussy
massenetiana sfegatata

" 'A morte 'o ssaje ched'è? È una livella"
(Antonio De Curtis, 'A livella)

"Ogni napoletano è vesuviano, ogni napoletano è precario ma determinato"
(Maurizio De Giovanni)

Avatar utente
asklepio
Messaggi: 12466
Iscritto il: 08 ago 2005 00:18
Località: Pistoia

Re: Debussy di nicchia?

Messaggio da asklepio » 05 lug 2018 19:45

Diciamo "in Italia non popolarissimo"... sai quante volte ho visto gente sbadigliare assistendo ai suoi brani pianistici... per non dire delle fughe nell'intervallo durante vari Pelléas che ho visto in teatro...
Prendete un'ostrica bella signora
alla buonora, alla buonora

Immagine

Avatar utente
Amfortas_Genova
Messaggi: 166
Iscritto il: 04 mag 2014 18:31
Località: Genova

Re: Debussy di nicchia?

Messaggio da Amfortas_Genova » 05 lug 2018 20:40

Sì, capisco che in Italia non sia il compositore più amato e popolare ma lo collocherei sempre nel grande repertorio, a differenza di molti altri autori che trovano spazio in una normale stagione sinfonica o da camera.
«Few men think; yet all have opinions»
Berkeley

Avatar utente
asklepio
Messaggi: 12466
Iscritto il: 08 ago 2005 00:18
Località: Pistoia

Re: Debussy di nicchia?

Messaggio da asklepio » 05 lug 2018 21:46

Amfortas_Genova ha scritto:
05 lug 2018 20:40
Sì, capisco che in Italia non sia il compositore più amato e popolare ma lo collocherei sempre nel grande repertorio
Anch'io :wink:
Prendete un'ostrica bella signora
alla buonora, alla buonora

Immagine

Avatar utente
massenetiana
Messaggi: 530
Iscritto il: 11 dic 2017 12:06
Località: Costiera Amalfitana e zona vesuviana

Re: Debussy di nicchia?

Messaggio da massenetiana » 05 lug 2018 21:56

Anch'io, e a prescindere dal fatto che lo adoro.
massenetiana sfegatata

" 'A morte 'o ssaje ched'è? È una livella"
(Antonio De Curtis, 'A livella)

"Ogni napoletano è vesuviano, ogni napoletano è precario ma determinato"
(Maurizio De Giovanni)

Avatar utente
mascherpa
Messaggi: 13425
Iscritto il: 28 apr 2004 14:12
Località: Borgotaro - Venezia

Re: Debussy di nicchia?

Messaggio da mascherpa » 08 lug 2018 16:41

A mio parere, l'ironia contenuta, sempre a mio parere, nella frase in questione sarebbe potuta essere piú graffiante ed essere indirizzata in modo piú esplicito al pubblico che non alla musica: come osservò un altro compositore, ancor oggi controverso nell'Italietta dei paurosi e degli addormentati, «la via di mezzo è l'unica che non conduce a Roma». Del resto, non tutti hanno avuto la fortuna di cominciare i loro ascolti in teatro del Pelléas con il Prêtre degli anni d'oro, o del Wozzeck con Abbado (entrambi in messinscene di fascino esemplare): gli "sfigati dell'ascolto" sono, ahiloro, milioni e gli assurdi battage pubblicitari su esecuzioni che si riveleranno lillipuziane finiscono per non aiutare mai la curiosità.
«...monta l'animo in aitezze. Lo fantastico piace allo fantastico» (Anonimo romano, Cronica, 1357)

Immagine

τί μοι σὺν δούλοισιν;

Rispondi