Yusif Eyvazov

Discussioni: per i neofiti che vogliono togliersi dei dubbi e per gli esperti che vogliono approfondire...

Moderatori: il_bonazzo, Berlioz

Rispondi
Avatar utente
Puck
Messaggi: 1048
Iscritto il: 17 set 2012 21:43
Località: Pordenone

Yusif Eyvazov

Messaggio da Puck » 06 ago 2017 18:15

Cioè il Signor Netrebko. Ai melomani italiani piace pochissimo, il che, per quanto mi riguarda, depone a suo favore. Quelli che amano giudicare gli spettacoli ancora prima che vadano in scena stanno già preparando i pomodori per il prossimo 7 dicembre. Io lo conosco poco o niente, ho ascoltato qualcosa sul tubo e non mi ha fatto una particolare impressione, dal vivo non ho mai avuto occasione di incrociarlo. Eppure oggi stavo sentendo la Manon Lescaut incisa con la moglie e, devo dire, non mi dispiace. Certo la voce non ha niente di bello e l'emissione non è di alta scuola, però l'interprete c'è, ha una sua espressività efficace e pulita, non si canta addosso, cerca di dare senso alle parole, di sfumare. Insomma il giudizio è, tutto sommato, positivo. Poi certo, se ci fermiamo ai suoni ingolati e agli acuti tirati allora non troveremo niente di buono in questo tenore. Cosa ne pensate? Qualcuno ha avuto occasione di ascoltarlo dal vivo?


How now, spirits?

fracapi
Messaggi: 1632
Iscritto il: 29 set 2003 12:56

Re: Yusif Eyvazov

Messaggio da fracapi » 06 ago 2017 21:54

Puck ha scritto:Cioè il Signor Netrebko. Ai melomani italiani piace pochissimo, il che, per quanto mi riguarda, depone a suo favore. Quelli che amano giudicare gli spettacoli ancora prima che vadano in scena stanno già preparando i pomodori per il prossimo 7 dicembre. Io lo conosco poco o niente, ho ascoltato qualcosa sul tubo e non mi ha fatto una particolare impressione, dal vivo non ho mai avuto occasione di incrociarlo. Eppure oggi stavo sentendo la Manon Lescaut incisa con la moglie e, devo dire, non mi dispiace. Certo la voce non ha niente di bello e l'emissione non è di alta scuola, però l'interprete c'è, ha una sua espressività efficace e pulita, non si canta addosso, cerca di dare senso alle parole, di sfumare. Insomma il giudizio è, tutto sommato, positivo. Poi certo, se ci fermiamo ai suoni ingolati e agli acuti tirati allora non troveremo niente di buono in questo tenore. Cosa ne pensate? Qualcuno ha avuto occasione di ascoltarlo dal vivo?
________________________________________________________________________________________________________________________

se ne parlo in : Re: Stagioni 2017/2018 pag. 16 -17
rispondendo a Tebaldiano scrissi :

Prima di tutto nessuna opera, neppure lo Chénier, va "gridata". Ci sono fior di esempi di esecuzioni di questo ruolo in cui non si grida (Pertile, Bergonzi, Tucker). Se m dici che è un ruolo dove si può mettere in mostra la voce lasciandosi andare (senza eccedere) a un po' di esteriorità posso anche darti ragione , ma a patto di averla la voce (Gigli, Del Monaco, Corelli). ha una voce di qualità modestissima, brutta come poche. Il fatto che possa cavarsela in qualche modo in una produzione con poche ambizioni e che non scandalizzi se sia scritturato in un secondo cast a Como non vuol dire che sia accettabile che inauguri la Scala in un title-role di un'opera che ruota attorno al tenore. Ripeto a me pare qualcosa al limite, se non oltre, la provocazione al pubblico. Così come spero che sia una (tua) provocazione il solo paragone tra Prima di tutto nessuna opera, neppure lo Chénier, va "gridata". Ci sono fior di esempi di esecuzioni di questo ruolo in cui non si grida (Pertile, Bergonzi, Tucker). Se m dici che è un ruolo dove si può mettere in mostra la voce lasciandosi andare (senza eccedere) a un po' di esteriorità posso anche darti ragione , ma a patto di averla la voce (Gigli, Del Monaco, Corelli). Eyvazov ha una voce di qualità modestissima, brutta come poche. Il fatto che possa cavarsela in qualche modo in una produzione con poche ambizioni e che non scandalizzi se sia scritturato in un secondo cast a Como non vuol dire che sia accettabile che inauguri la Scala in un title-role di un'opera che ruota attorno al tenore. Ripeto a me pare qualcosa al limite, se non oltre, la provocazione al pubblico. Così come spero che sia una (tua) provocazione il solo paragone tra Eyvazov e Kaufmann, a prescindere dai gusti legittimi. (Ma che centra la Bohème, poi?). e Kaufmann, a prescindere dai gusti legittimi. (Ma che centra la Bohème, poi?).

Tebaldiano.
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

.. prima di tutto Ti saluto e Ti ringrazio per la risposta .

