Almanacco del giorno

Discussioni: per i neofiti che vogliono togliersi dei dubbi e per gli esperti che vogliono approfondire...

Moderatori: il_bonazzo, Berlioz

Rispondi
Avatar utente
Tosca
Messaggi: 27555
Iscritto il: 13 lug 2001 14:27
Località: Viareggio

Almanacco del giorno

Messaggio da Tosca » 14 gen 2014 10:13

Mi piacerebbe aprire una sorta di rubrica con le ricorrenze musicali del giorno, siano compleanni di persone fisiche o anniversari di prime esecuzioni; insomma: tutte le date importanti che gravitano attorno al mondo della musica.
Inizio con la "mia" Tosca la cui prima esecuzione avvenne a Roma, al Teatro Costanzi, il 14 gennaio del 1900.

Immagine

Puccini così scriveva ad Arturetto Toscanini nel 1898, di ritorno a Milano dopo un soggiorno parigino per la prima di Bohème, "Tosca va avanti bene, ricordati che tu devi essere il suo sverginatore".
Così non avvenne e lo sverginatore sarà Leopoldo Mugnone.
Il sor Giacomo aveva grandi aspettative sul buon esito della prima: nel 1900 una prima pucciniana era considerata una sorta di evento nazionale; infatti in sala oltre a musicisti come Mascagni, Franchetti, Cilea e Sgambati, sedevano il generale Pelloux e, dal secondo atto, la regina Margherita. Il clima era teso a causa dei moti popolari del 1898 e venne addirittura ipotizzata la presenza di una bomba in teatro.
Un crescente brusio tra il pubblico spinse Mugnone a interrompere l'opera dopo solo poche battute, ma si trattava solo di proteste per l'ingresso in sala di spettatori ritardatari e l'esecuzione andò avanti senza incidenti di sorta.
Ricordiamo anche gli interpreti che furono la Hariclea Darclèe (Tosca), Emilio De Marchi (Cavaradossi), Eugenio Giraldoni (Scarpia), Ettore Borrelli (Sagrestano) e Enrico Giordani (Spoletta).
Vennero bissati "Recondita amornia", il finale del primo atto e "Vissi d'arte". Dopo il preludio del terzo atto ci furono grandi applausi e il grido "Fuori il maestro!". Di nuovo vennero bissati "E lucean le stelle" e il duetto. Molte chiamate alla ribalta di cui tre solo per il compositore.
Non fu, però, il grande successo atteso, con i critici che pur riconoscendo l'originalità del lavoro svolto da Puccini avanzarono riserve sull'opera nel suo complesso, allineandosi al giudizio già sostenuto da Giacosa che quello era soggetto NON adatto a essere musicato.
Interessante è citare la recensione fatta il 16 gennaio 1900 da Ippolito Valletta nella Rassegna Musicale della Nuova Antologia che definendosi "di gusti antiquati" obietta a certi "[...] disegni armonici e [...] ricami orchestrali [...] che la modernità ammette, anzi esige". Ma poi scrive: "Talune fogge di armonizzare la scala, molte successioni di accordi di quarta, ritardi immensi di risoluzioni di intervalli dissonanti (della preparazione non si parla più), rapide transizioni di modulazioni curiose, e contrasti di ritmi e sincopi frequenti, e sussulti di accenti forti segnati nei tempi deboli della misura, quello sfondo mobile o caleidoscopico nel quale Puccini si compiacque nella Bohème e si delizia nella Tosca [...]. Dato questo sistema, pochi se ne valgono con la disinvoltura e coll'abilità di Puccini: egli trova nella sua tavolozza tutti i colori e tutte le sfumature, sotto le sue mani il tessuto strumentale diventa di completa duttilità, le gradazioni di sonorità sono innumerevoli, l'impasto è quasi sempre simpatico [...]".
Finisco copiando fedelmente ciò che scrive Juline Budden nel suo Puccini, testo da cui ho preso le notizie sopra citate:
"Soprattutto [Ippolito Valletta] non lasciava dubbi sul vigore creativo e sulla forza drammatica dell'opera.
Il pubblico, all'inizio un po' incerto, si allineò ben presto su questo punto di vista. Prima della fine dell'anno Tosca era stata data a Londra, Buenos Aires e New York. E, per una volta, Puccini non sentì la necessità di fare cambiamenti di sostanza nella partitura stampata".
Olè!
Auguri, Tosca!

Immagine
Ultima modifica di Tosca il 14 gen 2014 10:23, modificato 1 volta in totale.


Immagine

Io casco dalle nuvole, io casco, casco giù.

Marilisa Marilì Lazzari

Avatar utente
Berlioz
Messaggi: 21908
Iscritto il: 03 giu 2003 11:36
Località: Amsterdam

Re: Almanacco del giorno

Messaggio da Berlioz » 14 gen 2014 10:22

Bello questo tred!!!

