Idomeneo, teatro alla Scala

Discussioni: per i neofiti che vogliono togliersi dei dubbi e per gli esperti che vogliono approfondire...
Rispondi
daphnis
Messaggi: 1573
Iscritto il: 17 mag 2014 10:01

Idomeneo, teatro alla Scala

Messaggio da daphnis » 01 feb 2019 17:21

E' stato annunciato che sarà diretto da Fasolis



marco vizzardelli



Dr.Malatesta
Messaggi: 2968
Iscritto il: 23 gen 2008 14:06

Re: Idomeneo, teatro alla Scala

Messaggio da Dr.Malatesta » 01 feb 2019 17:32

daphnis ha scritto:
01 feb 2019 17:21
E' stato annunciato che sarà diretto da Fasolis
...e di colpo può diventare interessante. A questo punto spero a Fasolis sia consentito rivedere tagli e organico
Matteo

fuor del mar ho un mare in seno

violamargherita
Messaggi: 1030
Iscritto il: 16 feb 2011 00:19

Re: Idomeneo, teatro alla Scala

Messaggio da violamargherita » 01 feb 2019 20:05

Dr.Malatesta ha scritto:
01 feb 2019 17:32
daphnis ha scritto:
01 feb 2019 17:21
E' stato annunciato che sarà diretto da Fasolis
...e di colpo può diventare interessante.
È una battuta?
Si passa dal modernariato prussiano alla bigiotteria ticinese.
Discutibilissima la scelta originaria, offensiva la scelta del sostituto.

Dr.Malatesta
Messaggi: 2968
Iscritto il: 23 gen 2008 14:06

Re: Idomeneo, teatro alla Scala

Messaggio da Dr.Malatesta » 01 feb 2019 21:39

violamargherita ha scritto:
01 feb 2019 20:05
Dr.Malatesta ha scritto:
01 feb 2019 17:32
daphnis ha scritto:
01 feb 2019 17:21
E' stato annunciato che sarà diretto da Fasolis
...e di colpo può diventare interessante.
È una battuta?
Per nulla! Almeno non si rischia il letargo. Ho sempre considerato il Dohnanyi direttore di nullo interesse.
Matteo

fuor del mar ho un mare in seno

violamargherita
Messaggi: 1030
Iscritto il: 16 feb 2011 00:19

Re: Idomeneo, teatro alla Scala

Messaggio da violamargherita » 01 feb 2019 23:15

Dr.Malatesta ha scritto:
01 feb 2019 21:39
violamargherita ha scritto:
01 feb 2019 20:05
Dr.Malatesta ha scritto:
01 feb 2019 17:32

...e di colpo può diventare interessante.
È una battuta?
Per nulla! Almeno non si rischia il letargo. Ho sempre considerato il Dohnanyi direttore di nullo interesse.
Lì ti seguo, ma è il tuo credito a Fasolis che mi sbigottisce...
A ogni modo io Idomeneo andrò a vederlo in autunno a Roma diretto dal meraviglioso Michele Mariotti: https://www.operaroma.it/spettacoli/ido ... -di-creta/. Al confronto (direttore, versione, cast, allestimento) lo spettacolo scaligero mi pare a livello di trovarobato.

Dr.Malatesta
Messaggi: 2968
Iscritto il: 23 gen 2008 14:06

Re: Idomeneo, teatro alla Scala

Messaggio da Dr.Malatesta » 02 feb 2019 00:30

Sulla versione scaligera non so che aspettarmi: che testo verrà proposto? Hai qualche indiscrezione?

Ps: Mariotti lo evito appena posso...è un direttore che non mi piace.

