Neil Schicoff - e Les contes d'Hoffmann a Salisburgo

Discussioni: per i neofiti che vogliono togliersi dei dubbi e per gli esperti che vogliono approfondire...

Moderatori: il_bonazzo, Berlioz

Avatar utente
legolas
Site Admin
Messaggi: 15162
Iscritto il: 20 ago 2003 09:11
Località: Bosco Atro Settentrionale
Contatta:

Messaggio da legolas » 26 ago 2003 09:02

Credo che la statua in oggetto sia una vendetta di Mortier. :)

Comunque, da storico dell'arte qual sono, la bollo come inqualificabile: un monumento al "cul-buson".

Legolas


BLOND OUTSIDE, PLATINIUM INSIDE

Avatar utente
legolas
Site Admin
Messaggi: 15162
Iscritto il: 20 ago 2003 09:11
Località: Bosco Atro Settentrionale
Contatta:

Messaggio da legolas » 26 ago 2003 09:04

Perdono venti volte per il totale OT....ma quando ce vo...
BLOND OUTSIDE, PLATINIUM INSIDE

Avatar utente
WRossini
Messaggi: 1146
Iscritto il: 23 apr 2003 10:42

Messaggio da WRossini » 26 ago 2003 10:46

Credi che sia una vendetta di Mortier. In ogni caso sono contentissimo di potere vedere "Wolf", una sua creazione, con le musiche di Wolf(gang A. Mozart appunto) tratte da opere diverse (scandalo a Salisburgo) con cani lupo (Wolf appunto) e ballerini sul podio. Vedremo. Sarei anche curioso di sapere che fa a Parigi, vedremo.

Ma anche la venere del 600 (700??) ad Augsburg era scandalosa, vista adesso però é quasi umoristica.
http://www.3sat.de/3sat.php?http://www. ... news/16089
"I wish it was prohibited to sing any other living composer's music except Rossini, Paer, Mayer, and Carafa; and I should by no means object to be confined to the first." (Waldie)

Avatar utente
legolas
Site Admin
Messaggi: 15162
Iscritto il: 20 ago 2003 09:11
Località: Bosco Atro Settentrionale
Contatta:

Messaggio da legolas » 27 ago 2003 09:14

Ovvio che la "vendetta" di Mortier era una boutade.
Egli non ha necessità alcuna di vendicarsi...e troppo intelligente. ;)

La statua è comunque a mio avviso orrenda, indipendentemente dal soggetto rappresentato.
Vabbè che ci sono pittori lombardi tra 5 e'600 che hanno amato ritrarre vecchie con tre gozzi, per non parlare di alcuni fiamminghi.....ma quelli mi danno tutt'altro che noia.
La scultura in oggetto mi ha comumunque provocato una blanda indifferenza...un po' come quando canta Licitra...

Legolas :p
BLOND OUTSIDE, PLATINIUM INSIDE

Avatar utente
chiarahhh
Messaggi: 2807
Iscritto il: 13 lug 2001 17:55

Messaggio da chiarahhh » 29 ago 2003 12:50

radmila ha scritto:Carissimi miei, noto con piacere che le notizie della più bella erezione mai vista a Salisburgo sono arrivate in Italia. Questo "scandalo", trovato dalla ipocrita borghesia salisburghese solo per aver qualcosa di parlare tra un champagne e un altro, ha durato pochissimo e sfortunatamente la statua fu ritirata troppo presto.
:clap:

Per la cronaca: io non l'ho vista :(
[size=100][b]"Preci di folla, confuse voci inascoltate in cielo. L’onnipotente ama i solisti!"[/b][/size]

Avatar utente
massenetiana
Messaggi: 185
Iscritto il: 11 dic 2017 12:06
Località: Costiera Amalfitana

Re: Neil Schicoff - e Les contes d'Hoffmann a Salisburgo

Messaggio da massenetiana » 07 feb 2018 04:56

Mi è sempre piaciuta la voce particolare di Shicoff ma lo conoscevo poco, e la discussione, risalente a pochi giorni fa, sull'Hoffmann da lui interpretato alla Scala nel 1996 mi ha invogliato ad incominciare ad approfondirne la conoscenza. Lo ritengo veramente bravo nel repertorio francese per la perfetta identificazione con il personaggio di Hoffmann ed interpretazioni ugualmente ottime dei ruoli di Werther, Don Josè ed Éléazar, e adesso sono curiosa di ascoltarlo anche nel repertorio italiano.
massenetiana sfegatata

albertoemme
Messaggi: 655
Iscritto il: 03 feb 2015 17:51

Re: Neil Schicoff - e Les contes d'Hoffmann a Salisburgo

Messaggio da albertoemme » 07 feb 2018 12:18

Fai bene perché é un cantante molto interessante. Inconfondibile e mai banale.-

Avatar utente
mascherpa
Messaggi: 13305
Iscritto il: 28 apr 2004 14:12
Località: Borgotaro - Venezia

Re: Neil Schicoff - e Les contes d'Hoffmann a Salisburgo

Messaggio da mascherpa » 14 feb 2018 12:25

Uno o due anni dopo dopo l'Hoffmann milanese del 1996, per me splendido, Shicoff mi colpí molto favorevolmente nel Don Carlo (versione Milano) diretto a Salisburgo da Maazel, con la regia di Wernicke trasposta nella Spagna della guerra civile.
«"Tradizione è trascuratezza", cosí fu spesso sentito dire Mahler» (Richard Specht, 1913)

Immagine

τί μοι σὺν δούλοισιν;

Rispondi