Almanacco del giorno

Discussioni: per i neofiti che vogliono togliersi dei dubbi e per gli esperti che vogliono approfondire...
Rispondi
Avatar utente
massenetiana
Messaggi: 790
Iscritto il: 11 dic 2017 12:06
Località: Costiera Amalfitana e zona vesuviana

Re: Almanacco del giorno

Messaggio da massenetiana » 07 mar 2018 02:02

Il 7 marzo 1875 nasceva Maurice Ravel.



Il 7 marzo 1998, inoltre, moriva Leonie Rysanek.


massenetiana sfegatata

" 'A morte 'o ssaje ched'è? È una livella"
(Antonio De Curtis, 'A livella)

"Ogni napoletano è vesuviano, ogni napoletano è precario ma determinato"
(Maurizio De Giovanni)

Avatar utente
massenetiana
Messaggi: 790
Iscritto il: 11 dic 2017 12:06
Località: Costiera Amalfitana e zona vesuviana

Re: Almanacco del giorno

Messaggio da massenetiana » 08 mar 2018 00:04

L'8 marzo 1875 a Napoli nasceva Franco Alfano.
massenetiana sfegatata

" 'A morte 'o ssaje ched'è? È una livella"
(Antonio De Curtis, 'A livella)

"Ogni napoletano è vesuviano, ogni napoletano è precario ma determinato"
(Maurizio De Giovanni)

Avatar utente
Neldìdellavittoria
Messaggi: 228
Iscritto il: 12 nov 2017 20:30

Re: Almanacco del giorno

Messaggio da Neldìdellavittoria » 09 mar 2018 11:48

Il 9 marzo 1930 nasceva Thomas Schippers, cui devo - tra le altre cose - la più bella Bohème che abbia mai ascoltato.
Scomparso prematuramente all'età di 47 anni, alcune tra le prove direttoriali più conosciute del maestro statunitense sono una Medea scaligera con Maria Callas e Jon Vickers, una storica ripresa dell'Assedio di Corinto con Beverly Sills e Marilyn Horne e una Lucia di Lammermoor di nuovo con la Sills affiancata da Carlo Bergonzi.
Schippers fu anche molto presente al Festival dei Due Mondi di Spoleto sin dalla sua prima edizione nel 1958, ed è in questa città che ancora oggi riposano le sue ceneri.

Die bitteren Tränen der Petra von Kant

Avatar utente
massenetiana
Messaggi: 790
Iscritto il: 11 dic 2017 12:06
Località: Costiera Amalfitana e zona vesuviana

Re: Almanacco del giorno

Messaggio da massenetiana » 13 mar 2018 00:22

Il 13 marzo 2003, a Napoli moriva il grande Roberto Murolo.
massenetiana sfegatata

" 'A morte 'o ssaje ched'è? È una livella"
(Antonio De Curtis, 'A livella)

"Ogni napoletano è vesuviano, ogni napoletano è precario ma determinato"
(Maurizio De Giovanni)

Avatar utente
mascherpa
Messaggi: 14018
Iscritto il: 28 apr 2004 14:12
Località: Borgotaro - Venezia

Re: Almanacco del giorno

Messaggio da mascherpa » 13 mar 2018 10:32

Neldìdellavittoria ha scritto:
09 mar 2018 11:48
...Thomas Schippers ... una storica ripresa dell'Assedio di Corinto
Rimane indiscussa la grandissima capacità d'emozionare che ebbe in teatro e, a mio parere, mantiene in registrazione quello spettacolo scaligero di quasi mezzo secolo fa, però è anche indiscutibile che Schippers non riprese la versione italiana di Calisto Bassi della Siège de Corynthe parigina, ma diresse un collage inedito di essa e del Maometto II napoletano. Senza volersene scandalizzare come fece per tutta la sua vita Philip Gossett (vedi anche un acidissimo articolo nel programma di sala della Donna del Lago genovese con Flórez, 2004), mi sembra improprio parlare di «storica ripresa». Si trattò comunque d'uno spettacolo "storico", anche per l'altissima qualità della direzione di Schippers e delle due cantanti americane, che contribuí non poco a fare esplodere l'interesse teatrale per il "Rossini serio" (anche se c'erano già stati illustri precedenti, tra cui proprio una "ripresa" propriamente detta dell'Assedio nel 1951 all'Opera di Roma).
Der Weg der neuern Bildung geht
von Humanität
durch Nationalität
zur Bestialität

(F. Grillparzer, aprile 1849)

Immagine

τί μοι σὺν δούλοισιν;

