XX stagione Camerata Strumentale

per discutere di tutto quel che riguarda la musica strumentale

Moderatore: Berlioz

Rispondi
ZetaZeta
Messaggi: 127
Iscritto il: 06 mag 2017 21:03

XX stagione Camerata Strumentale

Messaggio da ZetaZeta » 11 nov 2017 08:09

Giovedì 9 novembre si è aperta la XX stagione della Camerata Strumentale Città di Prato.
Occorre premettere che, tra tagli dei fondi pubblici e fuga di quelli privati, ritengo sia già un miracolo che questa orchestra sia arrivata al ventesimo anno di vita con un affiatamento, un'affidabilità ed un livello qualitativo ormai riconosciuti universalmente. Il programma, impegnativo, prevedeva le sinfonie 1 e 7 di Beethoven e il Gran Duo concertante per contrabbasso, violino ed orchestra di Bottesini con Grazia Raimondi (violino) ed Alberto Bocini (contrabbasso) come solisti.
Essendo la mia prima recensione sulla Camerata, vorrei esprimere un pensiero sul maestro Jonathan Webb, che non solo in questi ultimi anni ha lavorato egregiamente con l'orchestra costituendone un valore aggiunto dal punto di vista tecnico ed interpretativo, ma ha saputo comprendere bene l'acustica del teatro Politeama Pratese (che ha una piccola eco di sottofondo) e regolare il suono dell'orchestra in maniera più asciutta e con un fraseggio meno legato in modo da non "impastare" i suoni.
La sua interpretazione, asciutta appunto ma mai piatta, delle sinfonie di Beethoven, più classicheggiante la 1, più "Sturm-und-drang" la 7, è stata rispettosa della partitura, con tutti i ritornelli previsti, e con tempi serrati nella giusta misura. L'orchestra ha risposto da par suo, pur pur soffrendo un po' nelle dinamiche della Settima l'organico ridotto a otto violini primi.
Ottima l'interpretazione di Bocchesini sia dei solisti che dell'orchestra, conferma che Webb è un ottimo direttore anche per la musica operistica non solo novecentesca (peccato che a Prato per motivi economici non si facciano opere in forma scenica da diversi anni). Il bis dei solisti ha regalato un brano scritto per l'occasione da Bocini, che si conferma non solo un eccellente virtuoso, ma anche un compositore eclettico.
Sala gremita, con una bella presenza di circa 200 ragazzi delle scuole superiori ad abbassare l'età media (e che è bene sottolineare, in particolare i miei, si sono comportati in maniera consona all'ambiente). Successo caloroso e meritato sia per i solisti che per il direttore e l'orchestra.



Avatar utente
Berlioz
Messaggi: 21691
Iscritto il: 03 giu 2003 11:36
Località: Amsterdam

Re: XX stagione Camerata Strumentale

Messaggio da Berlioz » 13 nov 2017 11:52

Vivendo all'estero purtroppo non posso attendere i concerti dell'orchestra della mia città che ho seguito fin dal suo nascere nel febbraio 1998. Avere un direttore del calibro di Webb pagherà cospicui dividenti arstistici e l'esecuzione delle sue sinfonie che ho ascoltato in registrazioni mi pare essere viatico che parla da sè....
Al sesso non si applica il Principio di Esclusione di Pauli.

ZetaZeta
Messaggi: 127
Iscritto il: 06 mag 2017 21:03

Re: XX stagione Camerata Strumentale

Messaggio da ZetaZeta » 15 nov 2017 06:57

In effetti rispetto alla direzione precedente devo dire che si sono fatti diversi passi in avanti, sia sulla comprensione dell'acustica di sala che dal punto di vista interpretativo. Dal mio punto di vista inoltre Webb è un grande sostenitore del progetto per le scuole e di una visione dell'orchestra come riferimento culturale compartecipato dai cittadini, che è credo l'unica visione che possa dare un futuro alle istituzioni musicali in una realtà medio-piccola come Prato.

Rispondi