.. lo so' che Tu ed io abbiamo nelle teche l'Andrea di Corelli , Bergonzi , Del Monaco ecc ..dove alla stentorieta' si unisce anche la classe , ma ne io ne tu li abbiamo ascoltati... per ragioni anagrafiche. Io ho sempre sentito tenori a cui saltavano le vene del collo.. e piu' diventavano paonazzi e piu' la gente applaudiva... quindi se l'Azero si comporta come loro, ha serie probabilita' di avere successo.
Il marito della soprana in questione , stando ai fatti , che ora ho letto , e' un " giovanotto " di 40 anni , che avrebbe conosciuto la nostra 3 anni fa' . Prima , ha vinto premi e cantato in svariati grandi teatri. La logica mi fa' pensare che per cantare ( e conoscere ) la russa , che tre anni fa' era una superstar , dovesse essere un tenore piuttosto conosciuto.
Prescindendo dai gusti , trovo il tedesco veramente insopportabile da ascoltare dal vivo e rimpiango i soldi spesi , cosa che non faccio mai , in quanto il suo gargarismo non mi permetteva di addormentarmi , che almeno mi riesce con gli altri scarsi come lui.
Boheme , perche' e' la prima che ho trovato nella quale cantasse con Anna.
Ma poi... provocazione per farlo cantare all'innaugurazione della Scala .. aohh , ma ci ha pure cantato Beczala.. non so se mi spiego... ( almeno lui pero' mi concilia il sonno ) .
non hai ri sposto se lo hai o no ascoltato dal vivo . io si . il timmbro e' bruttino , fa una frase si ferma e poi spara con molto volume , non mi piace. come non mi piace il suo repertorio verista .. pero potrebbe avere successo alla prima..
Ti risaluto.
P.S. sembra dal vivo apparentemente un burino alla Cura , pero' metre Cura lo e' sicuramente lui mi pare che lo faccia , per fare il tenore , piu' che esserlo . Tralaltro nella sua biografia si legge che il padre e' un professore universitario e lui studiava metereologia ( roba difficilissima ) .

Fracapi

fracapi
Messaggi: 1632
Iscritto il: 29 set 2003 12:56

Re: Yusif Eyvazov

Messaggio da fracapi » 06 ago 2017 22:14

P.S. sembra dal vivo apparentemente un burino alla Cura , pero' metre Cura lo e' sicuramente lui mi pare che lo faccia , per fare il tenore , piu' che esserlo

secondo me questo video , che ho appena visto, conferma il parere di alcuni mesi fa.

Avatar utente
paperino
Messaggi: 15720
Iscritto il: 25 set 2003 08:17
Località: Firenze

Re: Yusif Eyvazov

Messaggio da paperino » 06 ago 2017 22:42

L'ho ascoltato dal vivo una sola volta, nella "galeotta" Manon Lescaut romana che segnò l'incontro con quella che sarebbe divenuta la sua compagna. Io sentii un timbro piuttosto ingrato, un interprete abbastanza partecipe ma non personalissimo. Non combinò particolari danni, ma non mi fece venir voglia di approfondire la sua conoscenza. Ho sentito dire che da allora sia migliorato. Sentiremo questo Andrea Chénier.
La conversazione languiva, come sempre d'altronde quando si parla bene di qualcuno (Laclos/Poli).

antuan
Messaggi: 1943
Iscritto il: 15 dic 2002 18:06
Località: Montecatini Terme
Contatta:

Re: Yusif Eyvazov

Messaggio da antuan » 08 ago 2017 20:29

Ascoltato due volte dal vivo, una volta prima e una volta poco dopo l'unione con la Netrebko.
secondo me il classico tenore odierno "un tanto al kilo" con tanta voce, poca tecnica, fraseggio approssimativo, interpretazione generica.
può darsi che dopo il matrimonio il gusto, lo stile e la tecnica si siano raffinati e quindi sia pronto per l'apertura scaligera. lo auguro ai coniugi, al teatro alla Scala, e a noi melomani, oltre che alla musica!

Dr.Malatesta
Messaggi: 2676
Iscritto il: 23 gen 2008 14:06

Re: Yusif Eyvazov

Messaggio da Dr.Malatesta » 08 ago 2017 20:52

Io lo trovo orribile, dilettantesco e improponibile in qualsiasi cosa.
Matteo

fuor del mar ho un mare in seno

umangialaio
Messaggi: 1508
Iscritto il: 15 mar 2010 14:45
Località: Milano

Re: Yusif Eyvazov

Messaggio da umangialaio » 08 ago 2017 21:08

paperino ha scritto:Ho sentito dire che da allora sia migliorato.
Da chi?

U

Avatar utente
paperino
Messaggi: 15720
Iscritto il: 25 set 2003 08:17
Località: Firenze

Re: Yusif Eyvazov

Messaggio da paperino » 08 ago 2017 21:37

umangialaio ha scritto:
paperino ha scritto:Ho sentito dire che da allora sia migliorato.
Da chi?

U
Da varie persone su Facebook, ma non so quanto attendibili, in quanto non le conosco di persona.
La conversazione languiva, come sempre d'altronde quando si parla bene di qualcuno (Laclos/Poli).

Avatar utente
legolas
Site Admin
Messaggi: 15162
Iscritto il: 20 ago 2003 09:11
Località: Bosco Atro Settentrionale
Contatta:

Re: Yusif Eyvazov

Messaggio da legolas » 11 ago 2017 13:29

Ascoltato due volte, Turiddu e Radamès. Spero non me ne capiti una terza.
BLOND OUTSIDE, PLATINIUM INSIDE

Avatar utente
Puck
Messaggi: 1048
Iscritto il: 17 set 2012 21:43
Località: Pordenone

Re: Yusif Eyvazov

Messaggio da Puck » 11 ago 2017 14:49

legolas ha scritto:Ascoltato due volte, Turiddu e Radamès. Spero non me ne capiti una terza.
:mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

Un assaggio dello Chenier che verrà, abbastanza terribile.

How now, spirits?

Rispondi