Oggi, nel 1932, prima esecizione del Concerto in Sol di Ravel. Al pianoforte Marguerite Long, direttore Ravel stesso.

Al sesso non si applica il Principio di Esclusione di Pauli.

violamargherita
Messaggi: 842
Iscritto il: 16 feb 2011 00:19

Re: Almanacco del giorno

Messaggio da violamargherita » 14 gen 2014 12:47

Nel 1958 muore a Ferrara Vittore Veneziani, mitico maestro del coro prima del Regio di Torino e poi del Teatro alla Scala in due periodi: 1921-1938, poi le dimissioni in seguito alle leggi razziali e l'esilio a Bellinzona, infine 1945-1954.
Allievo di Martucci. Amatissimo da Toscanini. Certamente un caposcuola della tradizione della direzione corale dei teatri d'opera italiani come è arrivata sino a noi oggi.
Ne conosco le gesta solo attraverso registrazioni.

Avatar utente
Berlioz
Messaggi: 21908
Iscritto il: 03 giu 2003 11:36
Località: Amsterdam

Re: Almanacco del giorno

Messaggio da Berlioz » 14 gen 2014 13:02

violamargherita ha scritto:Nel 1958 muore a Ferrara Vittore Veneziani, mitico maestro del coro prima del Regio di Torino e poi del Teatro alla Scala in due periodi: 1921-1938, poi le dimissioni in seguito alle leggi razziali e l'esilio a Bellinzona, infine 1945-1954.
Allievo di Martucci. Amatissimo da Toscanini. Certamente un caposcuola della tradizione della direzione corale dei teatri d'opera italiani come è arrivata sino a noi oggi.
Ne conosco le gesta solo attraverso registrazioni.
Fra l'altro, se non erro, maestro del Coro alla prima di Turandot.
Al sesso non si applica il Principio di Esclusione di Pauli.

Avatar utente
asklepio
Messaggi: 12388
Iscritto il: 08 ago 2005 00:18
Località: Pistoia

Re: Almanacco del giorno

Messaggio da asklepio » 14 gen 2014 13:48

Oggi è anche il compleanno (71) del grande direttore lettone Mariss Jansons.



:torta:
Prendete un'ostrica bella signora
alla buonora, alla buonora

Immagine

Avatar utente
manrico64
Site Admin
Messaggi: 17852
Iscritto il: 10 lug 2001 23:31
Contatta:

Re: Almanacco del giorno

Messaggio da manrico64 » 14 gen 2014 20:17

asklepio ha scritto:Oggi è anche il compleanno (71) del grande direttore lettone Mariss Jansons.



:torta:
Che intervistammo 5 anni fa
http://www.operaclick.com/interviste/mariss-jansons
Danilo

Avatar utente
Berlioz
Messaggi: 21908
Iscritto il: 03 giu 2003 11:36
Località: Amsterdam

Re: Almanacco del giorno

Messaggio da Berlioz » 14 gen 2014 20:45

manrico64 ha scritto:
Che intervistammo 5 anni fa
http://www.operaclick.com/interviste/mariss-jansons
:mrgreen:

Oggi avrei chiesto altre cose. Ma ricordo con grande emozione quell'ora con Mariss Jansons.
Dopo l'intervista fu lui ad intervistare me, chiedendomi cosa facessi ad Amsterdam e quali fossero i miei interessi musicali.
Al sesso non si applica il Principio di Esclusione di Pauli.

Avatar utente
manrico64
Site Admin
Messaggi: 17852
Iscritto il: 10 lug 2001 23:31
Contatta:

Re: Almanacco del giorno

Messaggio da manrico64 » 14 gen 2014 21:04

Berlioz ha scritto: Dopo l'intervista fu lui ad intervistare me, chiedendomi cosa facessi ad Amsterdam e quali fossero i miei interessi musicali.
figo... e dove possiamo leggere l'intervista? :mrgreen:
Danilo

Avatar utente
Berlioz
Messaggi: 21908
Iscritto il: 03 giu 2003 11:36
Località: Amsterdam

Re: Almanacco del giorno

Messaggio da Berlioz » 14 gen 2014 22:06

manrico64 ha scritto:
Berlioz ha scritto: Dopo l'intervista fu lui ad intervistare me, chiedendomi cosa facessi ad Amsterdam e quali fossero i miei interessi musicali.
figo... e dove possiamo leggere l'intervista? :mrgreen:
off the record, nella mia maemoria :mrgreen:

Ma lo avevo raccontato a suo tempo, mi pare
Al sesso non si applica il Principio di Esclusione di Pauli.

Avatar utente
Renato
Messaggi: 343
Iscritto il: 09 set 2002 13:33
Località: Berlin,aktuell.

Re: Almanacco del giorno

Messaggio da Renato » 14 gen 2014 22:25

14 Gennaio 1951. Maria Callas debutta in Traviata a Firenze con la direzione di Tullio Serafin.

Rispondi