7 dicembre alla Scala: Andrea Chénier

Discussioni: per i neofiti che vogliono togliersi dei dubbi e per gli esperti che vogliono approfondire...

Moderatori: il_bonazzo, Berlioz

Rispondi
mario
Messaggi: 746
Iscritto il: 05 ago 2010 12:06
Località: Linbiate (MB)

Re: 7 dicembre alla Scala: Andrea Chénier

Messaggio da mario » 02 nov 2017 19:13

Janis&Opera ha scritto:Scusate ma sappiamo se anche quest'anno ci sará la diretta rai con la prima?
dal sito Rai

6 ottobre 2017
La Prima del Teatro alla Scala verrà trasmessa in diretta su Rai 1 e Rai Radio3, il 7 dicembre.
Ad inaugurare la stagione operistica 2017/2018, dopo lo straordinario successo di Madama Butterfly, sarà Andrea Chénier, il capolavoro di Umberto Giordano.
Diretta da Riccardo Chailly e con la regia di Mario Martone, l’operà verrà interpretata, tra gli altri, dalla grande voce di Anna Netrebko.



Avatar utente
Tebaldiano
Messaggi: 12916
Iscritto il: 16 gen 2004 16:17
Località: Toscana

Re: 7 dicembre alla Scala: Andrea Chénier

Messaggio da Tebaldiano » 02 nov 2017 19:39

mario ha scritto:
Janis&Opera ha scritto:Scusate ma sappiamo se anche quest'anno ci sará la diretta rai con la prima?
dal sito Rai

6 ottobre 2017
La Prima del Teatro alla Scala verrà trasmessa in diretta su Rai 1 e Rai Radio3, il 7 dicembre.
Ad inaugurare la stagione operistica 2017/2018, dopo lo straordinario successo di Madama Butterfly, sarà Andrea Chénier, il capolavoro di Umberto Giordano.
Diretta da Riccardo Chailly e con la regia di Mario Martone, l’operà verrà interpretata, tra gli altri, dalla grande voce di Anna Netrebko.
No comment
Immagine


violamargherita
Messaggi: 842
Iscritto il: 16 feb 2011 00:19

Re: 7 dicembre alla Scala: Andrea Chénier

Messaggio da violamargherita » 21 nov 2017 16:05

Grazie alla gestione Chailly/Pereira ormai la prima della Scala è ridotta a una succursale del Grande Fratello Vip: "baci veri".

http://www.lastampa.it/2017/11/21/spett ... DXrH2odaI/

fraaaa
Messaggi: 146
Iscritto il: 03 gen 2016 18:24

Re: 7 dicembre alla Scala: Andrea Chénier

Messaggio da fraaaa » 21 nov 2017 17:48

E il prossimo anno si aprira'con Attila.

Avatar utente
Puck
Messaggi: 1497
Iscritto il: 17 set 2012 21:43
Località: Pordenone

Re: 7 dicembre alla Scala: Andrea Chénier

Messaggio da Puck » 21 nov 2017 18:01

fraaaa ha scritto:
21 nov 2017 17:48
E il prossimo anno si aprira'con Attila.
Si sa già qualcosa di cast/direttore/regista?
How now, spirits?

fraaaa
Messaggi: 146
Iscritto il: 03 gen 2016 18:24

Re: 7 dicembre alla Scala: Andrea Chénier

Messaggio da fraaaa » 21 nov 2017 19:19

Direttore scontato, sul resto non saprei...

violamargherita
Messaggi: 842
Iscritto il: 16 feb 2011 00:19

Re: 7 dicembre alla Scala: Andrea Chénier

Messaggio da violamargherita » 26 nov 2017 00:10

Oggi, alla fin troppo tardiva domanda della stampa su quale senso abbia aprire la stagione scaligera con Andrea Chénier, il direttore musicale ha risposto: «Perché è l’opera dei milanesi». Sono disponibile a sborsare una lauta ricompensa a chi sappia illuminarmi sul significato e sulla adeguatezza di tale risposta.

Avatar utente
steccanella
Messaggi: 3135
Iscritto il: 14 feb 2007 18:48

Re: 7 dicembre alla Scala: Andrea Chénier

Messaggio da steccanella » 27 nov 2017 16:31

Può avere senso aprire con Chenier se disponi di un grande tenore come poteva avere senso riproporre Bolena se si disponeva di un grande soprano. Invece si è fatta Bolena senza un grande soprano e quando si dispone di un grande soprano (che fece a Vienna anni orsono una Bolena notevole) si apre con Chenier... il fatto che Chenier sia stato rappresentato per la prima volta alla Scala non la fa diventare "opera dei milanesi" perchè con quel criterio altrimenti lo sarebbe anche la Gemma di Vergy...
Elfo Catalano

albertoemme
Messaggi: 692
Iscritto il: 03 feb 2015 17:51

Re: 7 dicembre alla Scala: Andrea Chénier

Messaggio da albertoemme » 27 nov 2017 16:36

A me -che sono lombardo- l'opera di Giordano va benissimo, speriamo mi vada bene anche Andrea Chénier, altrimenti nella mia grama esistenza nobilitata solo dalla frequentazione di tanti settedicembre, non sarà l'ultima volta che il dopo teatro sarà meglio della prima.-

Rispondi