...intanto a Napoli

Discussioni: per i neofiti che vogliono togliersi dei dubbi e per gli esperti che vogliono approfondire...
Avatar utente
mascherpa
Messaggi: 13984
Iscritto il: 28 apr 2004 14:12
Località: Borgotaro - Venezia

Re: ...intanto a Napoli

Messaggio da mascherpa » 20 mag 2019 11:31

Evidente, dopo avere sgranocchiato il dettagliatissimo elenco, che Donnaregina vecchia non le è piaciuta abbastanza... :mrgreen:
Resta fondamentale, invece, per me: ogni volta che ne leggo qualcosa (la prima fu nel 1963, sui banchi di scuola) scopro che gli affreschi hanno cambiato autore.

Inoltre, di Sant'Anna dei Lombardi, al grandioso putridero, ancorché in disuso, continuo a preferire la sagrestia con gli ambigui affreschi del Vasari e le favolose tarsíe lignee di fra' Giovanni (lo stesso di Monte Oliveto Maggiore).


Der Weg der neuern Bildung geht
von Humanität
durch Nationalität
zur Bestialität

(F. Grillparzer, aprile 1849)

Immagine

τί μοι σὺν δούλοισιν;

Avatar utente
Amfortas_Genova
Messaggi: 293
Iscritto il: 04 mag 2014 18:31
Località: Genova

Re: ...intanto a Napoli

Messaggio da Amfortas_Genova » 20 mag 2019 19:12

Mi dicono che Magnus Vigilius debutterà a Bayreuth nel 2020, nel Ring credo. Oltralpe lo dicono predestinato a diventare grande protagonista del repertorio wagneriano negli anni a venire. Un grande lusso averlo nel secondo cast a Napoli, peccato non averlo potuto sentire in prima persona.
«Few men think; yet all have opinions»
Berkeley

Avatar utente
massenetiana
Messaggi: 779
Iscritto il: 11 dic 2017 12:06
Località: Costiera Amalfitana e zona vesuviana

Re: ...intanto a Napoli

Messaggio da massenetiana » 20 mag 2019 20:47

mascherpa ha scritto:
20 mag 2019 08:29
massenetiana ha scritto:
19 mag 2019 21:32
Immagino che siate stati a Villa Rufolo...
Sí. C'ero già stato in una stupenda mattina di gennaio una buona ventina d'anni fa e questa volta, lo dico sin vergüenza, m'ha impressionato meno.

Poi, però, siamo stati a Villa Cimbrone: parco e panorami ci sono parsi sensazionali: per fortuna esistono ancora luoghi che richiedono un quarto d'ora a piedi per poter essere raggiunti...
Vero... adoro Villa Cimbrone, in particolare la terrazza dell'infinito.

Immagine
massenetiana sfegatata

" 'A morte 'o ssaje ched'è? È una livella"
(Antonio De Curtis, 'A livella)

"Ogni napoletano è vesuviano, ogni napoletano è precario ma determinato"
(Maurizio De Giovanni)

Avatar utente
mascherpa
Messaggi: 13984
Iscritto il: 28 apr 2004 14:12
Località: Borgotaro - Venezia

Re: ...intanto a Napoli

Messaggio da mascherpa » 21 mag 2019 08:47

Segnalo la chiara e motivata recensione di Bruno Tredicine, le cui valutazioni del "primo" cast trovo del tutto condivisibili:
http://www.operaclick.com/recensioni/te ... lk%C3%BCre

Molto arguta e senza dubbio probabile l'ipotesi sull'assenza misteriosa d'una delle otto "valchirie minori". A mio parere potrebbe essersi trattato di Waltraute, le cui prime parole non m'è sembrato di cogliere, anche se le successive le ho poi sentite tutte, seppure con una voce che non mi sembrava la stessa delle altre due sere della mia presenza in teatro. Ma con certezza non saprei dire nulla.
Piú che nei dialoghi, comunque, la riduzione dell'ottetto m'è sembrata percepibile quando cantavano tutte insieme, per ovvia riduzione dell'impatto sonoro.

Anche a me la direzione è parsa di particolare morbidezza, senza dubbio accentuata dalla qualità eccellente degli archi. Sarà forse perché un mese fa avevo ascoltato lo stesso maestro dirigere benissimo a Venezia un programma tutto ciaicovschiano, ma direi che, non meno che «quasi 'italiana'» come ha osservato Bruno, la sua visione di quest'opera di Wagner potrebbe essere considerata d'un lirismo slavizzante. Questo, anche per me, ne ha solo accresciuto l'interesse.

Riassumo la mia impressione generale: non ho visto in teatro molte Valchirie (mi pare solo tredici in tutto), ma non ricordo due compagnie di canto cosí ben scelte e globalmente felici come in questo caso (l'unico punto meno soddisfacente, nel solo "secondo cast", ha riguardato il personaggio che canta meno). La conferma di Silins e la sorpresa Vigilius hanno dato ali il mio entusiasmo.
Der Weg der neuern Bildung geht
von Humanität
durch Nationalität
zur Bestialität

(F. Grillparzer, aprile 1849)

Immagine

τί μοι σὺν δούλοισιν;

Avatar utente
mascherpa
Messaggi: 13984
Iscritto il: 28 apr 2004 14:12
Località: Borgotaro - Venezia

Re: ...intanto a Napoli

Messaggio da mascherpa » 29 mag 2019 09:40

Ieri m'ha scritto Vivaticket che il San Carlo ha cancellato sei repliche della Traviata in cartellone tra settembre e ottobre. Avevo acquistato due biglietti per una di esse, ben consapevole che si sarebbe trattato di routine ma anche curioso di conoscerne il livello, perché ero intenzionato a far tappa a Napoli sulla via di Palermo, dove m'ha irresistibilmente attratto l'esecuzione d'un certo pezzo per pianoforte e orchestra di Messiaen, prevista pochi giorni dopo. Forse mi ci fermerò ancora, forse no...

