Tristan und Isolde al Regio di Torino

Discussioni: per i neofiti che vogliono togliersi dei dubbi e per gli esperti che vogliono approfondire...

Moderatori: il_bonazzo, Berlioz

umangialaio
Messaggi: 1508
Iscritto il: 15 mar 2010 14:45
Località: Milano

Re: Tristan und Isolde al Regio di Torino

Messaggio da umangialaio » 11 ott 2017 16:35

A me RD Smith piacque parecchio a Roma. Non mi dispiacque neanche Gould, comunque, in una trasmissione radiofonica con Stemme e Pappano.

U



daphnis
Messaggi: 1151
Iscritto il: 17 mag 2014 10:01

Re: Tristan und Isolde al Regio di Torino

Messaggio da daphnis » 11 ott 2017 16:57

Confermo.Dean Smith fu assai musicale, piacevole

Avatar utente
UltrasFolgoreVerano
Messaggi: 16073
Iscritto il: 23 dic 2001 21:42
Località: Verano Brianza (MI)
Contatta:

Re: Tristan und Isolde al Regio di Torino

Messaggio da UltrasFolgoreVerano » 11 ott 2017 17:19

Io farei carte false per sentire Seiffert ... ecco uno dei motivi per cui preferisco andare in teatri di fama, piuttosto che al Coccia od altri teatri meno rinomati.
Ultima modifica di UltrasFolgoreVerano il 11 ott 2017 20:37, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
notung
Messaggi: 18196
Iscritto il: 07 nov 2004 23:10
Località: Trieste
Contatta:

Re: Tristan und Isolde al Regio di Torino

Messaggio da notung » 11 ott 2017 19:50

Avendo la fortuna di frequentare anche teatri di seconda fascia o almeno non particolarmente rinomati, per quanto riguarda il Tristan credo sia uno dei casi più clamorosi di strapotere di agenzie e incompetenza dei direttori artistici o di chi sceglie i cast. O di tutte le cose insieme, ovviamente.
Gli ultimi 4 interpreti di Tristan ascoltati in teatro erano artisti residenti o poco più, del tutto sconosciuti o quasi, ma dal rendimento straordinariamente migliore di nomi blasonati, Bayreuth compresa.
La Spada di Sigfrido

http://amfortas.wordpress.com/

<<Sono responsabile di quello che dico non di quello che capiscono gli altri.>> Massimo Troisi, forse.

Madama
Messaggi: 94
Iscritto il: 04 feb 2016 01:28
Località: Torino

Re: Tristan und Isolde al Regio di Torino

Messaggio da Madama » 11 ott 2017 23:49

Buona sera,
io ho assistito ieri al mio primo Wagner. Primo veramente, poichè non l'avevo mai nemmeno ascoltato.
Sono stupita della bellezza e capacità espressiva della sua musica e dalla poesia del testo. Non avrei mai pensato di apprezzare Wagner e di reggere 5 ore di opera. In gran parte grazie alla regia e lettura di Guth. Espressiva, passionale, tragica realizzazione. Che meraviglia tutto quanto, regia, costumi, scenografia.
Vi partecipo la mia gioia ed il mio stupore che penso sia comunque inferiore al vostro leggendo che qualcuno in anni di opera non ha MAI ascoltato Wagner.
Mi fa piacere sapere che è stata una buona conduzione quella di Noseda, io ovviamente non mi sarei accorta del contrario. E come me di solito metà del pubblico della prima...
Mi piacerebbe leggere i vostri commenti sulla interpretazione e trasposizione della storia fatta da Guth, e sulla sua regia.
Grazie a tutti
Carla
Carla

Avatar utente
mascherpa
Messaggi: 13205
Iscritto il: 28 apr 2004 14:12
Località: Borgotaro - Venezia

Re: Tristan und Isolde al Regio di Torino

Messaggio da mascherpa » 12 ott 2017 09:33

notung ha scritto:Avendo la fortuna di frequentare anche teatri di seconda fascia o almeno non particolarmente rinomati, per quanto riguarda il Tristan credo sia uno dei casi più clamorosi di strapotere di agenzie e incompetenza dei direttori artistici o di chi sceglie i cast. O di tutte le cose insieme, ovviamente.
Gli ultimi 4 interpreti di Tristan ascoltati in teatro erano artisti residenti o poco più, del tutto sconosciuti o quasi, ma dal rendimento straordinariamente migliore di nomi blasonati, Bayreuth compresa.
Potresti fare, per favore, una versione di questo post abbreviata a 255 caratteri, affinché la possa adottare come mia firma?
Il quartetto è la forma più alta di democrazia (Angelo Zanin, Quartetto di Venezia)

Immagine

τί μοι σὺν δούλοισιν;

Avatar utente
notung
Messaggi: 18196
Iscritto il: 07 nov 2004 23:10
Località: Trieste
Contatta:

Re: Tristan und Isolde al Regio di Torino

Messaggio da notung » 12 ott 2017 09:57

Può andare?

Frequento teatri di seconda fascia o almeno non così rinomati. Tristan è una parte che conferma lo strapotere delle agenzie, l’insipienza dei direttori artistici o di chi sceglie i cast. O tutte queste cose insieme.



Mi rendo conto che non è il massimo ma ora non ho tempo di pensarci.

Se non va bene sentiti libero di modificare a tuo gusto, non ti chiederò i diritti d’autore :mrgreen:
La Spada di Sigfrido

http://amfortas.wordpress.com/

<<Sono responsabile di quello che dico non di quello che capiscono gli altri.>> Massimo Troisi, forse.

Avatar utente
mascherpa
Messaggi: 13205
Iscritto il: 28 apr 2004 14:12
Località: Borgotaro - Venezia

Re: Tristan und Isolde al Regio di Torino

Messaggio da mascherpa » 12 ott 2017 10:25

notung ha scritto:Frequento teatri di seconda fascia o almeno non così rinomati. Tristan è una parte che conferma lo strapotere delle agenzie, l’insipienza dei direttori artistici o di chi sceglie i cast. O tutte queste cose insieme.
Grazie, Paolo, non m'aspettavo una risposta cosí rapida. In cui, però, si perde il concetto, per me essenziale, di «artisti residenti o poco più, del tutto sconosciuti o quasi, ma dal rendimento straordinariamente migliore di nomi blasonati». Ci penserò su.
Il quartetto è la forma più alta di democrazia (Angelo Zanin, Quartetto di Venezia)

Immagine

τί μοι σὺν δούλοισιν;

Avatar utente
mascherpa
Messaggi: 13205
Iscritto il: 28 apr 2004 14:12
Località: Borgotaro - Venezia

Re: Tristan und Isolde al Regio di Torino

Messaggio da mascherpa » 12 ott 2017 10:30

Ho trovato di grande pertinenza il richiamo alla «solerzia sabauda» proprio all'inizio della recensione in HP. Infatti anche il fugone del 9 settembre 1943 cominciò al mattino molto presto.
Il quartetto è la forma più alta di democrazia (Angelo Zanin, Quartetto di Venezia)

Immagine

τί μοι σὺν δούλοισιν;

Madama
Messaggi: 94
Iscritto il: 04 feb 2016 01:28
Località: Torino

Re: Tristan und Isolde al Regio di Torino

Messaggio da Madama » 12 ott 2017 11:55

Bella la recensione in HP
Carla

Rispondi