Avatar utente
Neldìdellavittoria
Messaggi: 228
Iscritto il: 12 nov 2017 20:30

Re: Almanacco del giorno

Messaggio da Neldìdellavittoria » 13 mar 2018 11:15

mascherpa ha scritto:
13 mar 2018 10:32
mi sembra improprio parlare di «storica ripresa». Si trattò comunque d'uno spettacolo "storico", anche per l'altissima qualità della direzione di Schippers e delle due cantanti americane, che contribuí non poco a fare esplodere l'interesse teatrale per il "Rossini serio" (anche se c'erano già stati illustri precedenti, tra cui proprio una "ripresa" propriamente detta dell'Assedio nel 1951 all'Opera di Roma).
Hai ragione, ti ringrazio per la precisazione.
Sarebbe interessante sapere se e quanto, ad esempio, l'Armida fiorentina del 1952 contribuì a sua volta a stimolare l'interesse per il Rossini serio: non nascondo che il desiderio di un maggiore coinvolgimento della Callas in questo repertorio sia una delle mie fissazioni più pertinaci... ma temo che sia davvero fantascienza.
Die bitteren Tränen der Petra von Kant

Avatar utente
mascherpa
Messaggi: 14018
Iscritto il: 28 apr 2004 14:12
Località: Borgotaro - Venezia

Re: Almanacco del giorno

Messaggio da mascherpa » 13 mar 2018 11:34

Neldìdellavittoria ha scritto:
13 mar 2018 11:15
Sarebbe interessante sapere se e quanto, ad esempio, l'Armida fiorentina del 1952 contribuì a sua volta a stimolare l'interesse per il Rossini serio
Anche quello spettacolo fu considerato "storico". Purtroppo la fruibilità della registrazione è molto minore che non nel caso Schippers-Assedio-Scala.

Tieni conto che nel 1952 il "turismo lirico" era assai piú limitato non dico di quello d'oggi, ma anche solo che negli anni Sessanta. Sebbene la "riscoperta" dell'Armida e l'interpretazione della Callas avessero fatto scalpore tra gli "addetti ai lavori" (se ne coglie traccia anche nel Rossini di Luigi Rognoni, la cui prima edizione risale al 1956 presso Guanda), non mi pare che l'effetto-stimolo sia stato determinante, e di certo fu inferiore a quello dovuto alla disinvoltissima antologia della Semiramide dieci anni dopo alla Scala.
Ultima modifica di mascherpa il 13 mar 2018 13:08, modificato 1 volta in totale.
Der Weg der neuern Bildung geht
von Humanität
durch Nationalität
zur Bestialität

(F. Grillparzer, aprile 1849)

Immagine

τί μοι σὺν δούλοισιν;

umangialaio
Messaggi: 1688
Iscritto il: 15 mar 2010 14:45
Località: Milano

Re: Almanacco del giorno

Messaggio da umangialaio » 13 mar 2018 11:59

Vittorio, quindi Tu hai sentito la Sills in teatro cantare "Dal soggiorno degli estinti"?

Dilungati!

U

Avatar utente
mascherpa
Messaggi: 14018
Iscritto il: 28 apr 2004 14:12
Località: Borgotaro - Venezia

Re: Almanacco del giorno

Messaggio da mascherpa » 13 mar 2018 13:05

umangialaio ha scritto:
13 mar 2018 11:59
Vittorio, quindi Tu hai sentito la Sills in teatro cantare "Dal soggiorno degli estinti"?
Relata referebam: nell'aprile-maggio del 1969 ero troppo impegnato con la "lunga occupazione" del Politecnico, in assemblee e controcorsi e cosette del genere, per trovare anche il tempo d'andare in teatro. Chi vi andò ne raccontò unanimemente meraviglie, a mio parere confermate dalla registrazione.
Der Weg der neuern Bildung geht
von Humanität
durch Nationalität
zur Bestialität

(F. Grillparzer, aprile 1849)

Immagine

τί μοι σὺν δούλοισιν;

Avatar utente
karalis
Messaggi: 567
Iscritto il: 06 nov 2010 16:35

Re: Almanacco del giorno

Messaggio da karalis » 13 mar 2018 15:26

mascherpa ha scritto:
13 mar 2018 13:05
umangialaio ha scritto:
13 mar 2018 11:59
Vittorio, quindi Tu hai sentito la Sills in teatro cantare "Dal soggiorno degli estinti"?
Relata referebam: nell'aprile-maggio del 1969 ero troppo impegnato con la "lunga occupazione" del Politecnico, in assemblee e controcorsi e cosette del genere, per trovare anche il tempo d'andare in teatro. Chi vi andò ne raccontò unanimemente meraviglie, a mio parere confermate dalla registrazione.
Io c'ero e posso assicurare che i filati della Sills nella preghiera finale mi sono rimasti per sempre nelle orecchie nonostante la qualità della voce non fosse delle migliori.

Rispondi