Sulla base di quel che scrive Vivaticket, i biglietti saranno rimborsati "4-6 settimane dopo la data del mancato spettacolo", purché la richiesta sia inderogabilmente fatta entro essa. Questo significa che qualcuno si tiene in tasca i miei miseri quattrini per circa sei mesi dopo che si sa che dovranno essermi restituiti, ovviamente al netto delle "spese di commissione", sempre misteriose, direbbe Carlo Emilio, come la «nullità del potenziale di terra».

La differenza con i teatri esteri appare penosa e irritante: l'ultimo caso d'annullamento (per improvviso rinvio di qualche giorno: si trattava d'un titolo di Křenek, che forse qualcuno qui intorno chiamerebbe "contemporaneo") in cui m'imbattei, anni fa a Weimar, si concluse con il rimborso effettuato dal botteghino in contanti, a vista dei biglietti print@home acquistati via Internet non dieci mesi ma due settimane prima: questo significò, invero eccezionalmente, ricevere il rimborso prima d'avere pagato... Ma questa differenza mi conforta nella consolidata abitudine di frequentare il meno possibile i teatri italiani, e quasi sempre solo perché le nostre città hanno da offrire molto piú della musica. Non è tanto questione di qualità degli spettacoli (e quel che ho scritto qui nelle ultime settimane dimostra la mia convinzione), quanto di serietà nel rapporto con il pubblico pagante.
Der Weg der neuern Bildung geht
von Humanität
durch Nationalität
zur Bestialität

(F. Grillparzer, aprile 1849)

Immagine

τί μοι σὺν δούλοισιν;

Avatar utente
Martino Badoéro di Sanval
Messaggi: 2051
Iscritto il: 17 giu 2007 15:06
Località: Bussolengo

Re: ...intanto a Napoli

Messaggio da Martino Badoéro di Sanval » 29 mag 2019 11:25

Non devono passarsela granché bene, visto che hanno ridotto le date di Ermione, da 4 a 3.
Non posso credere che un fatto del genere sia accaduto in un posto così tranquillo come Cabot Cove...

Avatar utente
mascherpa
Messaggi: 13984
Iscritto il: 28 apr 2004 14:12
Località: Borgotaro - Venezia

Re: ...intanto a Napoli

Messaggio da mascherpa » 29 mag 2019 12:26

Martino Badoéro di Sanval ha scritto:
29 mag 2019 11:25
...hanno ridotto le date di Ermione, da 4 a 3.
Per fortuna, in questo caso non hanno cancellato la mia data.
Der Weg der neuern Bildung geht
von Humanität
durch Nationalität
zur Bestialität

(F. Grillparzer, aprile 1849)

Immagine

τί μοι σὺν δούλοισιν;

Avatar utente
fradiavolo_rOBERTO CONTE
Messaggi: 1833
Iscritto il: 29 mag 2005 11:43
Località: imperia

Re: ...intanto a Napoli

Messaggio da fradiavolo_rOBERTO CONTE » 29 mag 2019 15:39

La mania di cancellare o modificare le date a Napoli sta diventando una inquietante consuetudine e per chi, come me e tanti altri melomani, provvede per tempo all'organizzazione della trasferta un rischio economico, in biglietti di mezzi di trasporto e pernottamenti persi(oltre alle famigerate commissioni dei siti di biglietteria).
Mi bruciano ancora le ripetute modifiche al Siroe Re di Persia, o all'altra opera barocca prevista nell'estate 2017 alla Reggia di Caserta e mai andata in scena o, colmo della sfiga, quella programmata al Teatro di Corte in un giorno di "lavori in corso" e cancellata per "inquinamento".
Meno male che questa volta non avevo ancora programmato per questo Ermione.
Viva le femmine,
viva il buon vino,.
sostegno e gloria d'umanità

Avatar utente
WRossini
Messaggi: 1176
Iscritto il: 23 apr 2003 10:42

Re: ...intanto a Napoli

Messaggio da WRossini » 30 mag 2019 07:58

Martino Badoéro di Sanval ha scritto:
29 mag 2019 11:25
Non devono passarsela granché bene, visto che hanno ridotto le date di Ermione, da 4 a 3.
Cos’hanno fatto???? :argh
"I wish it was prohibited to sing any other living composer's music except Rossini, Paer, Mayer, and Carafa; and I should by no means object to be confined to the first." (Waldie)

Avatar utente
WRossini
Messaggi: 1176
Iscritto il: 23 apr 2003 10:42

Re: ...intanto a Napoli

Messaggio da WRossini » 30 mag 2019 08:02

WRossini ha scritto:
30 mag 2019 07:58
Martino Badoéro di Sanval ha scritto:
29 mag 2019 11:25
Non devono passarsela granché bene, visto che hanno ridotto le date di Ermione, da 4 a 3.
Cos’hanno fatto???? :argh
Ah ok, le mie no. No perché avevo prenotato anche un volo.
"I wish it was prohibited to sing any other living composer's music except Rossini, Paer, Mayer, and Carafa; and I should by no means object to be confined to the first." (Waldie)

Rispondi