Pps: sarei davvero curioso di vedere lo spettacolo di Carsen
Matteo

fuor del mar ho un mare in seno

violamargherita
Messaggi: 1030
Iscritto il: 16 feb 2011 00:19

Re: Idomeneo, teatro alla Scala

Messaggio da violamargherita » 02 feb 2019 19:23

Dr.Malatesta ha scritto:
02 feb 2019 00:30
Sulla versione scaligera non so che aspettarmi: che testo verrà proposto? Hai qualche indiscrezione?
Ps: Mariotti lo evito appena posso...è un direttore che non mi piace.
Pps: sarei davvero curioso di vedere lo spettacolo di Carsen
Era - perché col cambio di direttore tutto può cambiare - una versione molto tagliata in stile opéra-ballet gluckiano. L'infausta presenza, pur se in un ruolo minore, di Kresimir Spicer è comunque un affronto al sistema uditivo degli spettatori.
A Roma, invece, finalmente va in scena la versione Wien 1786! Imperdibile, con la coppia di tenori padre e figlio costituita da Charles Workman e Joel Prieto.

Ps: Come puoi affermare ciò? È uno dei miei beniamini!
Pps: Fossi in te non lo perderei a Roma, perché le alternative saranno Madrid e Toronto (che coproducono).

biancano
Messaggi: 114
Iscritto il: 07 dic 2014 13:32

Re: Idomeneo, teatro alla Scala

Messaggio da biancano » 03 feb 2019 11:52

violamargherita ha scritto:
02 feb 2019 19:23
Dr.Malatesta ha scritto:
02 feb 2019 00:30
Sulla versione scaligera non so che aspettarmi: che testo verrà proposto? Hai qualche indiscrezione?
Ps: Mariotti lo evito appena posso...è un direttore che non mi piace.
Pps: sarei davvero curioso di vedere lo spettacolo di Carsen
Era - perché col cambio di direttore tutto può cambiare - una versione molto tagliata in stile opéra-ballet gluckiano. L'infausta presenza, pur se in un ruolo minore, di Kresimir Spicer è comunque un affronto al sistema uditivo degli spettatori.
A Roma, invece, finalmente va in scena la versione Wien 1786! Imperdibile, con la coppia di tenori padre e figlio costituita da Charles Workman e Joel Prieto.

Ps: Come puoi affermare ciò? È uno dei miei beniamini!
Pps: Fossi in te non lo perderei a Roma, perché le alternative saranno Madrid e Toronto (che coproducono).
di imperdibile in questo Idomeneo c'è sicuramente la regia....anche se invecchiano anche i registi ed è sempre difficile dire qualcosa di nuovo ad ogni spettacolo....la coppia tenorile mi pare tutt'altro che imperdibile....ignoravo che Workman cantasse ancora e questo repertorio in particolare :roll:

Avatar utente
mascherpa
Messaggi: 13880
Iscritto il: 28 apr 2004 14:12
Località: Borgotaro - Venezia

Re: Idomeneo, teatro alla Scala

Messaggio da mascherpa » 04 feb 2019 11:39

Dr.Malatesta ha scritto:
02 feb 2019 00:30
Mariotti lo evito appena posso...
A mio gusto, l'Idomeneo che gli sentii dirigere ormai una quindicina d'anni fa a Ferrara se la battè con quello diretto da Maag a Venezia nei primi anni Ottanta, rimasto per me mitico.

Sull'uso dei due tenori, dopo la produzione salisburghese di qualche anno fa Minkowski dichiarò onestamente, nel solito (allora) incontro con il pubblico alla fine della Mozartwoche, che s'era trattato d'un esperimento che non avrebbe ripetuto. Va detto, però, che non aveva adottato in toto la versione di Casa Auersperg (non destinata d'altra parte al teatro, ma a un'esecuzione concertante), preferendo realizzare uno dei soliti rischiosissimi pastiches. Che faranno con esattezza a Roma? Dalla locandina non s'evince piú di quel tanto.
Der Weg der neuern Bildung geht
von Humanität
durch Nationalität
zur Bestialität

(F. Grillparzer, aprile 1849)

Immagine

τί μοι σὺν δούλοισιν;

Rispondi