Rebeka Lokar, Saioa Hernandez... e i grandi teatri?

Discussioni: per i neofiti che vogliono togliersi dei dubbi e per gli esperti che vogliono approfondire...
Avatar utente
manrico64
Site Admin
Messaggi: 18167
Iscritto il: 10 lug 2001 23:31
Contatta:

Re: Rebeka Lokar, Saioa Hernandez... e i grandi teatri?

Messaggio da manrico64 » 10 feb 2019 12:57

Puck ha scritto:
07 feb 2019 19:57
albertoemme ha scritto:
07 feb 2019 18:55
Ci sono cantanti che migliorano nel tempo.
Non ci piove. Per la stessa Silvia Della Benetta anni fa non avrei pronosticato un avvenire da rossiniana di razza o addirittura da Norma e Aida.
concordo!


Danilo

Avatar utente
paperino
Messaggi: 16408
Iscritto il: 25 set 2003 08:17
Località: Firenze

Re: Rebeka Lokar, Saioa Hernandez... e i grandi teatri?

Messaggio da paperino » 10 feb 2019 20:14

manrico64 ha scritto:
10 feb 2019 12:57
Puck ha scritto:
07 feb 2019 19:57
albertoemme ha scritto:
07 feb 2019 18:55
Ci sono cantanti che migliorano nel tempo.
Non ci piove. Per la stessa Silvia Della Benetta anni fa non avrei pronosticato un avvenire da rossiniana di razza o addirittura da Norma e Aida.
concordo!
Io qualche dubbio continuo a nutrirlo, ma pare che nelle mie esperienze di ascolto sia stato particolarmente sfortunato.
La conversazione languiva, come sempre d'altronde quando si parla bene di qualcuno (Laclos/Poli).

Avatar utente
side
Messaggi: 1234
Iscritto il: 12 ott 2005 21:05
Località: Napoli

Re: Rebeka Lokar, Saioa Hernandez... e i grandi teatri?

Messaggio da side » 20 apr 2019 09:33

Ieri ho assistito alla Butterfly della Lokar, il mio unico motivo di interesse per questa produzione sancarliana. Mi aspettavo una grande Cio Cio San e invece mi ha colpito un grande Pinkerton: Angelo Villari, a me sconosciuto prima di ieri.
La Lokar ha cantato bene, e con grande morbidezza, alcuni passaggi, come tutto l'ingresso del primo atto, chiuso da un bell'acuto filato, e l'inizio della celebre aria del secondo atto. Per il resto è stata una prova senza alcuna emozione, direi inespressiva. Poco incisiva nei passaggi d'impeto, e anche la qualità timbrica non mi è parsa eccellente, poco rotonda e povera di armonici. Se ripenso alla strepitosa Butterfly di Maria Teresa Leva ascoltata al Petruzzelli un mese fa, la Lokar scompare.
SIDE....pronuncia SAID...ma per chi vuole va bene anche side.

Rispondi